McLaren si oppone all'aumento del budget cap per i danni nelle gare sprint

La F1 ha debuttato con il suo nuovo formato del "sprint race weekend" in tre eventi nel 2021, con gare di 100 km al sabato che offrivano punti ai primi tre e decretavano la griglia per la gara di domenica.

Nonostante diverse critiche, le prove del formato effettuate l'anno scorso hanno portato alla formulazione di un piano per espanderlo a sei eventi per il prossimo anno. L'apertura della stagione in Bahrain sarà proprio il primo evento ad ospitare una sprint race, utilizzando probabilmente la configurazione ad anello esterno del circuito.

Sono tutt'ora in discussione delle modifiche al numero di posizioni utili per l'assegnazione dei punti, al modo in cui viene assegnata la "pole position" e se la mini gara del sabato stabilirà la griglia per la gara di domenica.

Anche se le squadre sono state tutte favorevoli a continuare ed espandere il formato sprint per quest'anno, non c'è stata unanimità per stabilire un reddito extra da usare come indennità in caso di incidenti, e come questo si adatterebbe con il tetto di bilancio.


La F1 ha introdotto un budget cap di 145 milioni di dollari l'anno scorso che scenderà a 140 milioni di dollari per quest'anno, prima di scendere di altri 5 milioni di dollari nel 2023.

Il CEO della McLaren Racing, Zack Brown, ha commentato che il nuovo formato ha avuto "un impatto molto positivo sulle cifre degli spettatori", e che mentre le modifiche al formato potevano essere discusse, la squadra sarebbe stata ferma nella sua opposizione all'aumento del budget cap.

"Alcuni vogliono cogliere l'opportunità di aumentare il tetto dei costi. Siamo fermamente contrari ad alzare il tetto dei costi per qualsiasi cosa. Quindi avremo bisogno di lavorare su questo problema".

Nel 2021, le squadre hanno ricevuto un'indennità di 450.000 dollari per partecipare alle tre gare sprint, così come ulteriori 100.000 dollari per i danni da incidente.

Ma Brown ha aggiunto che "un paio di squadre" stavano cercando di aumentare il tetto del budget "di un importo ridicolo" per il 2022, nonostante ci sia stato un basso numero di incidenti al primo giro.

"La realtà è che l'anno scorso ci sono stati pochissimi danni. Quando questo ci è stato proposto un anno fa, hanno fatto un rapporto sui danni subiti nei giri di apertura, ed era anche nel rapporto che mostrava che c'erano pochissimi danni. Abbiamo accettato questo formato pensando che ci potessero essere molti pochi danni, ed è venuto fuori che ci sono stati molti pochi danni. Eppure un paio di squadre vogliono ancora cogliere l'opportunità di aumentare il budget di un numero ridicolo. Da quello che ho visto, ci sono stati po incidenti nelle prove libere che nelle gare sprint. Potrebbe essere una novità per alcune squadre dover gestire un budget, ma penso che sia nello spirito dello sport, quindi si può certamente abbinare le entrate alle spese e risolvere il problema. Ma penso che le entrate cresceranno nel tempo, e penso che dobbiamo stare molto attenti ad essere fiscalmente sostenibili, perché  certe squadre non colgano l'opportunità per cercare di aumentare il tetto in continuazione. Dobbiamo resistere a questo"

Articolo originale su motorsport.com


Tag
budget cap | mclaren | dichiarazioni brown |


Commenti
-
Formula1.it

Il nuovo formato non ha convinto e McLaren rimane "irremovibilmente contraria" all'aumento del budget ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it