La FIA vuole nuovi circuiti che siano grandiosi per lo spettacolo

La FIA vuole nuovi circuiti che siano grandiosi per lo spettacolo

By:
1153

Chase Carey, presidente della Formula 1, ha chiarito che i nuovi Gran Premi si guadagneranno il loro posto nel calendario solo se forniranno circuiti adatti alle corse.

Parlando di nuove gare a Miami e in Vietnam, Carey ha definito i criteri chiave che i circuiti dovranno soddisfare per entrare in F1, criteri probabilmente molto lontani da quelli utilizzati nell'era di Bernie Ecclestone.

Carey, parlando lunedì alla conferenza sportiva della FIA nelle Filippine, ha anche ammesso che alcuni dei circuiti esistenti del campionato hanno bisogno di molto lavoro per soddisfare i nuovi standard richiesti per favorire i sorpassi.

"Ci sono poche cose che sono importanti per noi. Per prima cosa vogliamo essere sicuri che consenta una gara fantastica, mentre noi costruiamo tutto il resto dell'evento, e per iniziare serve una pista che offra una grande corsa. Oggi, realisticamente, ci sono circuiti su cui probabilmente dobbiamo lavorare perchè non sono adatti a fornire le gare più emozionanti mentre ce ne sono alcuni favolosi. Per iniziare vogliamo un circuito che regali una gara favolosa ed emozionante. In secondo luogo, vogliamo una location che possa catturare l'immaginario collettivo. Siamo nelle grandi città di tutto il mondo, usiamo la frase "città di destinazione", e siamo in posti dove quando i fan guardano il Gp in TV ne sono entusiasti, pensano che sia spettacolare, posti che catturano davvero l'immaginazione delle persone pensando che se ci vanno, potrà essere ancora più speciale. Vogliamo quelle città magiche e paesi magici che incuriosiscono e affascinano davvero il mondo."


I commenti di Carey sui circuiti adatti o meno alle corse arrivano dopo le intense critiche al recente Gran Premio di Monaco che, secondo Fernando Alonso, potrebbe essere stata la gara più noiosa di sempre.

Liberty sta lavorando duramente a diversi cambiamenti per rendere la F1 più entusiasmante, con ritocchi aerodinamici previsti per il 2019 e un rinnovamento più significativo del regolamento per il 2021.

"I sorpassi sono chiaramente un problema, e sappiamo che i passi che stiamo compiendo per il 2019 con la FIA non sono un toccasana, sono un passo. I cambiamenti nel 2021 saranno più significativi. Ci stiamo occupando più ampiamente dell'aerodinamica, non vogliamo perdere gli aspetti aerodinamici che rendono le corse di F1 così spettacolari, ma pensiamo che dobbiamo fare qualcosa che permetta ai sorpassi di essere una parte molto più significativa di questo sport. Ci sono molte cose che stiamo valutando e che porteranno a un equilibrio più competitivo, più azione in pista e in un certo senso più imprevedibilità. La prevedibilità non è una cosa buona nello sport, vuoi l'imprevisto, vuoi i momenti memorabili che non pensavi arrivassero, vuoi che vinca chi è dato perdente, vuoi che succedano queste cose".


Tag
fia | sorpassi | nuovi circuiti |


Commenti
- Formula1.it
Chase Carey, presidente della Formula 1, ha chiarito che i nuovi Gran Premi si guadagneranno il loro ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it