Haas verso l'addio, in F1 costi troppo elevati

Haas verso l'addio, in F1 costi troppo elevati

By:
2867

L'inizio della nuova stagione per la Haas sarà decisivo per il suo futuro in Formula 1. Le prestazioni in questa stagione saranno infatti determinanti per convincere Gene Haas a continuare ad investire sul suo team nella massima formula.
Il magnate mericano è infatti interessato a continuare a investire in F1 solo se la sua scuderia può essere competitiva, ed è preoccupato per gli enormi costi che le nuove regole del 2021 impongono alle piccole squadre.

Con l'ingresso della F1 in una nuova era, Gene Haas sa che se continua a investire dopo questa stagione dovrà impegnarsi per un periodo di cinque anni come tutte le altre squadre.

In un'intervista esclusiva a Motorsport.com durante la gara NASCAR di domenica a Fontana, Haas ha dichiarato:

"Sto solo aspettando di vedere come inizierà questa stagione. Se comincia bene, forse c'è la possibilità di continuare. Ma se avremo un'altra brutta annata, allora non sarò così favorevole. Siamo nel circus da cinque anni e questo era il test: lo faremo per cinque anni, vedremo come va e lo valuteremo e poi decideremo se andare avanti. Non sto dicendo che cambieremo idea. Deve essere valutato. Restare per altri cinque anni, però, sarebbe un grande impegno".


La Haas ha raggiunto buoni risultati da quando è in F1 a partire dal 2015, ma le novità del regolamento del 2021 potrebbero non giustificare un investimento che comunque ha avuto un buon ritorno in termini commerciali.

"Ha aiutato molto. Ci ha dato molto riconoscimento nel mercato europeo e anche in molti mercati asiatici. Abbiamo portato molti clienti alle corse. È andato tutto bene. Ma con i nuovi regolamenti che arriveranno nel 2021, la grande domanda è: quanto costerà? Ci sono così tanti cambiamenti in corso in Formula 1, bisogna davvero chiedersi se varrà davvero la pena cercare di attuare tutti questi cambiamenti. So che tutti pensano che i cambiamenti siano positivi, ma - cavolo - sono costosi. E' simile a quello che sta succedendo qui [nella NASCAR]. La generazione 7 è un vero e proprio allontanamento da ciò che la NASCAR ha fatto in passato. Hanno cambiato così tanti aspetti dell'auto, che si sa che affronteremo molti problemi per farla bene. È difficile per le squadre. Questi cambiamenti che mettono in atto, penso che lo facciano con le migliori intenzioni, ma quando sei dall'altra parte dell'equazione cercando di metterli in pratica, economicamente è estremamente difficile".

Nonostante l'arrivo di un limite di budget in F1, Haas non vede diminuire i propri costi:

"Il modello di business non favorisce le squadre più piccole. Come tutti sanno, con il modo in cui il denaro è stato distribuito, il 70 per cento va alle prime tre squadre e il 30 per cento alle altre sette. Non è un buon modello economico. Almeno nelle nostre condizioni, si viene pagati solo un terzo di quanto costa effettivamente gestire una squadra in Formula 1. Quindi, come modello di business non va molto bene. Ovviamente, ogni squadra ha una natura diversa per quanto riguarda il motivo per cui lo fa. Per alcune di esse sono sponsorizzazioni primarie. La Ferrari lo fa da 60 anni. Ma si portano a casa abbastanza soldi per fare effettivamente il tetto di 175 milioni di dollari, ma molte delle altre squadre operano su un quarto di questo. Quindi, come si può davvero gestire una squadra da corsa con questo tipo di disparità?".

Il gruppo di metà classifica in questa stagione si annuncia particolarmente competitivo, ma Gene Haas pensa che la sua scuderia può ancora competere per la testa di questo gruppo

"La nostra macchina non era certo la più veloce in circolazione. Eravamo a metà classfica. Diversi anni fa, questo gruppo era a cinque secondi di distanza l'uno dall'altro. Quest'anno erano a circa due secondi l'uno dall'altro, forse anche più vicini. Credo che l'unica buona notizia sia stata che non eravamo molto più lenti delle Ferrari, ma le Ferrari non erano nemmeno in cima ai tabelloni ogni giorno. E' solo una sfida. E' uno sport difficile. E' estremamente costoso. Richiede tempo e mette a dura prova le squadre per competere. Non è molto vantaggioso per le squadre che non sono tra le prime quattro o le prime cinque".

Foto motori.fanpage.it


Tag
haas ritiro | gene haas f1 | dichiarazioni gene haas | costi regolamento 2021 |


Commenti
- Formula1.it
L'inizio della nuova stagione per la Haas sarà decisivo per il suo futuro in Formula 1. Le prestazioni ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it