Le pagelle di F1WM - Singapore

Hamilton: 10 – E’ tornato il Lewis di sempre. Ha una macchina fantastica e questo contribuisce a renderlo imbattibile nello scenario spettacolare di Singapore. Ha vinto su piste super veloci come Monza e su tracciati più lenti come questo; demolisce il divario in classifica da Rosberg e azzera le distanze iridate. La sua grandezza emerge osservando la sua condotta di gara: leader incontrastato, gestisce tutto al meglio e non si fa mai realmente impensierire da nessuno. Notevole il modo in cui si è ricostruito il vantaggio su Vettel a fine gara. Campione.

Vettel: 8 – Il quattro volte iridato sembra risvegliarsi e voler mostrare l’orgoglio di riuscire a stare davanti a Daniel Ricciardo. Saranno le voci di mercato, che da pazze idee potrebbero tramutarsi in realtà in tempi brevi? Lui, che qui ha vinto le ultime tre edizioni, ha conquistato un piazzamento d’onore che rende meno amaro l’andamento della sua stagione…


Ricciardo: 9 – Potremmo anche sembrare troppo buoni, ma bisogna premiare la costanza di questo giovane talento: è il suo quarto podio stagionale, escluse le tre vittorie maturate; in classifica è a sessanta punti dal leader (e ne ha circa altrettanti di vantaggio su Vettel…) ma, considerando possibili ritiri avversari e il doppio punteggio dell’ultimo gran premio dell’anno, pensare a una rimonta iridata non è pura fantascienza (anche se rimane una mezza missione impossibile…). Bravo.

Ferrari: 7 – Poteva essere un otto, se non ci fosse stata la scelta troppo azzardata di far rientrare Alonso in regime di safety. Osare va bene, ma la cosa più logica sarebbe stata marcare i primi e stare dietro Hamilton, per conquistare un podio che alla Ferrari serve come l’ossigeno. Straordinario vedere Alonso e Raikkonen in testa nel Q1 e nel Q2 al sabato, sia per la piccola rinascita rossa che per il ritrovato Kimi. Il tracciato cittadino fa bene alla F14-T e le mescole (soft e super-soft) sembrano quelle che la monoposto di Maranello preferisce in assoluto.

Vergne: 8 – Nonostante la sua carriera nell’orbita Red Bull sia ormai agli sgoccioli, il pilota francese tira fuori una gran prestazione e conclude sesto ottenendo il miglior piazzamento stagionale personale in assoluto e battendo il suo compagno Kvyat, che sogna manovre di mercato per approdare nel team principale al fianco di Ricciardo. Spirito d’acciaio.

Fia: 4 – Francamente poco comprensibile la scelta improvvisa (con tanto di successiva retromarcia) sui divieti relativi alle comunicazioni radio. La Federazione continua nella sua scia di follie e si ricorda improvvisamente che esiste un paragrafo fondamentale del regolamento sportivo che vieta aiuti ai piloti. Già. La questione, però, è ben più complessa: oggi le vetture e le gare hanno raggiunto un quadro tecnico così complesso che dare certe informazioni al pilota diventa parte integrante di questo sport. Se di aiuti dobbiamo parlare, allora anche i led della cambiata sul volante dei piloti possono considerarsi tali… Il punto è un altro: non si interviene con queste novità a stagione in corso e, come visto più volte con il regolamento tecnico negli ultimi anni, ci sono molte zone grigie che rendono molto interpretabile (e quindi non chiara) la nuova norma introdotta. Norma che, ovviamente, è dovuta in pratica rientrare (al momento), andando a minare ulteriormente la credibilità dell’organismo sportivo. Urge un cambio di rotta…


Commissari di percorso: 4 – Una delle negatività dell’andare a portare la Formula 1 in località inedite o comunque non allenate alla cultura delle gare in pista è proprio l'insufficiente preparazione e prontezza dei commissari di percorso. Esempi chiari che valgono questo voto: la lentezza d’intervento sulla vettura di Kobayashi, con tanto di principio di incendio; la poca efficienza nel rimuovere gli innumerevoli detriti lasciati dall’ala anteriore in pezzi di Perez. Tant’è che la safety car è stata abbastanza lunga (circa sette giri: un’eternità a Singapore, specie se si tratta di spazzare via dei detriti…).

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Singapore 2014



Commenti
-
Formula1.it

...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it