5 punti essenziali della prima presentazione Ferrari
By:
2982

I preparativi formali della stagione 2021 per la Ferrari sono iniziati questo venerdì, dal suo famoso museo a Maranello, con la presentazione del team con cui affronterà il prossimo Mondiale di F1.

L'evento non ci ha regalato un primo sguardo della nuova SF21, che vedremo non prima del 10 marzo, - ma possiamo analizzare le dichiarazioni del capo della squadra Mattia Binotto e dei piloti Charles Leclerc e Carlos Sainz, e valutare cosa possiamo aspettarci.

Ecco quindi i cinque punti chiave di questa presentazione, in vista di una stagione in cui la Ferrari sa di dover fare meglio del disastroso 2020.

La SF21 non sarà così lenta sui rettilinei nel 2021

La stagione 2020 della Ferrari è stata fallimentare per un doppio problema: un motore poco potente e un'auto con altissimo drag. La combinazione ha punito oltre modo Charles Leclerc e Sebastian Vettel costretti a battagliare con assetti spesso sbilanciati. Non solo erano lenti sui rettilinei, ma il deficit era tale che li ha costretti a ridurre spesso il carico alare per non essere completamente vulnerabili ai sorpassi, e questo li ha danneggiati anche nelle curve.


La Ferrari ha lavorato su due fronti per risolvere il problema: un motore completamente nuovo che farà il suo debutto in questa stagione per affrontare la mancanza di cavalli, e il pacchetto aerodinamico della SF21 che è stato rivisto per renderlo più efficiente.

Il capo della squadra Mattia Binotto ha espresso una certa fiducia sul punto in cui si trova la Ferrari dopo il lavoro invernale.

"Sulla base delle nostre simulazioni di oggi, sulla base di ciò che possiamo vedere in termini di potenza in uscita dalle dinamo, e la resistenza della vettura dalla galleria del vento, penso che abbiamo recuperato un sacco di velocità sui rettilinei. Quindi mi aspetto che la velocità non sia un problema come lo era prima. Speriamo di essere competitivi, ma lo sapremo solo quando saremo in Bahrain, perché è sempre relativo a quello che stanno facendo gli altri".


L'inizio della stagione sarà fondamentale

La Ferrari sa che non può permettersi una ripetizione della scorsa stagione, quando ha finito con un misero sesto posto nel campionato costruttori, ma la prossima stagione non è una di quelle in cui investire tutto.

L'arrivo incombente della revisione delle regole della F1 per il 2022 significa che le squadre devono concentrare quante più risorse possibili sulle auto del futuro. Rimanere indietro ora, significa pagarne il prezzo quando la prossima stagione prenderà il via.

Tutte le squadre dovranno destreggiarsi dividendo le risorse tra le auto attuali e i loro progetti per il 2022, e la Ferrari ha deciso che farà questa scelta con molto anticipo. Ciò significa che non ci sarà un grande sviluppo nel 2021, quindi il modo in cui inizierà l'anno definirà praticamente il resto della stagione.

"La macchina del 2022 è un cambiamento così grande che c'è ancora una grande quantità di design e progetti che devono essere sviluppati. Quindi la maggior parte dello sforzo sarà investito lì. Ecco perché è molto importante vedere come la macchina si comporterà all'inizio della stagione, perché è in qualche modo il livello delle prestazioni che potremmo vedere per il resto della stagione".

Quindi tutti gli occhi sono puntati sul Bahrain, perché molto dipenderà da come vanno le prime prove a Sakhir.

 

Sainz affronta un compito in salita

Carlos Sainz Jr si è assicurato un sogno arrivando in  Ferrari, ma arriva in tempi difficili per qualsiasi pilota che cambia squadra.

Le nuove misure regolamentari che riguardano tagli importanti nei costi comportano che i test pre-stagionali siano stati ridotti a soli tre giorni in totale quest'anno, la metà di quanto permesso l'anno scorso, e questo significa che ogni pilota avrà solo un giorno e mezzo per prepararsi alla stagione.

Quindi adesso è ancora più difficile per un pilota come Sainz che arriva in una nuova scuderia, anche perché la Ferrari non è riuscita a farlo accettare nei test rookie di Abu Dhabi.

