Gp Monaco - Gara

Gp Monaco - Gara

By:
3272

 

Più forte anche delle Pirelli. Sebastian Vettel vince la sua quinta (!) gara stagionale, su sei finora disputate, allungando ulteriormente il passo in classifica e conducendo senza sbavature una buona gara. Anche stavolta lo spettacolo non è mancato, pur trovandoci tra le stradine del Principato di Monaco, dove lo sforzo è doppio per via della totale concentrazione necessaria a non colpire nessuna barriera. Nelson Piquet amava fare un paragone: “Correre con una F1 a Montecarlo è come correre con la bici in casa…”. Una frase che rende perfettamente l’idea.
Memorabile l’ultima, lunga parte di gara, in cui Vettel, Alonso e Button si sono contesi la vittoria dandosele di santa ragione. Straordinaria la capacità della Red Bull del campione in carica di far durare le gomme soft per oltre cinquanta giri! Una tattica chiave, seppur molto azzardata e favorita dalla conformazione tutta particolare di questo tracciato, che ha consentito a Sebastian di mantenere fino alla fine la testa della corsa. Leadership che era stata messa in pericolo dalla safety car entrata a metà gara, proprio quando sia Alonso che Button, i suoi rivali, avevano appena effettuato la seconda sosta traendone un importante vantaggio su tutti, Vettel in primis.
Eppure la tanto attesa seconda sosta del tedesco non è mai avvenuta, a differenza dei suoi diretti inseguitori (Button tre soste in tutto e una rimonta favolosa sul duo di testa), permettendogli così di rimanere davanti e cogliere un’altra importantissima vittoria. Di fatto Vettel può quasi iniziare a concedersi il lusso di amministrare il suo vantaggio, determinato da questa supremazia. Supremazia che, però, continua a non essere assolutamente schiacciante: Fernando Alonso lo ha pedinato come un’ombra durante buona parte della gara, incluso soprattutto il secondo start causato da una bandiera rossa (incidente con Petrov e Alguersuari, forse qualche piccola conseguenza per il russo). Jenson Button, dal canto suo, con una migliore gestione delle strategie, avrebbe anche potuto vincere il gran premio (è stato in testa per diversi giri nelle prime fasi, creandosi anche un certo margine su Vettel). Scatenato Lewis Hamilton, che ha dato spettacolo ed è finito anche sotto la lente dei commissari più volte (prima in qualifica, con retrocessione per aver saltato una chicane, poi in gara per vari contatti…). Fantastica la gara di Kobayashi, che per poco non chiudeva al quarto posto (Webber lo ha sopravanzato proprio alla fine). Eccezionale anche Maldonado, che ha gestito bene la sua Williams e poteva chiudere al sesto posto (se non fosse stato per un’entrata un po’ a gamba tesa di Hamilton alla Saint Devote). Per quanto possa considerarsi artificiale, questa F1 diverte soprattutto grazie alla grande incognita delle gomme. Insomma, lo spettacolo continua a essere assicurato! Tra due settimane si corre in Canada, a Montreal. E anche lì ne vedremo delle belle…

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Monaco 2011



Commenti
- Formula1.it
...

Ferrari che delusione... (puffa75)

30/05/2011 21:36:43

Alonso è un grande campione ma anche quest'anno la Ferrari è una delusione. e non solo la monoposto ma tutto lo staff, dai meccanici ai responsabili di pista.
Errori su errori, possibile che un bravo pilota come Massa sia praticamente sempre nelle retrovie?
C'è qualcosa che non funziona, un tempo la nostra monoposto era in anticipo sulle modifiche regolamentari, oggi siamo sempre in ritardo e cerchiamo di rimediare scopiazzando qua e la quando già i punti di distacco sono troppi.
Voto 4 alla Ferrari, voto 9 alla Red Bull

Questo commento piace a 1 lettori

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it