Il nuovo regolamento ha funzionato, mai più Mercedes rosa, spazio ai progettisti
Mai più "Mercedes rosa". Quest’anno abbiamo visto in pista monoposto esteticamente molto differenti e una varietà importante di soluzioni aerodinamiche e meccaniche favorite del nuovo regolamento. Scopriamo il sistema di classificazione dei componenti.

Tempo di lettura: 15 minuti

Il nuovo regolamento della Formula 1 non si limita a nuovi concetti aerodinamici delle vetture, ma prevede una nuova classificazione e una nuova nomenclatura per la designazione dei componenti che ogni team deve progettare o costruire autonomamente o può acquistare da altri team.

Questo sistema non è del tutto nuovo, poiché da tempo conosciamo la differenziazione tra le cosiddette "listed parts", quelle che un team deve progettare da solo, e le "non listed parts", quelle che possono essere fornite da un altro team. Ma in questa stagione sono state introdotte quattro classificazioni e relative denominazioni formali dei componenti che si applicano a tutte le parti della vettura al di fuori del propulsore, che è coperto da regole specifiche.


I componenti sono così classificati:

  • componenti di squadra elencati (LTC)
  • componenti trasferibili (TRC)
  • componenti di fornitura standard (SSC)
  • componenti open source (OSC).

I nomi danno già un'idea di cosa siano, ma in F1 nulla è semplice, quindi è importante capire esattamente cosa significhino queste diverse classificazioni, stabilite nel regolamento tecnico della F1.

 

Componenti di squadra elencati (LTC, Listed Team Components)

Questa categoria esisteva già l'anno scorso ed erano chiamate "listed parts". Si tratta di "componenti la cui progettazione, produzione e proprietà intellettuale è posseduta e/o controllata da un singolo team o dai suoi agenti su base esclusiva".

Ciò significa che i team possono esternalizzare a terzi tutto o parte del lavoro, ma ciò deve avvenire su base esclusiva. In breve, significa che la progettazione di queste parti deve essere interamente opera propria e non presa da altri team. Nella classificazione si include qualsiasi lavoro precedente sulle parti che ne ha costituito la base.

Aston Martin, più volte accusata di aver copiato soluzioni da altri team

Tuttavia, è consentito utilizzare come parte di questi progetti la proprietà intellettuale o la tecnologia di aziende terze, a condizione che sia commercialmente disponibile per tutti.

In seguito alla controversia sulla "Mercedes rosa" prodotta da Racing Point nel 2020, sono state introdotte regole che disciplinano la misura in cui il design di tali parti può essere ispirato da altri team.

Il regolamento stabilisce che "è consentito essere influenzati dal design del concetto di una LTC della concorrenza", ma non fino al punto di fare reverse engineering.

Quest'ultimo è definito come l'utilizzo di fotografie e immagini combinate con "un software che le converte in nuvole di punti, curve, superfici o che consente di sovrapporre la geometria CAD o di estrarla dalla fotografia o dall'immagine".

Sono vietate anche la stereofotogrammetria, le telecamere 3D e altre tecniche stereoscopiche 3D, la scansione di superfici e "qualsiasi tecnica che proietti punti o curve su una superficie in modo da facilitare il processo di reverse-engineering".


L'elenco delle LTC è alquanto ridotto, ma copre comunque gran parte degli aspetti chiave delle prestazioni dell'auto, considerando che sono coinvolte molte parti dell'aerodinamica delle monoposto

Elenco LTC

  • Cella di sopravvivenza e struttura primaria del rollio
  • Struttura d'urto anteriore
  • Componenti aerodinamici (se non diversamente specificato)
  • Blocco del pattino sul fondo
  • Tamburo della ruota e deflettore del tamburo
  • Serbatoio del carburante


Componenti trasferibili (TRC, Transferrable Components)

Un tempo chiamate "non listed parts", sono componenti di cui i team o terze parti detengono la proprietà intellettuale ma che possono essere fornire ad altri team.

