Marchionne: non è finita

Marchionne: non è finita

By:
1748

Dopo la gara di Suzuka di Domenica scorsa, tutti fra addetti ai lavori, tifosi, appassionati erano d'accordo nel dire che la corsa al Mondiale di Sebastian Vettel era terminata nel momento del ritiro nelle prime fasi di gara in Giappone.

Non tutti la pensano alla stessa maniera, infatti il presidente della Ferrari Sergio Marchionne ha preso tutti in contropiede con delle dichiarazioni inaspettate:
"La stagione non è persa, c'è ancora tempo per rifarsi. Ho una fiducia immensa che nelle prossime quattro gare riusciremo a colmare una gran parte del divario con la Mercedes. Con tutta la modestia che abbiamo in Ferrari, la macchina ha fatto dei passi avanti enormi".

La Ferrari infatti a detta di tutti gli addetti ai lavori è la macchina migliore come pacchetto complessivo, e che se non avesse accusato problemi affidabilistici avrebbe facilmente vinto sia a Singapore che a Sepang, e sarebbe arrivata almeno seconda a Suzuka, cambiando cosi completamente faccia al Mondiale rispetto alla situazione attuale.
Il Mondiale secondo il Presidente non è perso, ma anche se lo fosse, l' imperativo è quello di vincere quante più gare possibile da qui alla fine, per chiudere in bellezza, e porre le basi per lavorare serenamente durante l'inverno.

L' A.D. di FCA ha continuato:
Non parlo di sfortuna perché non ci credo, sono cose che succedono a tutti, a noi specialmente in gara. La cosa importante è non perdere la fiducia che ci ha portato fin qui. Ricordiamoci che l'anno scorso nessuno avrebbe scommesso che la Ferrari si sarebbe trovata in queste condizioni".

Infatti la Ferrari può essere ammonita per i guai affidabilistici delle ultime due gare, ma non bisogna dimenticarsi di lodare lo staff tecnico dietro da Mattia Binotto, in quanto è stato capace di ribaltare una macchina e una squadra, trasformandola da una monoposto che accusava un gap di circa trenta secondi ogni gara, a una vettura in grado di giocarsi il Titolo, con delle performance simili alla Mercedes, da tre anni la best in class.

Il numero uno di Maranello ha aggiunto:
"Senza fare l'arrogante credo che la Ferrari sia allo stesso livello, se non superiore, alla Mercedes oggi. Anche la Red Bull ha fatto passi avanti, ma non credo che vadano a impattare il posizionamento della Ferrari in gara".

Infatti la Red Bull da Budapest, dove ha varato quasi una "versione B" della RB13, si è avvicinata a Mercedes e Ferrari, ma non è mai stata in grado di mettere le ruote stabilmente davanti alla SF70-H e alla W08.


Marchionne ha proseguito:
"Si è trattato di una sciocchezza tecnica che ha avuto un impatto su una macchina che costa milioni di euro”.
Infatti è emerso che il guasto sulla SF70-H è stato causato dalla rottura di una candela, che richiede un tempo di sostituzione di circa 40 minuti, ed ha un costo di 59 euro, prezzo praticamente pari a zero considerando i budget dei team di F1.

Il Presidente e Amministratore delegato della casa di Maranello ha concluso:
"Il problema è nato, bisogna gestirlo, credo che dobbiamo rinnovare l'impegno per quanto riguarda la qualità della componentistica che sta arrivando in F.1. Probabilmente è un problema che abbiamo ignorato nel tempo perché non è stato mai di una certa importanza, adesso abbiamo avuto almeno tre occasioni nelle quali si è visto davvero l'impatto devastante sulla performance. Lo risolveremo...".

Problemi appunto da risolvere, anche in breve tempo per non perdere altri punti per strada, intervenendo con urgenza nel reparto di controllo della qualità.

La Ferrari però ancora una volta ha dimostrato la sua grande reattività ai problemi, trovando immediatamente una soluzione, infatti a capo del Reparto Controllo della Qualità è stata appena nominata una donna, Maria Mendoza, che dal 2012 si occupava in FCA della qualità dei materiali ed in particolare dei metalli.


Tag
gp giappone | marchionne |


Commenti
- Formula1.it
Dopo la gara di Suzuka di Domenica scorsa, tutti fra addetti ai lavori, tifosi, appassionati erano d'accordo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it