Verso il Mondiale 2022... Numeri e storie del GP di Abu Dhabi
Ormai, quando si cita il Gran Premio di Abu Dhabi, il pensiero va subito a quanto accaduto lo scorso 12 dicembre. Tuttavia, Yas Marina, pur non essendo uno dei tracciati storici della Formula 1, ha regalato grandi emozioni anche in passato.

Ormai, quando si cita il Gran Premio di Abu Dhabi, il pensiero va subito a quanto accaduto lo scorso 12 dicembre, con Max Verstappen che si è laureato Campione del Mondo per la prima volta in carriera dopo un epico (e controverso) finale di gara. Il circuito di Yas Marina, tuttavia, pur non essendo uno dei tracciati storici della Formula 1, ha regalato grandi emozioni anche in passato.

Complice la collocazione della gara nel calendario (la parte finale), infatti, più volte gli Emirati Arabi sono stati il palcoscenico sul quale si è deciso il mondiale, sia quello piloti sia quello costruttori. In particolare, nel 2010, nel 2014 e nel 2016. Andiamo a scoprire di più! 

QUI LE INFORMAZIONI STORICHE E GEOGRAFICHE

Le cifre del Gran Premio di Abu Dhabi


Il Gran Premio di Abu Dhabi è andato in scena per la prima volta nel 2009 e non è mai più uscito dal calendario. Anzi recentemente, è anche arrivato l'annuncio che vi resterà almeno fino al 2030. Tornando al passato, il circuito di Yas Marina ha visto diversi vincitori: Sebastian Vettel si è aggiudicato le prime due edizioni e quella del 2013 a bordo della Red Bull. Lewis Hamilton, invece, ha vinto con la McLaren nel 2011 e con la Mercedes nel 2014, 2016, 2018 e 2019: quasi un dominio il suo. Tra i vari piloti che sono saliti sul gradino più alto del podio abbiamo anche Kimi Raikkonen (2012, Lotus), Nico Rosberg (2015, Mercedes), Valtteri Bottas (2017, Mercedes) e, ovviamente, Max Verstappen, il quale con la sua Red Bull ha trionfato nel 2020 e nel 2021.

Anche per quanto rigarda le Pole Position, Hamilton è il primo della graduatoria, con le sue 5 affermazioni. Seguono Vettel (3), Verstappen (2), Raikkonen, Rosberg e Bottas. Il sette volte Campione del Mondo britannico è, inoltre, colui che ha ottenuto più podi e punti. Mentre Vettel vanta il maggior numero di giri veloci, 4.

Storie del Gran Premio di Abu Dhabi

In apertura facevamo riferimento alle varie volte in cui il Gran Premio di Abu Dhabi è stato decisivo nella lotta per i titoli iridiati. Volendo un attimino accantonare quanto avvenuto circa un mese fa, andiamo a ripercorrere in sintesi tre storie che ci ha regalato Yas Marina.

2010 Harakiri Ferrari, Alonso si arrende a Vettel

Nel 2010 si arrivò all’ultimo appuntamento di Abu Dhabi con quattro piloti in lotta per il titolo: Alonso (arrivato quell’anno in Ferrari e giunto all'ultima corsa al comando della classifica) Webber, Vettel e Hamilton. Tale gara, i tifosi della Rossa la ricordano ancora oggi come una ferita per l’errore del box di Maranello che condannò lo spagnolo. Alonso venne richiamato subito dopo la sosta anticipata di Webber, ritrovandosi in pista alle spalle di Vitaly Petrov, allora pilota Renault, dietro al quale rimase fino al traguardo. La settima posizione, davanti a Webber (8°), non bastò a Nando per conquistare il terzo titolo iridato: la vittoria andò a Sebastian Vettel, che si laureò Campione del Mondo per la prima volta in carriera. Il tedesco chiuse in testa al Mondiale con 256 punti, contro i 252 del pilota Ferrari, i 242 di Webber e i 240 di Hamilton.

2014 Hamilton, la prima volta (in Mercedes) non si scorda mai

Nel 2014 fu Lewis Hamilton il protagonista assoluto ad Abu Dhabi. Negli Emirati Arabi, il britannico arrivò con 334 punti contro i 317 del compagno di squadra della Mercedes, Nico Rosberg, con il GP di chiusura che assegnava punti doppi in classifica. Hamilton non tentennò: vinse gara e Mondiale (il primo con il team di Brackley), mentre il tedesco terminò la corsa fuori dalla zona punti.

2016 Rosberg trionfa e saluta la F1

Il 2016 è stato l'ultimo anno prima del 2021 in cui si è assegnato il Mondiale nella gara conclusiva del calendario. Lo scenario, ovviamente, sempre quello di Abu Dhabi, con gli stessi protagonisti del 2014: Rosberg ed Hamilton. Alla fine, però, quell’anno ebbe la meglio il tedesco, che conquistò il suo primo e unico titolo in carriera, prima di dare l’addio alle corse cinque giorni dopo la gara. Nico rivelò, poi, di aver salutato la F1 per il troppo stress e l'eccessiva pressione provata nella battaglia contro il compagno di squadra. 


E secondo voi, che storia ci proporrà Abu Dhabi nel 2022?

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2021


Tag
gp abu dhabi | formula 1 | storia |


Commenti
-
Formula1.it

Ormai, quando si cita il Gran Premio di Abu Dhabi, il pensiero va subito a quanto accaduto lo scorso ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it