Tutto quello che sappiamo sulla Ferrari 2020 (progetto 671)

Tutto quello che sappiamo sulla Ferrari 2020 (progetto 671)

By:
9657

La nuova vettura, ovviamente un'evoluzione della SF90, sarà presentata l'11 febbraio, molto prima delle altre rivali della Rossa. Il motivo di questa scelta è che la Ferrari ha "un programma di test al banco molto intenso" per quest'anno.

Ci saranno importanti correzioni nel telaio e nell'aerodinamica. In particolare, i vari componenti della vettura saranno ridisegnati per la riduzione dell'ingombro a vantaggio del flusso d'aria: telaio, gruppo motore e cambio sono ora una struttura integrata per ridurre il volume complessivo. In particolare, il volume della nuova PU è stato ridotto con modifiche ai sistemi di scarico, idraulici e ibridi.

Anche le strutture delle sospensioni si potranno considerare tra gli elementi della vettura che generano deportanza, in quanto indirizzeranno il flusso d'aria sul fondo e sull'alettone posteriore della vettura. Ovviamente l'obiettivo principale è quello di aggiungere deportanza al progetto dell'SF90 senza aggiungere resistenza aerodinamica. Saranno aggiunti nuovi deflettori sui lati per abbassare la direzione del flusso d'aria e, soprattutto, per incanalare il flusso più vicino alla struttura dell'auto, e lontano dalle gomme posteriori, aumentando così la durata dei pneumatici e rendendo più facile portare le gomme alle giuste temperature di esercizio. 


Si parla anche di un nuovo ammortizzatore idraulico e di un deviatore a mantello molto più largo sotto il muso dell'auto.

Ora parliamo del nuovo gruppo motore, nome in codice "065". La potenza del motore a combustione interna è stata aumentata da 850 CV a 880 CV. Questo porta il totale, contando il sistema ibrido, a 1060cv. Gli ingegneri di Maranello hanno optato per una "lega bimetallica" (in teoria acciaio) invece di una lega di alluminio per migliorare la resistenza e ridurre la dilatazione termica, e hanno introdotto nuovi canali interni per migliorare il flusso dell'olio. Questi cambiamenti dovrebbero migliorare l'affidabilità e dare loro la possibilità di usare più potenza per un numero maggiore di giri. Stanno anche sperimentando un nuovo processo di fabbricazione dei motori chiamato "addicting manufacturing", per sostituire la fusione del metallo, per ridurre il peso e il volume complessivo del motore. Questo ha reso necessario migliorare il sistema di raffreddamento dei cilindri, a causa delle temperature di esercizio più elevate.


Tag
nuova ferrari 2020 | presentazione ferrari | ferrari sf91h | motore ferrari 065 |


Commenti
- Formula1.it
La nuova vettura, ovviamente un'evoluzione della SF90, sarà presentata l'11 febbraio, molto prima delle ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it