Gp Spagna - Le pagelle
By:
2270

Ancora loro, sempre loro, Max Verstappen e Lewis Hamilton.
Non ci sono più dubbi ormai, i protagonisti della stagione 2021 di F1 sono i piloti rispettivamente di Mercedes e Red Bull che, come da inizio anno, non perdono occasione di battagliare per la vittoria di ogni singola gara e regalare spettacolo in ogni gara del mondiale di F1.

Anche sulla pista di Barcellona, davvero probante e indicativa per i valori in campo delle vetture, Mercedes e Red Bull si sono dimostrate le prime della classe e, ancora una volta hanno regalato grande spettacolo tenendo aperta, fino a pochi giri dalla fine, la lotta per la vittoria.
Alla fine però, dopo 66 giri di gara, a trionfare è stato ancora una volta il pilota Inglese della Mercedes.

Lewis Hamilton, dopo una prima parte di gara dove ha fatto sfogare Verstappen, ha messo in mostra tutto il suo talento e voglia di vincere, eseguendo una strategia di gara davvero a limite che lo ha portato al successo, il 98esimo della carriera e il terzo stagionale, ai danni della Red Bull di Max Verstappen.

Una gara, quella andata in scena in Spagna, abbastanza ricca di azione, che è stata importante per tracciare un quadro dei valori in campo.
Di fatto, il quarto round stagionale ha marcato ancora una volta quelli che sono i valori in merito alle prestazioni dei singoli team, così come le differenze tra piloti all'interno di uno stessa squadra.
Di fatto, lo stato dell'arte della stagione 2021 è quello di un campionato estremamente combattuto, nella zona di vertice così come nella zona di media-alta classifica, dove i team sono divisi da gap estremamente contenuti e sono i dettagli a fare la differenza.

Svolta questa introduzione, andiamo ad analizzare il rendimento durante il Gran Premio di Spagna, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes: 9.5
Dopo un inizio di stagione più complicato del previsto, tornano al top vincendo una gara estremamente indicativa delle performance delle vetture, mettendo entrambe le macchine a podio. Bella prestazione per il team Inglese che dovrà sfruttare il momento positivo per allungare in classifica su Red Bull.

Hamilton: 10
Perfetto, assolutamente perfetto.
Grandissimo weekend, dove centra la pole numero 100 della carriera, e super gara nella quale sfrutta una super strategia che lo porta alla vittoria, andando sempre all'attacco e non commettendo neppure una sbavatura. Applausi.

Bottas: 7
Criticato da tutti, ma solido come pochi. Parte terzo e chiude al terzo posto, rendendosi autore di una gara senza acuti ma senza errori. Non ci mette del suo per andare oltre i limiti della macchina, ma senza dubbio fa il massimo che può, dato anche che compete contro due fuoriclasse.

Red Bull: 7.5
Ancora una volta dimostrano di avere una vettura molto competitiva, ma continuano a non concretizzare al massimo. Pagano la super strategia Mercedes e perdono una vittoria meritata. Il potenziale c'è, ma manca ancora un pizzico per essere al top.

Verstappen: 9
Fa il suo, con una Red Bull assolutamente in forma, dimostrandosi veloce, non commettendo errori e facendo una partenza davvero aggressiva. Peccato per la mancata reazione del team alla tattica Mercedes e, per questo, nel finale si ritrova senza gomme dinanzi ad un rientrante Hamilton, non potendo lottare per la vittoria.

Perez: 6
Non un super fine settimana per il Checo, opaco in qualifica (anche a causa di un problemi fisici) così come in gara dove chiude quinto, dietro alla Ferrari di Leclerc. Non un buon risultato considerando la macchina che ha. Dovrà riscattarsi sin da Monaco.

Ferrari: 8.5
Considerando che si è corso su una pista storicamente ostica per Maranello, il risultato finale è davvero buono, poiché la SF21 si dimostra veloce più di McLaren e Alpine e gentile sulle gomme, su una pista molto indicativa. Un fine settimana che potrà far ben sperare per il prosieguo della stagione.

Leclerc: 9
Perfetto, tira fuori il massimo dalla vettura e anche di più. Grande in qualifica, dove è quarto, così come in gara. Chiude ai piedi del podio dopo una super partenza che per quasi metà gara lo vede in top 3. Alla fine non è a terzo, ma fa il massimo con ciò che ha.

Sainz: 7.5
Non super in qualifica e in partenza, dove naviga alle spalle di Leclerc e in lotta con Mclaren e Alpine. In gara gestisce bene le gomme e rimonta sino alla sesta piazza. Non super ma alla fine chiude un buon fine settimana.

Mclaren: 6.5
Dopo un esaltante prima parte di stagione, arriva un weekend leggermente opaco per il team di Woking. Battuti in qualifica e gara da Ferrari. Non sono male in termini assoluti, ma ci si aspettava una conferma su questo tipo di pista per la MCL35M. Un piccolo passo falso da mettersi alle spalle in tempi rapidi.

Norris: 6
Dopo un grande avvio di stagione, porta a termine un anonimo fine settimana, dove è battuto sia in qualifica che in gara dal team mate Ricciardo. Non una tragedia, ma non deve smarrire il trend positivo che aveva imboccato sin dal Bahrain.

Ricciardo: 8
Era atteso al varco, dopo un avvio di stagione sottotono. La risposta tanto attesa arriva e l'Australiano chiude un gran bel fine settimana, nel quale batte Lando Norris e la Ferrari di Carlos Sainz. Una gara da cui partire per attestarsi con continuità su questi livelli di competitività.

