Vettel, siamo vicini a Mercedes, domani andrà meglio

Vettel, siamo vicini a Mercedes, domani andrà meglio

By:
1122

Mercedes, Ferrari, Mercedes e Ferrari, sono queste le prime quatrro posizioni delle FP2 del Gran Premio della Cina, con quattro piloti racchiusi in solo un decimo di secondo.

Nell'ordine, troviamo Lewis Hamilton, poi Kimi Raikkonen, seguito da Valtteri Bottas e Sebastian Vettel, con il tedesco della Ferrari a fare da fanalino di coda del gruppo dei big.

Sebastian, che malgrado la quarta posizione di giornata, si è presentato al ring delle interviste, sorridente e fiducioso per il prosieguo del weekend.

Fiducia e speranza, che deivano dal gap praticamente nullo, e figlie della consapevolezza di poter migliorare, sia in termini di giuda, che in termini di set-up in vista delle qualifiche.

Davanti ai media italiani, Seb ha iniziato la sua analisi della giornata:

"Penso che questo su questo circuito sia importante trovare il giusto feeling ed il giusto set-up. E' una pista lunga, quindi è difficile trovare la finestra giusta di utilizzo delle gomme. Sarà difficile, però sembra che siamo piuttosto vicini e credo che possiamo anche un po' migliorare. Vediamo cosa accadrà"


Feeling con le gomme, fondamentale per avere una buona performance della vettura, poiché la pista di Shanghai è una pista estremamente severa con le coperture, in quanto le stressa molto nella percorrenza della curva uno, del tratto centrale di pista e del curvone prima del lungo rettilineo.

Stress delle gomme in curva, nelle quali vanno in temperatura, ma si raffreddano nei lunghi dritti, rendendo molto complesso il mantenimento della corretta finestra di utilizzo.

Problema che, potrà essere risolto in parte grazie al lavoro sul set-up, e in parte spetterà al pilota adattare la sua guida alle esigenze delle coperture.

Ferrari che, come sostiene anche Seb Vettel, si è inaspettatamente dimostrata vicina alla Mercedes su un tracciato non molto congeniale alla SF71-H, e che stando ad oggi ha ancora qualche decimo di secondo nel taschino.

A sostegno di questa teoria, il quattro volte Campione del Mondo ha aggiunto:

 "Non siamo ancora dove vogliamo. E' vero che in Australia ho faticato, mentre in Bahrain ero più contento. Qui non è ancora arrivata dove vorrei portarla, quindi siamo ancora alla ricerca del set-up giusto. Sarà difficile trovare l'assetto ideale, però se ci riusciremo potemo sprigionare tutto il potenziale della vettura e farla lavorare bene".

Week-end, che è partito alla stessa maniera del GP d'Australia, quando la Rossa venne fuori pian piano nel corso del fine settimana.

Presentazioni, che dovranno essere estratte dall'auto grazie ad un lavoro sull'assetto nel corso della notte dei tecnici del team Italiano.

Aspetto sul quale però sia Raikkonen che Vettel possono stare tranquillissimi, visto che stoicamente i tecnici della Rossa sono sempre stati i migliori nel migliorare l'auto dal Venerdì al Sabato.

Sebastian, ha poi lasciato i giornalisti con una dichiarazione ottimistica in vista della qualifica:

"Oggi è stata una giornata un po' altalenante, è andata un po' meglio nel pomeriggio. Vedremo domani, speriamo di esser emolto contenti".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio della Cina 2018


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen |


Commenti
- Formula1.it
Al termine delle FP2 del GP della Cina, Sebastian Vettel si dice soddisfatto della sua Ferrari, ma è ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it