Gp Singapore - Gara - Vince Vettel

Gp Singapore - Gara

By:
3978

La settima vittoria stagionale di Sebastian Vettel è un marchio autentico del tedesco e della sua super-vettura su questo mondiale. Terza vittoria consecutiva dopo la pausa estiva, attestazione di una forza imbattibile, insuperabile, inarrivabile. L’esito delle competizioni automobilistiche è sempre rappresentato da un punto interrogativo; in questo caso, però, tanti dubbi vengono spazzati via dalla certezza di una solidità veramente incredibile. Era un trionfo annunciato, baciato anche dalla fortuna visto che l’altra Red Bull, quella di Webber ha concluso a pochi chilometri dal traguardo tra le fiamme. Una vittoria già scritta e scandita da una prestazione senza pari nel confronto con le altre vittorie 2013 di Sebastian: già in partenza la lotta con Rosberg, che sembrava poter contenere a sorpresa Vettel e che si è dovuto subito arrendere (complice un errore di traiettoria) all’irruenza da piranha del campione connazionale, sempre più simile a un certo Michael Schumacher. In tutto, o quasi.


Una vittoria scandita dal ritmo di Vettel nei primi giri, quando ha rifilato un secondo al giro al suo diretto inseguitore, un impotente (in senso agonistico, chiaro) Rosberg (non che gli altri fossero in grado di fare di meglio). Le note della demolizione degli avversari, però, sono state perfettamente intonate quando l’uscita di quella safety car, ormai abituale a Singapore e dovuta proprio al futuro compagno di team di Sebastian, sembrava aver annullato il vantaggio costruito con semplicità disarmante da Vettel. Grazie ad una strategia differente, infatti, Fernando Alonso è entrato subito ai box per togliersi di mezzo la sosta e concludere la gara senza doversi fermare più. Strategia non seguita dalla Red Bull con il suo pilota di punta, che con gomme usate ha dovuto ricostruire da zero il vantaggio su Fernando Alonso, riuscendo a totalizzare in meno di quindici giri quella trentina (!!!) di secondi di vantaggio utile a rientrare in testa davanti alla Ferrari dello spagnolo, che ha poi concluso magistralmente secondo. Più di questo, a Fernando e alla F138, non si poteva chiedere.

Alonso ha battuto tutti tranne Vettel, bruciando quattro vetture in partenza e tirando fuori il massimo, come sempre. La Red Bull di oggi, però, non ha lasciato la minima speranza. Neanche alla sua vettura gemella, quella di Webber, “comune mortale” insieme a tutti gli altri avversari. In certi frangenti Vettel navigava sui due, tre secondi di vantaggio al giro su Rosberg o su Alonso, spesso i più veloci dopo il tedesco. Una supremazia quasi inimmaginabile, che uccide senza pietà le speranze di vedere un finale emozionante di campionato. Adesso verrà il Gp di Corea (tra due settimane), un’altra terra annunciata di conquista per Vettel, sempre più vicino ad Alain Prost, vincitore di quattro mondiali. Non ce n’è per nessuno: la Red Bull numero 1 è sempre più forte, sempre più invincibile e lanciata verso un successo colossale. Colossale per l’età di Vettel, appena ventiseienne. Colossale perché per certi aspetti identica al dominio Ferrari di qualche anno fa. Colossale perché due giganti come Alonso e la Ferrari stanno arrivando secondi per la terza volta dietro questo fantastico binomio che viaggia sempre più lontano e vola sempre più in alto. L’hanno espresso chiaramente le lacrime imprigionate negli occhi di Vettel, ormai consapevole di quale impresa sia stato capace. L’hanno espresso con la stessa chiarezza le medesime lacrime incarcerate nello sguardo di Alonso, combattente mai stanco ma conscio di aver raggiunto e superato i limiti della lotta contro l’avversario. Momenti epici come solo questo sport, simbolo della velocità, sa far vivere.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Singapore 2013



Commenti
- Formula1.it
Trionfo di un inarrivabile Vettel, straordinario demolitore. Ancora un secondo posto di potenza per ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it