La Haas è la scuderia che più di tutte le altre compra parti dal suo fornitore Ferrari

La Haas è la squadra che utilizza il maggior numero di TRC, massimizzando le parti che prende dal partner tecnico Ferrari. Tuttavia, anche AlphaTauri e Aston Martin ne approfittano da tempo, mentre la Williams ha utilizzato il cambio e relativi sistemi idraulici forniti dalla Mercedes solo a partire dal 2022.

Il regolamento prevede che per fornire i TRC, il team o il fornitore terzo "deve possedere e/o controllare tutti i diritti, le informazioni e/o i dati di qualsiasi natura (compresi tutti gli aspetti della progettazione, della produzione, del know-how, delle procedure operative, delle proprietà e delle calibrazioni)".

I TRC forniti da una squadra a un'altra devono essere identici a quelli utilizzati, anche se il team di destinazione può modificarli. Ciò significa che le squadre non possono progettare TRC su misura appositamente per fornirli a un'altra squadra.

Il regolamento sui TRC consente inoltre alle squadre di fornire a un team concorrente parti la cui progettazione è stata in tutto o in parte esternalizzata, a condizione che la terza parte non sia un'altra squadra o una che "progetta direttamente o indirettamente TRC o LTC per qualsiasi altro concorrente".

Il fornitore deve inoltre fornire al proprio cliente tutte le informazioni finanziarie pertinenti, e le norme finanziarie stabiliscono che ai componenti deve essere attribuito un "valore equo" ai fini della contabilità dei costi.

L'insieme dei componenti trasferibili è simile a quello degli anni precedenti, anche se una modifica riguarda i componenti aerodinamici a copertura delle sospensioni, che adesso i team sono obbligati a produrre autonomamente

Elenco TRC

  • Struttura d'urto posteriore
  • Scatola del cambio
  • Supporto del cambio
  • Frizione
  • Sistema di azionamento della frizione
  • Albero della frizione
  • Componenti interni della scatola del cambio
  • Componenti ausiliari del cambio (sistema dell'olio, retromarcia, ecc.)
  • Sospensione anteriore interna
  • Sospensioni anteriori
  • Gruppo montante anteriore (esclusi assali, cuscinetti, dadi e sistema di ritenzione)
  • Assali anteriori (all'interno della superficie di contatto con il distanziale della ruota) e cuscinetti
  • Sospensione posteriore interna
  • Sospensioni posteriori
  • Gruppo montante posteriore (esclusi assi, cuscinetti, dadi e sistema di ritenzione)
  • Assali posteriori (all'interno della superficie di contatto con il distanziale della ruota) e cuscinetti
  • Sterzo servoassistito
  • Componenti dell'impianto di alimentazione non elencati come OSC o SSC o LTC
  • Pompa idraulica
  • Sensori e valvole di controllo del collettore idraulico
  • Tubi tra pompa idraulica, collettore idraulico e cambio o attuatori del motore
  • Scambiatore di calore secondario (nel sistema dell'olio e del refrigerante)
  • Supporti della power unit alla scatola del cambio e alla cellula di sopravvivenza
  • Sistema di scarico oltre le uscite della turbina e della wastegate (che sono coperte dalle regole della PU)
  • Sistemi di cablaggio


Componenti di fornitura standard (SSC, Standard Suplly Components)

Come suggerisce il nome, si tratta di parti progettate e prodotte da un fornitore designato dalla FIA. In breve, si tratta di parti specifiche utilizzate da tutti i team.

Questi componenti non possono essere modificati e i team non possono condividere, direttamente o indirettamente, alcuna informazione utilizzata per migliorare le loro prestazioni.


AlphaTauri, condivide con Red Bull alcune componenti e la galleria del vento

Tra le nuove SSC di quest'anno ci sono i copricerchi, prodotti dall'azienda tedesca BBS, e il sensore di pressione degli pneumatici obbligatorio, richiesto da Pirelli, che le consentirà di monitorare con maggiore precisione le condizioni di funzionamento dei suoi prodotti.

