Gp Russia 2015 - Gara

Gp Russia 2015 - Gara

By:
2415

La seconda edizione del gran premio russo vede ancora una volta Lewis Hamilton dominare davanti a tutti e, soprattutto, mettere una serissima ipoteca sul suo terzo titolo iridato, che potrebbe arrivare già ad Austin, negli Usa, tra due settimane. A quattro gare dalla fine il campione in carica è più forte che mai e riceve anche consistenti aiuti dalla sorte: di sabato era stato Nico Rosberg a firmare una grande pole position, rafforzata da una partenza intelligente e tosta ma vanificata purtroppo da un guasto piuttosto anomalo, una rottura al pedale dell’acceleratore che ha costretto il tedesco al ritiro. A Lewis è bastato restare in testa, non commettere errori e portare la solita, stratosferica Mercedes fino al traguardo, quello della nona vittoria stagionale e di una leadership ancora più inattaccabile. Per Hamilton è anche la vittoria numero 42, quella del superamento dell’idolo Ayrton Senna e dell’affiancamento a Sebastian Vettel: adesso i due super-campioni sono terzi a pari merito nella graduatoria dei più vittoriosi in gara, superati solo da Prost e Schumacher.


Proprio Vettel, ancora una volta, è stato autore di una corsa ai massimi livelli, sin dal bellissimo duello in casa con un Kimi Raikkonen tutt’altro che arrendevole e molto “cattivo” (cosa che a noi è piaciuta tanto). Sebastian si è sbarazzato quasi subito del compagno di squadra e ha capitalizzato un eccellente secondo posto, probabilmente insperato alla vigilia di Sochi. Sì, perché la pista russa non era certo tra quelle più favorevoli alla Rossa. Eppure Vettel è riuscito a non subire distacchi abissali dal leader Hamilton e si sta involontariamente candidando ad essere il rivale numero uno dell’inglese nel prossimo futuro, per una sfida che sa già di leggenda… Positivo, quindi, il weekend in casa Ferrari; a parte, però, quell’eccesso di grinta di Kimi nel finale, che, con una manovra troppo ottimista su Bottas, ha praticamente speronato il connazionale mandandolo fuori. Raikkonen, da subito sotto investigazione, verrà poi penalizzato con l’aggiunta di diversi secondi al suo tempo finale, scivolando così dalla quinta all’ottava posizione. Peccato, ma tutto sommato bene così.

E’ stato anche il grande giorno di Sergio Perez, con la Force India: un azzardo strategico ai box nella prima parte di gara gli ha concesso poi un vantaggio importante alla fine, suggellato dal contatto Raikkonen/Bottas, che ha spianato la strada al messicano per andarsi a prendere una meritata terza posizione. E’ stato anche un weekend di grande spavento per i tanti incidenti occorsi (non soltanto in F.1): uno su tutti, il botto di Carlos Sainz nelle libere 3 del sabato. Lo spagnolo ha impattato frontalmente ad alta velocità contro le barriere, andandosi a conficcare sotto di esse con la sua Toro Rosso. Interminabili i minuti che sono serviti per liberare la macchina e soprattutto per vedere il pilota sano e salvo. Ciononostante, Sainz ha comunque preso il via della gara il giorno dopo dal fondo schieramento e ha dimostrato grande coraggio (oltre ad aver fatto una bella gara, terminata per un guasto ai freni). Durante la corsa, abbastanza spettacolare l’incidente di Grosjean, anche lui uscito fortunatamente illeso da una brutta carambola contro le solite barriere. Si riparte dunque alla volta del Texas, Stati Uniti, con Sebastian Vettel secondo anche nel mondiale grazie al sorpasso iridato nei confronti di Nico Rosberg e con un Lewis Hamilton ormai involato verso il tris iridato (nonché con la Mercedes praticamente campione del mondo Costruttori). Appuntamento in America tra due settimane!

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Russia 2015



Commenti
- Formula1.it
...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it