Jean Todt: le critiche su halo non ci toccano

Jean Todt: le critiche su halo non ci toccano

By:
618

l'Halo, il sistema per la protezione della testa dei piloti che sarà montato sulle monoposto a partire dalla prossima stagione, è stato oggeto di feroci critiche fin dalle prime prove in pista, accusato di snaturare esteticamente e concettualmente le vetture 2018.

La soluzione dovrebbe offrire una protezione efficace nel caso di incidenti in cui alcune parti distaccate dalle monoposto e di discrete dimensioni potevano venire a contatto con la testa dei piloti, mentre risulta inefficace nei casi in cui la principale causa di danni sia l'immediata decelerazione, come accaduto tragicamente a Jules Bianchi in Giappone

Il presidente della FIA Jean Todt conferma l'importanza del nuovo sistema di protezione per la testa dei piloti e valuta alcune soluzioni che potrebbero renderne meno pesante l'impatto estetico.

"Ci sono molte idee carine in proposito tra le quali quella di dare al leader del mondiale un Halo di colore diverso. A me piacerebbe vederci su il nome del pilota e il suo numero ma so che molte scuderie stanno già vendendo quello spazio ai loro sponsor, buon per loro. Le critiche estetiche all’halo? Sinceramente non mi toccano. Mi preoccuperei se le cose non andassero come speriamo. Se guardiamo agli ultimi gravi incidenti sulle monoposto, hanno tutti interessato in qualche modo la testa dei piloti. Sono sicuro che ce ne saranno altri e noi dobbiamo essere bravi a giocare d’anticipo."


Fonte intervista Autosport


Tag
halo | todt | fia |


Commenti
- Formula1.it
Il presidente della FIA Jean Todt conferma l'importanza del nuovo sistema di protezione per la testa ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it