Hasegawa: prestazioni Honda vicine a quelle Renault

Hasegawa: prestazioni Honda vicine a quelle Renault

By:
950

Da quando, nel 2015, la Honda ha fatto ritorno nel Circus della F1 come motorista della Honda, purtroppo ha mostrato continuamente prestazioni lontane dai migliori, e una affidabilità molto scarsa.
Prestazioni quasi imbarazzanti, con distacchi in termini di velocità di punta di circa dieci, quindici km/h su ogni tipo di tracciato, e mancanza di solidità tecnica, che ha portato i due piloti del team di Woking a incassare quasi ogni fine settimana dalle trenta alle cinquanta posizioni di penalità in griglia.

Da quando invece, a Singapore, il Costruttore Giapponese ha annunciato il divorzio dalla McLaren, la PU nipponica sembra essere rinata, non mostrando più lacune affidabilistiche, e una prestazione più che dignitosa.
Sembra quasi una beffa per il team di Eric Boullier, una mossa quasi studiata da parte della Casa fondata da Sochiro Honda, con una PU competitiva già pronta, ma non utilizzata in attesa del divorzio.

A Singapore è iniziata la rilasciata orientale, solo che a Marina Bay la buona performance è stata attribuita alla conformazione della pista, ma a Sepang e a Suzuka, il buon lavoro dei tecnici orientali sono emersi, e infatti la Mclaren non ha sfigurato sui rettilinei, ed è stata anche capace di compiere dei soprassi in velocità.

Il boss della Honda, Yusuke Hasegawa, è tornato a parlare in occasione del GP di casa dell'azienda per cui lavora e ha dichiarato:

"Da inizio stagione abbiamo migliorato molto la nostra power-unit, non solo in termini di prestazioni, ma anche di affidabilità.
Da quando abbiamo introdotto il motore con specifiche 3.5 penso che il livello si sia avvicinato molto a quello Renault. Non posso dire che è migliore, ma la cosa importante è che l'affidabilità sia cresciuta di parecchio
".

Dichiarazioni che rispecchiano perfettamente la realtà, perché dopo un inzio di stagone claudicante, i Giapponesi hanno lavorato sodo, puntando prima sulla prestazione, che si è avvicinata a quella dei competitors, anche se non ancora allo stesso livello.
Il secondo step è stata l'affidabilità, e infatti da Singapore in poi la casa del Sol Levante non ha piu accusato problemi tecnici.

Hasegawa ha concluso:
"Penso che abbiamo colmato il divario che ci separava dai nostri avversari all'inizio. Non siamo ancora abbastanza vicini, ma ora le differenze sono minori rispetto allo scorso anno e al primo. Vogliamo continuare a seguire questo concetto, abbiamo scelto una strada molto simile a quella intrapresa da Renault, Ferrari e Mercedes, per cui non vedo ragioni per dubitare sui livelli di prestazioni che possiamo arrivare ad ottenere".

La strada da seguire è stata dunque tracciata, e dopo due anni molto travagliati, dal Giappone si sono messi in scia agli altri motoristi, e magari mantenendo questo trend, la Casa nipponica potrebbe colmare nel 2018 il gap prestazionale dagli avversari.
Se le cose dovessero avverarsi, la Honda potrebbe cosi centrare l'obiettivo dichiarato a fine Settembre, all'inizio del nuovo matrimonio con la Toro Rosso, cioè quello di finire la stagione in Top 3, un target estremamente ambizioso, ma che con il duro lavoro sia della Casa di Faenza sia dagli uomini di Hasegawa, potrebbe essere clamorosamente centrato.



Tag
honda | renault |


Commenti
- Formula1.it
Da quando, nel 2015, la Honda ha fatto ritorno nel Circus della F1 come motorista della Honda, purtroppo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it