Vettel 2

Sebastian Vettel, ex ferrarista ed attualmente pilota dell'Aston Martin, ha rilasciato un lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport (qui il passaggio sull'Italia e la Ferrari). Il tedesco si è anche soffermato su alcuni temi scottanti come la presenza della F1 nei paesi in guerra e la difesa dell'ambiente. In quest'ultimo caso, il quattro volte campione del mondo è convinto che il circus non stia facendo abbastanza per risolvere il problema dell'inquinamento.

Di seguito un estratto delle sue dichiarazioni.

Le parole di Vettel


Ecco quanto dichiarato da Sebastian Vettel ai microfoni della Rosea:

Sul GP dell'Arabia Saudita disputatosi nonostante l'attacco missilistico alla raffineria nei pressi del circuito di Jeddah

"Posso solo dire di essere contento di non essere stato là. Non è corretto dire se avessi corso o no. I miei colleghi hanno deciso insieme di andare avanti e io capisco la loro scelta. Però non dovremmo essere noi piloti a dover prendere simili decisioni, quelle spettano a un livello superiore. Spettava ai team principal? E’ il senso del mio ragionamento".

Sul tema "difesa dell'ambiente"

"La F1 sta facendo abbastanza? No, per prima cosa bisogna capire che questo problema riguarda tutti e poi che dobbiamo agire subito. Frustante vedere uno sport come il nostro, capace di reagire alle problematiche con grande velocità, abbia fatto così pochi progressi in questo campo. Cosa si può fare? Per esempio riformare il calendario: correre una gara in Europa per poi trasferirsi a Miami e quindi tornare in Europa, spostarsi da Baku al Canada e poi ancora indietro in Europa non ha senso. Inoltre dobbiamo rendere le nostre macchine più amiche dell’ambiente. Vero, i nostri sono motori molto efficienti ma anche i più irrilevanti al mondo perché sono montati su sole venti macchine e non hanno sbocco nella produzione di serie, dove le macchine a motore a scoppio stanno scomparendo per lasciare spazio all’elettrico e forse idrogeno".




Commenti
-
Formula1.it

Nel corso dell'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il tedesco si è anche soffermato su ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it