Hamilton: Non voglio gestire, voglio vincere
By:
2179

La F1 approda a Suzuka per il Gran Premio del Giappone, che come tutte le ultime gare della stagione può risultare se non decisiva, molto importante per indirizzare le sorti di un Mondiale da una o dall’altra parte.

Il leader del Mondiale, Lewis Hamilton si presenta a Suzuka come l'uomo da battere, ed è tempestato dalle domande dei giornalisti.

"Nella mia testa, sento il bisogno di vincere ogni gara da qui alla fine. Questo è chiaro. Sarà difficile, ma questo è il mio obiettivo. Non sono qui per chiudere secondo in ogni gara, voglio vincere in maniera convincente".

Non è in pista per arrivare secondo, ma per vincere dovrà sperare che le prestazioni della Mercedes a Sepang rimangano un fatto isolato, perché altrimenti vincere tutte le gare, ma anche il Titolo, sarà difficilissimo per il pilota Inglese, che durante le ultime due gare, a Singapore e a Sepang ha limitato molto i danni con le sue doti di guida, ed ha sfruttato al massimo gli errori e le sfortune altrui per allungare nella graduatoria.


"Non vorrei scambiare la mia posizione con nessuno, questo è chiaro. Come squadra siamo stati i più affidabili, abbiamo fatto un lavoro migliore da questo punto di vista. Ci sono aree in cui altre squadre hanno fatto meglio di noi, ma finora è stato un anno fantastico a livello di prestazioni. Siamo in testa ad entrambe le classifiche, ma ci sono ancora delle aree in cui possiamo migliorare: credo che questo sia fantastico".

Ovvio che non scambierebbe la sua posizione da leader del Mondiale con nessuno, ma forse escludendo l’aspetto affidabilità scambierebbe la sua monoposto con quella di Vettel, che sembra attualmente la più competitiva.

Invece la base solida da cui partite per Brackley è appunto l’affidabilità, fiore all’occhiello delle due W08, ma per quanto riguarda l’aereodinamica e la finestra di utilizzo delle gomme gli ingegneri Mercedes saranno chiamati a ritrovare le consuete performance che sembrano svanite.

"Non voglio farmi illusioni, so che devo continuare a martellare. Non è finita fino a quando non lo dice la matematica. E ci sono ancora tanti punti disponibili, inoltre la situazione può sempre cambiare rapidamente. Sono tanti anni che corro in Formula 1 e sono situazioni che ho già visto, anche se credo che siamo abbastanza forti da fare in modo che le cose vadano come devono andare".

Hamilton però non si dice tranquillo per il grande gap che ha in classifica Piloti su Vettel, di 34 punti.

Un gap si grande, ma che basta un’ episodio o una rottura per decimare o annullare quasi totalmente, quindi l’inglese vuole massimizzare ogni gara ed ogni occasione che gli si presenterà davanti nelle ultime gare.

"Sono passati solo un paio di giorni, quindi siamo ancora in una fase di analisi. Ci auguriamo che possa essere utile alla programmazione di questo weekend. Ma generalmente noi fatichiamo di più quando è più caldo, mentre qui solitamente c'è più fresco, quindi dovremmo rientrare nella nostra finestra ideale".

Temperature favorevoli alle W08, ma anche le caratteristiche della pista, che presenta curve veloci (nel T1, la Spoon curve, e la 130r) e lunghi rettilinei.

La Casa della Stella a tre punte si presenta a Suzuka riproponendo il nuovo pacchetto aereodinamico portato in Malesia, sperando di farlo funzionare e approvarlo su entrambe le vetture.

Il numero 44 fa poi un’ analisi guardando allo svolgimento complessivo della stagione. "Penso che sia evidente che quest' anno i valori sono cambiati di pista in pista: ci sono state gare in cui siamo stati più veloci ed altre in cui magari siamo riusciti a vincere anche senza avere la macchina migliore. In ogni caso, siamo quelli che hanno fatto più pole position, più vittorie e siamo in testa ad entrambi i campionati. Anche il secondo posto di domenica scorsa credo sia stato un’altra dimostrazione di forza".

Un anno molto positivo per la casa di Mercedes che ha mantenuto la sua leadership, ma in modo minore rispetto al recente passato.

Leadership facilitata dalla base di partenza della Mercedes, che ha impostato il lavoro su una base di dominio delle ultime tre stagioni.

Mi aspetto che siano veloci, ma abbiamo visto gare in cui pensavamo che lo sarebbero stati e poi era molto indietro. Altre in cui invece sono stati loro a sorprenderci e noi a finire dietro. Anche arrivati a questo punto della stagione faccio ancora fatica a predire quali gare potranno essere favorevoli e quali no. Anche in Malesia pensavamo di poter essere i più forti, ma non è stato così. Qui abbiamo la convinzione di poter fare bene, ma lo scopriremo soltanto domani".

Una Mercedes che si prepara ad affrontare le ultime gare della stagione, con la volontà di andare all'attacco, ma che è pronta, insieme al suo pilota a giocare in difesa, facendo i ragionieri, per massimizzare ogni singolo punto e non prendere rischi, anche rinunciando alla vittoria delle singole gare, per fare bottino pieno a fine anno, vincendo entrambi i Campionati, piloti e costruttori.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Giappone 2017


Tag
gp giappone | hamilton |


Commenti
- Formula1.it
La F1 approda a Suzuka per il Gran Premio del Giappone, che come tutte le ultime gare della stagione ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it