Boullier: caso Budkowsi solo colpa della FIA

Boullier: caso Budkowsi solo colpa della FIA

By:
909

In questi giorni sta tenendo banco nel paddock, fra team peincipal, addetti ai lavori e appassionati il caso che riguarda Marcin Budkowdki.

Il "caos" è nato circa due settimane fa, quando Budkowsi ha rassegnato le dimissioni dalla FIA, e sono iniziate le voci sulla sua possibile nuova casa, che sarà la Renault.
I veri problemi sono sorti quando si è scoperto che Macrin ha un gardening di soli tre mesi, troppo pochi per il suo know-how, e per il vantaggio che potrebbe portare a Estone, e i team stanno tentando in ogni modo di limitare i benefici di cui potrebbe godere la Renault.

Sull'argomento è intervenuto Eric Boullier, Racing Director della McLaren-Honda:
No, non credo che il gardening sia sufficiente. E' una persona che è a conoscenza dei progetti 2018 delle monoposto di tutti i team. Marcin è stato coinvolto in molti confronti tra le squadre e la Federazione, soprattutto quando un team ha cercato di verificare la giusta interpretazione del regolamento. Penso che una figura chiave di questo tipo debba avere un gardening di almeno un anno. Dovremo parlare assolutamente dell’accaduto nel prossimo Strategy Group”.

Il nocciolo della questione è appunto il periodo di "giardinaggio" del tecnico polacco, in quanto alla FIA era a capo del reparto tecnico, ed è a conoscenza di tutte le soluzioni vincenti delle monposto di tutto il circus, e sa cosa stanno progettando i team per il 2018, e quindi con un gardening di soli tre mesi, sarebbe operativo per la Renault già da Gennaio, consentendo alla casa Francese di copiare e adottare soluzioni identiche a quelle di altre monposto.
Tutto ciò consentirebbe alla Renault di risparmiare tempo di progettazione e denaro per la ricerca sui nuovi pezzi da produrre.

Niente contro la Renault, lo hanno solo preso, e contrattualmente era possibile farlo. Ma vogliamo sollevare la questione con la FIA, noi come team abbiamo fiducia nella Federazione, ma bisogna che anche le squadre siano tutelate, e che figure chiave abbiano un gardening maggiore".

Infatti Budkowsi dovrebbe essere considerato come un tecnico di primissimo livello, data la quantità di informazioni che conosce, e dovrebbe rispettare un lungo gardening come tutti gli altri ingegneri di alto livello (ad esempio Jock Clear, per passare da Mercedes a Ferrari ha dovuto ripettare una pausa di più di un anno).

"Abbiamo sentito che la legge svizzera non permette un periodo maggiori di tre mesi, ma la FIA è in gran parte francese, con sede in Francia. Non penso sia complesso siglare un contratto in Francia, no? Bisogna proteggere il know-how delle squadre, questo è il punto.
Del resto le squadre lo hanno fatto, e da tempo, vincolando i loro tecnici su questo fronte con dei gardening anche di diciotto mesi. Ormai è tardi per Marcin, ma non per fare pressioni sulla FIA, ed è quello che faremo
”.

Un altro aspetto da considerare è che l' ex tecnico FIA ha un contratto svizzero, ed il suo gardening è vincolato dalla legge svizzera, che non consente più di tre mesi di stop. Quindi dal punto di vista legale l'operazione è perfettamente regolare.

L'unica speranza da parte delle squadre è quella di trovare un accordo nello Strategy Group, ma la furbata Renault non può più essere bloccata, perché anche trovando una soluzione legale, nessuno potrà impedire il dialogo Budkowsi-Renault per parlare di soluzioni tecniche.



Tag
marcin budkowdki | fia | mclaren | renault |


Commenti
- Formula1.it
In questi giorni sta tenendo banco nel paddock, fra team peincipal, addetti ai lavori e appassionati ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it