Gp Malesia 2016 - Gara

Gp Malesia 2016 - Gara

By:
1844

Nel giorno della disperazione di Lewis Hamilton, perfetto per tutto il weekend di gara, la Red Bull e Daniel Ricciardo hanno ritrovato l’immensa gioia della vittoria e della doppietta. L’ultimo trionfo Red Bull è avvenuto nella famosa gara d’esordio di Max Verstappen con il team austriaco, quando il giovane talento è stato consegnato alla storia; per l’ultima doppietta, invece, bisogna andare ben più a ritroso nel tempo e tornare al periodo in cui ancora vigeva il dominio di Sebastian Vettel

Già, Sebastian Vettel. Croce e delizia, in definitiva, per la Ferrari e i suoi tifosi. Il tedesco, oggi, è rimasto coinvolto nell’ennesimo incidente a inizio gara. Una tendenza che a questo punto inizia ad assumere dimensioni preoccupanti, giustificata solo dal fatto che Seb sta cercando in tutti i modi di tenere dietro le Red Bull, di inseguire più da vicino possibile le Mercedes. Senza però riuscirci. Siamo ben lontani dall’edizione malese dello scorso anno, quando il primo trionfo di Vettel con la Ferrari tornava a dare ossigeno e speranze a una squadra così bisognosa di riscossa… Si è certamente trattato di un errore di valutazione del quattro volte iridato, che con un lungo ha distrutto la sua sospensione anteriore sinistra contro la Mercedes di Nico Rosberg e rischiato di compromettere seriamente la leadership iridata del suo connazionale.


Un incidente che farà discutere, che è diventato ovviamente oggetto di attenzione da parte dei commissari e che potrebbe portare a penalità, dato che il contatto tra Rosberg e Raikkonen a fine gara è stato punito senza troppe esitazioni. La direzione in cui stava andando il gran premio fino a circa tre quarti del suo svolgimento era chiara: Lewis Hamilton stava dominando, coadiuvato involontariamente dal succitato contatto alla prima curva, che ha spedito Rosberg nelle retrovie e lo ha costretto a una gara totalmente in salita. Gara che poi, di fatto, ha sorriso al tedesco della Mercedes con quell’incredibile ritiro del compagno di squadra. Si è visto ciò che ormai si vede raramente su ogni monoposto: fuoco dal posteriore. L’imbattibile Mercedes, orologio svizzero della F.1 da ormai tre stagioni di fila, ha avuto la sua battuta d’arresto nel caldissimo circuito di Sepang (cosa non casuale, probabilmente).

Ad approfittare immediatamente di questa debacle ci ha pensato la Red Bull, ormai davanti alla Ferrari e diretta inseguitrice dei campioni in carica. Daniel Ricciardo, contravvenendo alle direttive della squadra, che vedeva in Verstappen il possibile rivale di gara di Hamilton, ha tenuto dietro il suo compagno di team e si è di colpo ritrovato la leadership della gara tra le mani grazie all’uscita di scena di Lewis. Ciò non toglie che i due piloti Red Bull hanno corso a distanza molto ravvicinata le ultime fasi di gara, lasciando quindi in dubbio le sorti definitive del gran premio. Ricciardo torna a vincere, lo fa dopo due anni e sale a quota quattro successi, come Dan Gurney, Bruce McLaren e Eddie Irvine.

La Ferrari è costretta ad accontentarsi del quarto posto di Kimi Raikkonen, che è stato in lotta per il podio ma nulla ha potuto contro la potenza Mercedes e la rimonta di Nico Rosberg. Bottas, con la Williams e grazie a una strategia diversa, ha conquistato un grande quinto posto, seguito dalle Force India (Perez sesto, Hulkenberg ottavo) e dalle due McLaren, entrambe a punti a Sepang con Alonso settimo e Button nono. Primo punticino iridato per Palmer, con la Renault. A cinque gran premi dalla fine, la classifica ci dice che Nico Rosberg resta leader e sale a 23 punti di vantaggio su Lewis Hamilton, fattore che certamente peserà moltissimo quando si tireranno le somme nell’ultima gara di campionato. Kimi Raikkonen assume un leggero vantaggio (sette punti) su Sebastian Vettel, che a sua volta è incalzato da Max Verstappen, distante solo sei lunghezze. Nel campionato Costruttori la Mercedes è a un soffio da riconfermarsi campione del mondo, mentre la Red Bull con la doppietta odierna mette parecchia distanza tra sé e la Ferrari, che rischia di concludere terza. I festeggiamenti dei primi tre, naturalmente a base di champagne bevuto dalla consueta scarpa di Daniel Ricciardo, dureranno poco: tra pochi giorni si va a Suzuka, in Giappone, per l’ennesimo round del mondiale…

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio della Malesia 2016



Commenti
- Formula1.it
Incredibile trionfo di Daniel Ricciardo, che fa doppietta con Max Verstappen! KO di Vettel alla prima ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it