Gp Gran Bretagna 2013 - Vince Rosberg
Tempo di lettura: 4 minuti

Terza vittoria in carriera per Nico Rosberg, seconda vittoria stagionale e soprattutto una Mercedes che vince ancora una volta senza Hamilton. A onor del vero questa volta la sfortuna ci ha messo del suo: Lewis, se non fosse stato per quell’assurda foratura (per non parlare delle altre verificatesi su tante, troppe monoposto), se la sarebbe giocata con Vettel, improvviso (e molto fortunato, fino a un certo punto) leader del gran premio e uomo campionato che poteva schizzare verso un vantaggio di quasi cinquanta punti su Alonso. Invece il destino ci ha consegnato una gara folle, dominata principalmente dal problema gomme, che rappresenta adesso un serio quanto drammatico allarme. Cinque esplosioni di pneumatico posteriore su cinque vetture diverse non è un caso, ma un fallimento della Pirelli. Anche se con connotati leggermente diversi, ricorda molto quel lontano Gp Usa 2005, quando la Michelin dovette ritirare quasi tutti i team per un problema alle proprie gomme. Guai legati alla sicurezza, oggi, nel 2013, non dovrebbero più vedersene. Eppure…


Stavolta la buona sorte ha decisamente voltato le spalle a Sebastian Vettel, impedendogli di iniziare a chiudere i giochi (nonostante sia ancora presto) e riaprendo di fatto un campionato che iniziava a sembrare spacciato. Un improvviso guasto al cambio ha fermato la corsa del tedesco, che da tempo non aveva più un problema tecnico sulla sua Red Bull, in quel momento primo dopo la foratura di Hamilton. Mani nei capelli per Chris Horner e tanta amarezza per Seb. Una micro-rinascita, invece, per Fernando Alonso. Lo spagnolo, partito decimo (poi nono per una penalità a di Resta), aveva ben poche speranze di ottenere qualunque buon risultato con questa F138 di colpo poco competitiva e incisiva. Eppure, dopo il ritiro di Vettel e un’ultima safety car, Fernando è risalito in pochi giri (anche grazie alle gomme fresche) dall’ottavo al terzo posto. Un’altra rimonta da leone di quello che probabilmente è il miglior pilota del mondiale, il più completo e maturo. Non è stata esente da rischi la sua gara, sia in partenza che nello svolgimento. E soprattutto, per fortuna, è stato immune al problema delle gomme di marzapane. Un podio insperato che oggi fa bene e che permette a Fernando (molto complici i problemi avuti da Vettel) di scendere a quota 21 punti per quanto riguarda lo svantaggio dal leader della classifica.


Il problema, però, è che questa Ferrari non basterà comunque, se non sarà più veloce. La Red Bull è mediamente molto solida (a parte ieri) e Sebastian ha imparato a correre come Fernando, ottimizzando i risultati. Per non parlare di quando parte dalla pole ed è primo alla prima curva… Nulla è deciso, ancora, ed è stato proprio Alonso a dirlo in modo incredibilmente profetico in alcune interviste (accennando ai possibili guai che prima o poi anche i rivali della Red Bull avrebbero dovuto subire)! Nessuna pausa, per il momento: tra pochi giorni inizia il weekend di gara in Germania, circuito del Nurburgring. La sfida mondiale va verso il giro di boa e la guerra di macchine, uomini e nervi si accende inevitabilmente…

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2013



Commenti
-
Formula1.it

...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it