Ci sono anche SSC ben più noti, come i pneumatici Pirelli, le centraline standard fornite da McLaren Applied Technologies dal 2008 e i misuratori di flusso del carburante forniti dall'azienda britannica Sentronics dal 2018.

Elenco SSC

  • Copriruota
  • Coppia dell'albero della frizione
  • Cerchi ruota
  • Sensore di pressione degli pneumatici (TPMS)
  • Pneumatici
  • Pompe del sistema di alimentazione, tubi flessibili e tubazioni flessibili
  • Sensore di corrente/tensione dell'accumulatore di energia della power unit
  • Misuratore di flusso del carburante
  • Sensori di pressione e temperatura della centralina
  • Pompa del carburante ad alta pressione
  • Telemetria auto-squadra
  • Radio del pilota
  • Registratore di dati sugli incidenti (ADR)
  • Telecamera ad alta velocità
  • Accelerometro auricolare
  • Guanti biometrici
  • Sistema di smistamento
  • Transponder di cronometraggio
  • Telecamere TV
  • Centralina standard
  • Centralina standard Applicazioni FIA
  • Luci posteriori


Componenti Open Source (OSC, Open Source Components)

Si tratta di una denominazione è categoria completamente nuova, che si applica a quei componenti il cui design e la cui proprietà intellettuale sono messi a disposizione di tutti i team. Esistono come alternativa a una più ampia diffusione di componenti di fornitura standard, consentendo ai team di modificare i componenti per adattarli ai propri progetti.

I team devono caricare le specifiche di progetto e le eventuali modifiche successive su un server FIA accessibile a tutti i team. Questo deve avvenire prima che il pezzo venga fatto girare per la prima volta in pista.

I team possono prendere e modificare tali progetti per i componenti, che possono utilizzare in base alla cosiddetta licenza FIA per i componenti open source. Tuttavia, sono possibili restrizioni su qualsiasi OSC che utilizzi informazioni proprietarie e/o proprietà intellettuale di un fornitore terzo, con l'obbligo per qualsiasi squadra di poter ordinare tali componenti dal fornitore anche se le informazioni di progettazione vengono rimosse da quelle presenti sul server OSC.

I team sono responsabili dell'installazione e del funzionamento di qualsiasi componente OSC (anche dal punto di vista della responsabilità), ma è anche richiesto di condividere le informazioni su eventuali problemi che si verificano.

Gli OSC possono anche essere forniti da un concorrente all'altro, diventando di fatto una forma di TRC.

Elenco OSC

  • Struttura del fondo anteriore
  • Pedali
  • Regolatore dell'ala posteriore (DRS)
  • Albero di trasmissione
  • Assali anteriori (al di fuori della superficie di contatto con il distanziale della ruota), dadi e sistema di ritenzione
  • Assi posteriori (al di fuori della superficie di contatto con il distanziale della ruota), dadi e sistema di ritenzione
  • Piantone dello sterzo
  • Volante e sgancio rapido
  • Disco freno, campana del disco e gruppo pastiglie
  • Pinze dei freni
  • Sistema di controllo del freno posteriore (brake by wire)
  • Pompa del freno
  • Sistema di alimentazione
  • Collettore del carburante
  • Schema idraulico dell'impianto di alimentazione
  • Estintori
  • Sistema di abbeveraggio dell'acqua pilota

Il prossimo anno probabilmente vedremo comunque monoposto più uniformate, molte delle quali orientate verso l'idea aerodinamica della dominante Red Bull.

Probabilmente invece sia Mercedes che Ferrari proveranno a mantenere e sviluppare il loro concetto alternativo di monoposto, con grandi pance e carico sovrascocca per quanto riguarda il team italiano e zero pance con carico misto fondo/appendici per quanto riguarda la scuderia tedesca.

Fonte the-race.com


Tag
ltc | listed parts | regolamento |


Commenti
-
Formula1.it

Mai più "Mercedes rosa". Quest’anno abbiamo visto in pista monoposto esteticamente molto differenti ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it