Aston Martin: 5
Anche in Spagna si confermano come una delle maggiori delusioni del 2021, considerati i presupposti e la stagione passata. Sembrano incapaci di qualsiasi tipo di reazione, probabilmente già rassegnati ad un annata infelice, pronti a puntare sul 2022.

Vettel: 5.5
Non bene in qualifica, così come in gara, non tanto in termini di risultati, dove tira fuori il massimo da ciò che ha a disposizione, ma per la lotta interna con Lance Stroll che, per 3 gara su quattro gli è davanti. Vada per la macchina poco performante, ma da un quattro volte Campione del mondo, nella lotta interna al box, ci si aspetta di più.

Stroll: 7
Dopo la battuta di arresto a Portimao, torna a fare la differenza nella lotta interna al box Aston Martin, ai danni di Sebastian Vettel. Ad oggi è l'unico obiettivo a cui può guardare e lo fa bene, battendo per la terza volta in quattro gare il team mate.

Alpine: 6.5
Segnali di ripresa per il team Francese che, dopo un brutto avvio di stagione mostra buone cose per la seconda gara consecutiva, entrando in Q3 ed in zona punti. Due gare positive da cui partire per costruire una solida annata.

Alonso: 5.5
Male in qualifica, dove è brutalmente battuto da Esteban Ocon. In gara appare in difficoltà, anche a causa di problemi sulla vettura, sorpassato da molti piloti che, da lui avrebbero molto da imparare. Un pilota forte che, probabilmente, paga ancora lo scotto di due anni di inattività.

Ocon: 7.5
Davvero un bel weekend per il Francese che, come a Portimao, batte Alonso sia in qualifica che in gara. Era chiamato ad una prova di carattere davanti all'arrivo del campionissimo Spagnolo e, ad oggi, sta rispondendo presente.

Alpha Tauri: 5.5
Ancora una volta, come per tutta la stagione, non concretizzano il buon potenziale che sembrano avere, ma alla fine portano a casa un punto, accusando però problemi di affidabilità. Devono iniziare a concretizzare sin dal prossimo GP, e con due macchine, altrimenti gli avversari prenderanno il largo in classifica.

Gasly: 6.5
Non perde mai occasione di dimostrare quanto veloce sia, soprattutto in qualifica, battendo ancora una volta il compagno di squadra. In gara non è stratosferico, tanto che commette errori sia al via che al pit stop, ma alla fine riesce a mettere la macchina a punti.

Tsunoda: 4
Ha molta grinta, molta aggressività, anzi troppa, che lo porta a generare tensione nel team e a non concretizzare il potenziale che ha, visto che è puntualmente battuto da Gasly e ancora a zero punti in classifica. Deve calmarsi e iniziare a cogliere risultati.

Alfa Romeo Racing: 4.5
Non mostrano un buon potenziale durante il fine settimana, e in gara chiudono fuori dalla zona punti. Come se non bastasse, continuano a commettere errori ai box, sprecando ogni tipo di occasione.
Rispetto al 2020 i passi in avanti ci sono stati, ma bisogna iniziare a concretizzare e portare a casa punti per smuovere la classifica.

Raikkonen: 6
Con una Alfa non certo esaltante poco può fare. Tenta un azzardo di strategia, allungando molto il primo stint sperando in una safety car verso la fine. Alla fine la tattica non paga, tanto che chiude dodicesimo e fuori dai punti.

Giovinazzi: 6
Bene in qualifica dove, ancora una volta batte Raikkonen. In gara tenta l'azzardo del pit anticipato, ma una gomma forata nel set nuovo gli fa perdere tempo, rovinandogli la gara. Il suo lo fa sempre, essendo solido e esente da errori, ma davanti alle varie sfortune poco può.

Haas: 5
Cosa possono fare con la stessa vettura della passata stagione se non navigare nelle retrovie?
Poco valutabile un team che punta a sopravvivere, con la speranza di voltare pagina nel 2022.

Schumacher: 7.5
Date le premesse del team con cui gareggia poco può fare se non battere il compagno di squadra. Lo fa e molto bene, sia in qualifica che in gara dove gli rifila quasi un minuto di distacco.

Mazepin: 4
A differenza delle prime gare, non commette errori, ma arriva sotto la bandiera a scacchi davvero molto staccato dal compagno Schumacher. Vale la F1?

Williams: 6
La crescita rispetto al 2020 è visibile soprattutto in qualifica, dove sono performanti. In gara non sono altrettanto veloci ma, grazie alle varie circostanze si mettono  alle spalle una Alpine e un Alfa Romeo. Malgrado tutto; è ancora il lavoro da fare.

Russell: 7
Non sorprende più, visto che ormai ci ha abituato a portare la Williams in Q2 e dare il suo meglio, sempre.
Fa quel che può, ma la Williams in gara non è affatto veloce e chiude nelle retrovie, seppur battendo, ancora una volta, il team mate, oltre ad una Alpine e una Alfa Romeo.

Latifi: 6
Rispetto al team mate Russell è un pilota di livello inferiore ma, rispetto alla scorsa stagione mostra passi in avanti importanti, non sbagliando e non rimediando grossi gap. Non un fenomeno ma quantomeno non manca di umiltà e dedizione nel lavoro. 



Tag
gp spagna | pagelle gp Spagna | spanishgp |


Commenti
- Formula1.it
Piste diverse, stessi protagonisti. Anche nel GP di Spagna, sono stati Hamilton e Verstappen a giocarsi ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it