La Ferrari ha cercato di aiutarlo mettendolo alla guida di una vettura 2018 a Fiorano all'inizio di quest'anno, e lo ha scelto anche per alcuni test Pirelli. Tuttavia, sia lui che la squadra sono consapevoli del fatto che dovrà affrontare una sfida in salita per arrivare come vorrebbe a gara uno.

"La mia intenzione è ovviamente quella di essere pronto al 100% per gara uno, ma realisticamente la mia esperienza di aver cambiato squadra durante tutti questi anni, mi dice che è molto difficile da raggiungere. Ci sono sempre esperienze e sensazioni che devi vivere gara per gara, o weekend di gara per weekend di gara nelle prove libere, nelle qualifiche e nelle gare. E cose che finisci sempre per imparare durante le gare piuttosto che nei test. Voglio dire che un giorno e mezzo di test per pilota non aiuta di sicuro, ma allo stesso tempo cercherò di contare sulla mia esperienza e cercherò di arrivare a gara uno al mio massimo livello".

Binotto ha aggiunto: "Ci vorrà ancora un po' di tempo. Quindi, non ci aspettiamo che sia completamente integrato al 100% all'inizio della stagione, ma ogni singolo giorno sarà importante. Credo che sarà pronto per l'inizio della stagione, se non al 100%, molto vicino. Perché alla fine non è un rookie. È un pilota professionista, ha alcune stagioni di F1 sulle spalle"


Il COVID non ha spezzato l'entusiasmo di Leclerc

Charles Leclerc è risultato positivo al COVID i primi di gennaio, alterando molti dei suoi piani che includevano la preparazione invernale.

Il COVID lo ha costretto ad un periodo di completo isolamento durante le cure, e una grande incertezza su quanto gravemente sarebbe stato colpito. Dopo tutto, anche Lewis Hamilton non è apparso troppo in forma dopo la positività in Bahrain e il ritorno in Abu Dhabi.

La situazione si è rivelata un fastidio per Leclerc, ma la buona notizia è che non ha avuto conseguenze a lungo termine e infatti, come ha rivelato durante la presentazione, questo inverno è stato vicino alla Ferrari e a Maranello più di quanto non lo sia mai stato.

"Non mi ha colpito così tanto, per fortuna, quindi mi sento completamente bene. Ho fatto alcuni test fisici subito dopo COVID per essere sicuro che tutto è tornato alla normalità, ed è così. Quindi tutto bene su questo. Penso di non essere mai stato in Ferrari tanto quanto in questa stagione prima dell'inizio effettivo della stagione. Abbiamo anche fatto un bel po' di test con la vecchia macchina, quindi mi sento molto pronto".

 

Sainz e Leclerc non si faranno la guerra

La Ferrari ha avuto i suoi gratta capi negli ultimi anni a causa di alcuni problemi tra i compagni di squadra, problemi che hanno raggiunto il culmine con le collisioni che hanno coinvolto Leclerc e Sebastian Vettel nella scorsa stagione.

I due piloti, in fasi diverse della loro carriera, hanno letteralmente lottato per la supremazia interna alla squadra ed era forse inevitabile che questa rivalità a volte degenerasse.

Con l'allontanamento di Vettel e Sainz in arrivo al suo posto, sarà una tabula rasa per la squadra, e le prime indicazioni sono di una migliore armonia tra i due.

La Ferrari cerca il riscatto dopo un deludente 2020, ma Sainz non subirà le tensioni e le responsabilità che gravavano sulla testa di Vettel da cui tutti si aspettavano il Mondiale, e il messaggio principale che ne è uscito è che l'attuale formazione Ferrari sarà a supporto della squadra prima ancora che delle loro aspettative individuali.

Leclerc ha dichiarato: "Penso che la cosa più importante è riuscire a separare ciò che accade in pista e fuori pista, e ogni volta che siamo fuori dalla macchina, dobbiamo lavorare insieme per cercare di spingere la squadra in avanti".

Articolo originale su autosport.com - Foto Scuderia Ferrari Facebook 


Tag
dichiarazioni ferrari | dichiarazioni leclerc | dichiarazioni sainz |


Commenti
- Formula1.it
I preparativi formali della stagione 2021 per la Ferrari sono iniziati questo venerdì, dal suo famoso ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it