Complimenti per la trasmissione
Complimenti a Kimi Raikkonen (voto 3), di gran lunga il più esperto nell’imbarazzante elenco di debuttanti a finire a muro: evviva le vecchie glorie.

Complimenti a Charlie Whiting (voto 2) che ha deciso di buttare all’aria l’unico momento potenzialmente spettacolare del Gran Premio relegandone oltre il 10% dietro ad un’inutilissima safety-car: meglio non rischiare che qualcuno si svegli. Complimenti alla regia internazionale che ha preferito l’interessantissimo pit-stop di Gutierrez allo scambio di posizioni delle due Mercedes, e le bandiere blu a Haryanto agli unici tentativi di sorpasso di Vettel.

Complimenti a Kimi Raikkonen (voto 3), di gran lunga il più esperto nell’imbarazzante elenco di debuttanti a finire a muro: evviva le vecchie glorie. Complimenti anche a Max Verstappen (voto 4), che con tre incidenti in ventiquattro ore ha stabilito un altro record difficilmente eguagliabile: evviva il nuovo che avanza. Complimenti agli strateghi della Mercedes (voto 5); fortuna che Hamilton (voto 10), tra un guard rail e l’altro, ha anche il tempo di studiarsi la strategia migliore.


Complimenti ai meccanici della Red Bull (voto 1), troppo impegnati a giocare a poker con Justin Bieber per accorgersi che l’unico pilota rimasto in gara aveva bisogno di cambiare le gomme: in fondo però la colpa è di Ricciardo (voto 10) che avrebbe dovuto avvisarli per tempo. Complimenti alla Ferrari (voto 3) e alle sue miracolose tattiche che questa volta hanno dato strada libera alla Force India di Sergio Perez (voto 8): il prossimo obbiettivo è quello di far fare punti anche a Wherlein (voto 3) e alla sua scarsa attenzione alle bandiere blu.

Complimenti alla Virtual Safety Car (voto 0) per l’indiscutibile utilità nell’amplificare i distacchi tra le varie vetture, con buona pace di chi segue e cerca di recuperare: chiedere a Vettel (voto 5). Complimenti a Massa (voto 3) per una fantastica strategia studiata di concerto con Rosberg (voto 4): se l’intento era quello di non far salire sul podio la Ferrari l’obbiettivo è stato centrato magistralmente, se era quello di fare qualche punto in più di una miserabile decima posizione, ha funzionato un po’ meno… ma la vendetta è un piatto da servire freddo.

Complimenti alla Pirelli (voto 0) che è riuscita a fare una mescola “ULTRA” morbida che, a dispetto del nome, ha stabilito il record di durabilità in gara: la prossima volta le gomme è meglio sceglierle col fondo del caffè, magari ci scappa anche un terno al lotto.

Complimenti ai piloti della Sauber (voto 1), davvero encomiabili nel rispettare gli ordini di scuderia: un duello tra galantuomini che non poteva finire che sul paracarro.

Complimenti alla pioggia (voto 2) che si è ritagliata giusto due ore di riposo prima di tornare a cadere battente sul principato: anche i numi conoscono le buone maniere. Complimenti infine a Montecarlo, una pista dove hanno reso più facile tutto (disposizione dei muretti, ingresso ai box, cordoli) tranne il sorpasso: puoi guidare anche una Trabant, ma se sei davanti non ti passa nemmeno una Lamborghini.

Che spettacolo, signori!

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Monaco 2016



Commenti
-
Formula1.it

Complimenti a Kimi Raikkonen (voto 3), di gran lunga il più esperto nell’imbarazzante elenco di debuttanti ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it