C’è un elemento che la FIA non può controllare: ecco cosa emerge dal rapporto di Abu Dhabi

Siamo tutti a conoscenza degli episodi che hanno caratterizzato l’ultimo GP della stagione a Yas Marina e del risultato che ne è scaturito. Le decisioni prese da Michael Masi nell’occasione sono state punite con la sua esclusione dalla direzione gara di cui ne è stato il direttore dal giorno dell’improvvisa scomparsa di Charlie Whiting.

La FIA non ha preso tale provvedimento alla leggera. A pochi giorni dalla conclusione dell’ultimo appuntamento del 2021 ha annunciato che avrebbe svolto un vero e proprio processo di cui avrebbe poi divulgato il rapporto prima dell’inizio del mondiale 2022.

Ci sono voluti tre mesi affinché si potesse venire a conoscenza del verdetto che oltre all’addio di Masi ha anche annunciato l’istituzione di una nuova direzione gara, gestita da due diversi direttori che si sarebbero alternati nel corso della stagione (qui l'approfondimento). Figure supervisionate da una terza parte esterna e supportati da una nuova tecnologia che li avrebbe aiutati a prendere le decisioni opportune molto più in fretta rispetto al passato.


L'errore umano

Ma cosa ha comportato tutto questo trambusto? Soprattutto un errore. Quello derivante dalla scelta di Masi di permettere soltanto a determinate vetture di sdoppiarsi dalla Safety Car. Partendo da questo, c’è un aspetto sul quale vorremmo porre la nostra attenzione.

Il rapporto era stato accompagnato da una dichiarazione rilasciata dal World Motor Sport Council che recitava: “Il direttore di gara ha richiamato la safety car nella corsia dei box senza che avesse completato un giro aggiuntivo come richiesto dal regolamento sportivo della F1. L'errore umano ha portato al fatto che non tutte le auto hanno potuto sdoppiarsi da sole."

L'elemento che la FIA non potrà mai controllare

La cosa curiosa, fatta anche notare ‘RaceFans.com’, è come il termine ‘errore umano’ non compaia poi nel rapporto redatto e rilasciato dalla FIA. Questo ci mette di fronte ad un fatto importante. L’errore umano non è prevedibile, esiste, si è verificato e potrà ripetersi anche in futuro. La Federazione potrà nominare altri 10-100 o 1000 nuovi direttori di gara ogni anno, ma la cosa certa è che ognuno di questi sbaglierà prima o poi. Ed è questo l'elemento che la Federazione nn potrà mai controllare.


Forse, ciò che ha ‘condannato’ Masi, non è stato tanto l’errore commesso, ma il fatto di volersi difendere a tutti i costi. L’ex direttore di gara è stato sottoposto ad una grande pressione. Negli ultimi anni non si era mai vista una stagione raggiungere dei livelli così elevati di competizione e il canadese ne è stato senza dubbio sopraffatto. Cosa messa in evidenza anche nel rapporto.

Le squadre chiedono trasparenza

Quello che le squadre ora chiedono alla FIA infatti, non è tanto l’esser protetti da eventuali ‘errori umani’, ma di vivere una situazione di assoluta trasparenza. Sbagliare si sbaglia tutti, l’importante è che vengano sempre ammessi e che se ne discuta per trovare delle soluzioni adeguate caso per caso.


Questo almeno il pensiero riservato da Andreas Seidl in merito:Dobbiamo accettare che gli errori possono accadere, da parte della squadra ma anche da parte della FIA. Per me è molto importante discuterne. Se dovessero verificarsi episodi simili in futuro sarebbe bello vedere qualcuno alzare la mano e ammettere lo sbaglio."

"Solo così si possono prendere le opportune contromisure del caso e magari anche correggere le conseguenze di tali errori con tutte le discussioni che ne deriverebbero. Bisognerebbe sempre cercare di evitare le polemicheha affermato in chiusura il manager della McLaren secondo quanto riportato da 'RaceFans.net'.


Tag
rapporto fia | fia | gp abu dhabi 2021 | f1 | stagione 2021 | masi | verstappen | hamilton | seidl |


Commenti
-
Formula1.it

Siamo tutti a conoscenza degli episodi che hanno caratterizzato l’ultimo GP della stagione a Yas Marina ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it