Gp Stiria: cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo weekend

Gp Stiria: cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo weekend

Certezze, conferme, voglia di riscatto. Sono tanti gli ingredienti che caratterizzeranno il prossimo gran premio di Formula 1. La doppia tappa austriaca, infatti, offre l’opportunità perfetta ...

By:
3334

Certezze, conferme, voglia di riscatto. Sono tanti gli ingredienti che caratterizzeranno il prossimo gran premio di Formula 1. La doppia tappa austriaca, infatti, offre l’opportunità perfetta alle scuderie per avere delle risposte concrete.

Sono passati pochi giorni dall’inizio di questa stagione particolare. I 71 giri del Red Bull Ring ci hanno lasciato subito a bocca aperta tra polemiche, sorprese e pronostici totalmente ribaltati. Alla luce di tutto questo, la domanda sorge spontanea: cosa dobbiamo aspettarci da questo Gp d’Austria episodio 2? In primo luogo bisogna partire dall’aspetto puramente tecnico. Le prove libere e le qualifiche hanno sancito il netto predominio della Mercedes e, della sorprendente, Racing Point già definita “Mercedes in rosa”. La potenza del motore, l’affidabilità in pista unita al tanto criticato DAS pongono i piloti in una posizione di netto vantaggio sulla concorrenza. Tutto ciò, però, si è rivelata anche un’arma a doppio taglio: la troppa consapevolezza causa anche cali di concentrazione mortali. Le qualifiche e la gara di Hamilton sono la prova schiacciante. Tuttavia, ad oggi, il pilota britannico resta il favorito anche per la voglia di rivalsa insita dentro di lui. Sullo stesso piano, Bottas vorrà riconfermarsi.


Spostandoci, invece, agli inseguitori Ferrari e Red Bull vivono dei momenti di difficoltà non indifferenti. La grande rimonta di Leclerc rischia di essere una coltre di fumo lanciata negli occhi dei tifosi. Il giovane prescelto ha compiuto un’impresa grazie alla sua immensa classe ed ad alcune situazioni di gara favorevoli, tuttavia la vettura non è competitiva. Tutto questo fa aumentare ancora di più i rimpianti: avere un pilota così forte ma non riuscire a metterlo nelle condizioni di vincere, è peccato mortale. Per tale motivo, la Ferrari rischia di perdere un’altra stagione senza fare i conti con i “mal di pancia” di Vettel. 

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la Red Bull deve rialzarsi prontamente. Rispetto alla scuderia italiana, però, il discorso è ben diverso. La disastrosa prova in pista è passata in secondo piano rispetto alle polemiche scatenate durante tutto il weekend. Tra dichiarazioni al veleno e ricorsi respinti, la Red Bull si è quasi fatta paladina di una lotta al sistema. Ad una visione completamente onesta, l’atteggiamento della FIA sul tema Das non è certo limpida e lineare. Tuttavia tutto questo non può diventare un alibi alle scarse prestazioni in pista.

Questo secondo weekend in Austria, quindi, deve essere quello del riscatto specialmente per Verstappen. Das o non Das, bisognerà conviverci per tutta la stagione vista la cervellotica decisione di renderlo “illegale” solo dal prossimo campionato. Ma, come ben sappiamo, nella Formula 1 ci sono tante variabili che vanno anche ben oltre gli aspetti tecnici. Stiamo parlando di motivazioni, voglia di rivalsa e di supremazia. Tutte caratteristiche che, nel prossimo weekend, verranno fuori in maniera decisiva. La Mercedes partirà ancora una volta con i favori del pronostico, come è giusto che sia. Tuttavia non bisogna dare nulla per scontato: questo episodio 2 in Austria potrebbe regalarci tante altre sorprese.

Piccola nota a margine. Mentre il weekend di gara si appresta ad iniziare ufficialmente, una notizia scuote tutto il mondo della Formula 1. Dopo due anni di assenza, Fernando Alonso è pronto a ritornare su una monoposto. La Renault, infatti, ha annunciato l’accordo con il due volte campione del mondo. Sarà il sostituto, nel 2021, di Ricciardo promesso sposo della McLaren

Bentornato Fernando.


Tag
gp austria | gp stiria presentazione |


Commenti
- Formula1.it
Certezze, conferme, voglia di riscatto. Sono tanti gli ingredienti che caratterizzeranno il prossimo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it