Ferrari SF1000: storia di un disastro annunciato

Ferrari SF1000: storia di un disastro annunciato

Il primo pacchetto di aggiornamenti portato in Austria in tempi record era stato messo a disposizione di Leclerc e Vettel già a partire dalle prove libere del venerdì e sembrava funzionare ...

By:
4058

Se è vero che nella prima gara stagionale Leclerc aveva sorpreso tutti per la solidità mostrata e per le sue straordinarie abilità alla guida di una Ferrari tutt’altro che irresistibile, è altrettanto vero che nel secondo GP del campionato il monegasco ha sorpreso nuovamente tutti, ma in negativo. Il contatto al primo giro con il compagno di scuderia Sebastian Vettel pesa già come un macigno sulla stagione delle Rosse, con entrambi i piloti che si ritrovano a inseguire non solo gli uomini a bordo delle Mercedes, ma anche quelli alla guida di McLaren, Red Bull e Racing Point.

L’errore di Leclerc pesa come un macigno

Alla vigilia del GP di Stiria, andato in scena in quel di Spielberg in occasione di un inedito back to back sulla pista austriaca, c’era enorme interesse nello scoprire quali sarebbero stati i miglioramenti della Ferrari rispetto alla gara precedente. Il primo pacchetto di aggiornamenti portato in Austria in tempi record era stato messo a disposizione di Leclerc e Vettel già a partire dalle prove libere del venerdì e sembrava funzionare. Poi, complice la pioggia di sabato che ha sconvolto dapprima il programma delle qualifiche e, poi, le qualifiche stesse, le carte in tavola sono nuovamente cambiate e tutto il lavoro svolto nella giornata di venerdì è andato in fumo. L’attenzione di tutti gli addetti ai lavori era quindi rivolta al passo che le due Rosse avrebbero tenuto in gara ma, a causa di un errore commesso da Leclerc, le Ferrari sono state costrette a ritirare entrambe le vetture senza aver completato neanche il primo giro. Ogni valutazione, pertanto, resta sospesa in vista del prossimo GP che si disputerà in Ungheria ma la sensazione di tutti è che anche quest’anno le Mercedes, così come accade con la Juventus relativamente alle scommesse calcio sulla nostra Serie A, siano le favorite indiscusse per la vittoria del titolo.


Il futuro delle Rosse

Inutile negare che se Leclerc e Vettel sono entrati in contatto al primo giro la colpa è anche, se non principalmente, della Ferrari stessa, che non è stata in grado di fornire ai propri piloti una macchina in grado di competere ad alti livelli. Il decimo posto in qualifica di Vettel e il quattordicesimo di Charles, non fanno onore alla casa di Maranello che da qui a fine campionato sarà chiamata a invertire radicalmente la rotta al fine di evitare che questa possa essere ricordata come una delle peggiori stagioni, se non la peggiore, della propria gloriosa storia. Sul banco degli imputati c’è ovviamente il Team Principal Mattia Binotto, accusato di aver costruito una macchina poco competitiva e di aver gestito nel peggiore dei modi la questione legata al rinnovo di Sebastian Vettel. Il tedesco nei prossimi giorni dovrebbe ufficializzare il suo passaggio in Aston Martin a partire dal 2022 e non vediamo l’ora di scoprire se il quattro volte campione del mondo riuscirà a tornare competitivo in ottica titolo.

La stagione della F1 è appena iniziata, ma in casa Ferrari è già tempo dei primi bilanci e non ci resta altro da fare che aspettare per capire se gli ulteriori aggiornamenti attesi in Ungheria riusciranno a far compiere alle Rosse il tanto atteso salto di qualità.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Stiria 2020


Tag
gp stiria | ferrari sf1000 |


Commenti
- Formula1.it
Il primo pacchetto di aggiornamenti portato in Austria in tempi record era stato messo a disposizione ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it