Piloti sotto pressione nel 2020: Sebastian Vettel

Piloti sotto pressione nel 2020: Sebastian Vettel

Molti piloti affronteranno la stagione di Formula 1 2020 con un discreto carico di pressione e con il futuro sulla griglia di partenza tutt'altro che assicurato.

By:
1096

Molti piloti affronteranno la stagione di Formula 1 2020 con un discreto carico di pressione e con il futuro sulla griglia di partenza tutt'altro che assicurato
In un anno che potrebbe vedere un grande movimento nel mercato piloti in vista del 2021 - quando entreranno in gioco una serie di nuovi regolamenti sportivi, tecnici e finanziari - alcuni piloti, più di altri, hanno bisogno di mettersi in gioco per dissipare ogni potenziale timore sui loro posti nelle rispettive scuderie.
Analizzeremo le posizioni dei piloti che riteniamo saranno chiamati a disputare una grande stagione, per riscatto o semplicemente per garantire la permanenza in F1

Sebastian Vettel

Indubbiamente, Sebastian Vettel è sotto un'intensa pressione, praticamente sotto esame in vista della nuova stagione. Il quattro volte campione del mondo entra nell'ultimo anno del suo contratto con la Ferrari e deve affrontare un formidabile avversario nel nuovo compagno di squadra Charles Leclerc.


Dopo un inizio lento, caratterizzato da alcuni errori da rookie, Leclerc si è ripreso in modo impressionante, sopravanzando quasi regolarmente Vettel e mettendosi in gioco per diventare il nuovo leader della scuderia.
In particolare a partire dal Gran Premio di Francia la situazione è cambiata e la lo ha visto passare dal potenziale ruolo di supporto di Vettel fino ad assumere il ruolo di primo pilota alla pari, anche grazie al predominio in qualifica sul tedesco.

Leclerc ha conquistato la prima (e la seconda) vittoria stagionale della Ferrari e ha ottenuto sette pole position - più di ogni altro pilota - andando a concludere la sua prima stagione al quarto posto in classifica.
Vettel, invece, è riuscito a portare a casa una sola vittoria a Singapore, sfruttando anche una migliore strategia box rispetto al poleman Leclerc, ponendo fine ad un'attesa durata più di un anno per tornare sul gradino più alto del podio.

Dopo quattro anni in cui è stato agevolmente il team leader della Ferrari fronteggiando la poca competizione dell'ex compagno di squadra Kimi Raikkonen, Vettel è stato quindi apparentemente scosso dall'arrivo di Leclerc. Questo ha scatenato tensioni all'interno del team in un crescendo terminato al penultimo round della stagione in Brasile, quando Leclerc e Vettel si sono scontrati in quella che il boss della Ferrari Mattia Binotto ha definito una collisione "sciocca" che ha portato al ritiro di entrambi i piloti.

Segnali di potenziali frazioni si erano visti fin dall'inizio, quando sia Leclerc che Vettel si sono alternati nell'ignorare gli ordini di squadra e si sono battuti per la supremazia all'interno della scuderia di Maranello e per vincere il duello almeno nel 2019 ed aggiudicarsi un potenziale rinnovo di contratto, arrivato per Leclerc ma non per Vettel.

Vettel ha dato il meglio di sé con un'esibizione dominante in Canada (fino al suo errore nel finale), con una rimonta da record in Germania e uno splendido giro da pole a Suzuka, ma ha faticato a superare i problemi concettuali della SF90.
Vettel ha quindi un disperato bisogno di una reazione quest'anno, anche per porre fine ai tanti rumors che lo danno prossimo al ritiro da questo sport. Tra i potenziali candidati a sostituire Vettel ci sono Lewis Hamilton, Max Verstappen, Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo.


Tag
sebastian vettel crisi | sebastian vettel ritiro | vettel contro leclerc | leclerc rivale vettel |


Commenti
- Formula1.it
Molti piloti affronteranno la stagione di Formula 1 2020 con un discreto carico di pressione e con il ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it