Quando tornerà la Formula1?

Quando tornerà la Formula1?

Le nove gare inaugurali della stagione sono state tutte annullate o rinviate, incluso il Gran Premio del Canada che era in programma il 14 giugno, e i tifosi si chiedono incessantemente se la stagione 2020 avrà mai inizio.

By:
3156

La pandemia da COVID-19 continua a imporre un lockdown anche alla Formula 1. Le nove gare inaugurali della stagione sono state tutte annullate o rinviate, incluso il Gran Premio del Canada che era in programma il 14 giugno, e i tifosi si chiedono incessantemente se la stagione 2020 avrà mai inizio.

Le scuderie sono impegnate in continue riunioni con i capi di Liberty Media e i responsabili FIA al fine di stabilire quale sia la linea d'azione più probabile, visto che il mondo continua ad affrontare la pandemia senza che ancora si veda uno schema temporale ben definito.

Quali sono quindi gli scenari migliori e peggiori per la stagione di F1 2020?

Lo scenario migliore: 19 gare che iniziano in estate

La maggior parte dei paesi europei ha iniziato o prolungato l'isolamento sociale annullando tutti i principali eventi sportivi in programma nei prossimi mesi, ma è ancora possibile pensare all'inizio della stagione di F1 in estate.


L'amministratore delegato della F1 Chase Carey alla fine di Marzo ha dichiarato che potrebbe essere possibile un calendario di 15-18 gare, anche se fortemente modificato rispetto al programma originale, prorogandone la fine ai primi mesi del 2021. Più ottimista l'amministratore delegato della F1, Ross Brawn, che mercoledì ha dichiarato a Sky F1 che ben 19 gare potrebbero ancora essere disputate quest'anno se la stagione potesse iniziare a luglio.

"Se potessimo partire all'inizio di luglio, potremmo fare una stagione di 19 gare: tre gare, un fine settimana di riposo, tre gare, un fine settimana di riposo. Abbiamo esaminato tutta la logistica. Pensiamo di poter disputare una stagione da 18 a 19 gare se riusciremo a partire da luglio".

Solo il Gran Premio di Monaco è stato formalmente cancellato nel 2020 ed altre otto gare sono state rinviate, il che significa che potrebbero essere riprogrammate nell'ambito di una serie di triplette per raggiungere 18 o 19 gare stagionali.

Tutte le opzioni sono state prese in considerazione, compreso l'inizio della stagione a porte chiuse e l'organizzazione di weekend di gara condensati con eventi di solo due giorni. Un calendario di 19 gare può sembrare ambizioso, e senza dubbio metterebbe a dura prova l'intero paddock della F1. Ma se aiuta a dare ai team e agli organizzatori qualcosa di simile a una stagione completa, potrebbe essere utile per il futuro di questo sport.

 

Lo scenario peggiore: Nessun campionato nel 2020

Ad ogni gara che viene posticipata, in molti cresce la preoccupazione che nel 2020 potrebbe non esserci alcun campionato.

La mancanza di un vaccino o di una cura realmente efficace per il COVID-19 rende difficile prevedere quanto tempo ci vorrà prima che la vita torni alla normalità. La Cina ha recentemente iniziato ad allentare le restrizioni di isolamento considerando il drastico calo dei tassi di mortalità, ma rimane profondamente consapevole di una possibile seconda ondata di infezioni. Anche se la pandemia non dovesse intensificarsi ulteriormente, in tutto il 2020 potrebbero esserci ancora ragionevoli preoccupazioni nelle varie nazioni per l'organizzazione di eventi internazionali. Grandi eventi come i Giochi Olimpici, i campionati di calcio UEFA Euro 2020 e Wimbledon sono già stati rinviati al 2021, il che rende immaginabile che la F1 possa affrontare un destino simile.

La F1 deve disputare almeno otto gare in tre continenti nel 2020 per poter essere considerata un Campionato del Mondo. Brawn è stato molto chiaro:

"Potremmo raggiungere otto gare partendo da ottobre. Quindi se volessimo trovare un punto di non ritorno sarebbe ottobre, con la possibilità di prolungare nel 2021. Purché si possa trovare una casa per otto gare entro ottobre, allora quest'anno otterremo un campionato."

Qual è lo scenario più probabile?

Realisticamente, da qualche parte tra i due estremi sembra potersi trovare la soluzione più probabile per la F1 nel 2020, ma non è ancora chiaro quale forma assumerà il calendario e tutto il campionato.

All'inizio sarebbe possibile un ritorno "morbido" della F1 a porte chiuse, per contribuire almeno ad aumentare i numeri di gara del campionato e garantire contemporaneamente la corretta sicurezza. La gara di apertura dovrebbe svolgersi in Europa ed essere accessibile a tutti i 10 team, con Brawn che riconosce la necessità di severi test per i partecipanti.

"La nostra opinione è che probabilmente una partenza in Europa è possible, e che potrebbe anche essere un evento a porte chiuse", ha detto Brawn. "Potremmo avere un ambiente molto controllato, in cui le squadre arrivano sul circuito e noi ci assicuriamo che tutti siano testati, autorizzati, e non ci siano rischi per nessuno con una gara senza spettatori. Non è fantastico, ma è meglio che non correre affatto".

Il Gran Premio di Francia del 28 giugno è attualmente la prima gara ancora regolarmente in programma nel calendario, seguita dal Gran Premio d'Austria una settimana dopo. Lo svolgimento del Gran Premio di Gran Bretagna, previsto per il 19 luglio, sarà regolato entro la fine del mese dai funzionari di Silverstone. Se la pandemia si sarà sufficientemente attenuata con l'arrivo dell'estate, forse uno scenario come quell proposto da Brawn potrebbe essere realisticamente adottato. Ma non sarà semplice.

La proposta di Formula1.it

Se comunque si dovesse disputare un campionato drasticamente ridotto nel numero di gare noi di formula1.it abbiamo pensato ad un sistema per rimodulare il calcolo dei punti. Al fine di non penalizzare troppo i piloti che dovessero incorrere in ritiri tecnici, o altri problemi, con molti meno eventi a disposizione per recuperare il terreno perso, sarebbe possibile assegnare punti a tutte le posizioni finali, non solo ai primi 10 classificati, diminuendo il "bonus" per il primo classificato. Se ad esempio il numero di gare dovesse ridursi della metà si potrebbe circa raddoppiare il numero di punti assegnati per gara partendo da 20 punti per la prima posizione arrivando ad 1 punto per la posizione 20. Questo renderebbe sicuramente il campionato più combattuto su un numero di gare ridotto.


Tag
ripartenza f1 | f1 inizio stagione 2020 | proposta punti 2020 |


Commenti
- Formula1.it
Le nove gare inaugurali della stagione sono state tutte annullate o rinviate, incluso il Gran Premio ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it