Alfa Romeo in Belgio per non sfigurare

Alfa Romeo in Belgio per non sfigurare

By:
3040

Quelle sacre miglia. Eau Rouge e Raidillon, Pouhon e Blanchimont - curve che non hanno bisogno di presentazioni. Spa-Francorchamps è un luogo che incarna la passione e la storia della Formula Uno: è vero, la pista non è più quella di 14 chilometri che si infilava nelle Ardenne e nomi come Masta Kink e Burnenville sono usciti dal nostro vocabolario del weekend di gara, ma c'è ancora qualcosa che collega i piloti attuali con gli eroi che hanno sfidato quelle strade nei giorni passati.

E' ancora la pista più lunga del calendario, è un circuito dove il pilota può fare la differenza. E' la pista dove Michael ha debuttato e ha brillato. E' dove Mika lo ha superato beffandolo durante un doppiaggio sul rettilineo del Kemmel, è dove Ayrton ha dominato la pioggia. È dove Kimi ha trionfato quattro volte.

Come molti altri luoghi storici dell'automobilismo sportivo, e soprattutto per un tracciato così temibile, anche Spa è immersa nella tragedia. È il luogo che ha rubato a Stefan Bellof un brillante futuro in Formula Uno; è dove Chris Bristow e Alan Stacey morirono nel giro di pochi minuti - e a poche centinaia di metri - l'uno dall'altro. È dove il giovane astro nascente di Anthoine Hubert ci è stato crudelmente portato via l'anno scorso.


Spa ha contribuito a scrivere pagine gloriose e tragiche del nostro sport ma, come sempre, le pagine che aspettiamo con più impazienza sono quelle ancora sono da scrivere. Ogni volta che saliamo in macchina qui, onoriamo i tanti che l'hanno fatto prima, quelli che sono tornati con gli allori e quelli che non sono più tornati. Ci saranno giorni duri, ci saranno giorni buoni, ma il solo fatto di correre su questo terreno sacro è un motivo sufficiente per sorridere.

 
Seguono le dichiarazioni del team Alfa Romeo Racing
 
Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e CEO Sauber Motorsport AG: "La settimana di riposo ci ha dato un po' di tempo per riorganizzarci e prepararci per i prossimi tre eventi in successione. Non c'è bisogno di dire che tutti nel team stanno lavorando molto duramente per migliorare la nostra vettura e per estrarne tutto il potenziale: in questo sport, però, non succede nulla da un giorno all'altro, quindi dobbiamo essere realistici sulle nostre aspettative. Dobbiamo fare un passo alla volta, colmare il divario e continuare a spingere da qui alla gara finale".

Kimi Räikkönen
"Spa è una delle mie piste preferite, dove ho fatto bene in passato, ma la forma precedente conta molto poco in Formula Uno. Ogni anno è una storia a sé stante e noi dobbiamo solo concentrarci a fare il nostro lavoro al meglio delle nostre capacità. Dobbiamo continuare a lavorare sodo per colmare il divario con chi ci sta davanti. Ognuno deve fare la sua parte, in macchina e in fabbrica, per sfruttare al meglio quello che abbiamo".
 
Antonio Giovinazzi (vettura numero 99):
"Ci sono luoghi che fanno parte della storia della Formula Uno e Spa è sicuramente uno di questi. Quando ero piccolo, il mio idolo era Michael Schumacher e lui aveva un rapporto speciale con questo luogo, quindi quando si va in pista per la prima volta il venerdì non si può non pensare a tutta quella storia. Spa è una grande pista da guidare, piena di curve impegnative: è un tracciato lungo e si vuole mantenere un buon flusso per tutto il giro".

Si ringrazia il media hub di Sauber Group

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Belgio 2020


Tag
gp belgio | dichiarazioni alfa romeo |


Commenti
- Formula1.it
Quelle sacre miglia. Eau Rouge e Raidillon, Pouhon e Blanchimont - curve che non hanno bisogno di presentazioni. ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it