Raikkonen, la Ferrari mi ha mandato via, Sauber? speriamo bene

Raikkonen, la Ferrari mi ha mandato via, Sauber? speriamo bene

By:
2213

Singapore, dodici mesi dopo la disastrosa partenza con le due Rosse subito k.o., la Ferrari si presenta in terra asiatica pronta a dare una decisa svolta al campionato, non commettendo più errori e massimizzando le ottime prestazioni della vettura, per recuperare quanti più punti possibili nelle due classifiche e provare a vincere almeno un mondiale a fine stagione.

Ora pero, in casa Ferrari, i riflettori più che sulla lotta iridata, sono puntati sui piloti, anzi su Kimi Raikkonen, che arriva a Singapore consapevole che dalla prossima stagione non farà più parte del team Ferrari, ed oggi, come preventivabile è stato bersagliato di domande su questa questione nel corso della conferenza stampa del Giovedì.

Il Ferrarista, ancora per poche gare, ha subito esordito affrontando la questione in maniera diretta con i giornalisti:

Penso che sappiate già ciò che è successo, cos’altro volete sapere? Non è stata una decisione che ho preso io, poi tutto quello che è scaturito non è dipeso da una mia decisione, però l’esito è stato quello che avete visto. Quantomeno c’è stato un esito!“.

Stoccata non tanto sottile di Kimi alla Ferrari per le decisiosi che hanno preso, a quanto pare contro la sua volontà, sia per quanto riguarda il suo addio a Maranello, sia per quanto riguarda il suo approdo in Sauber, che il management del Cavallino ha organizzato per accontentare Kimi, ancora molto motivato nel gareggiare e con zero voglia di smettere.

Al Campione del Mondo 2007 è stato poi domandato cosa lo ha spinto ad accettare l'offerta Sauber, visto che tra le Ferrari e la vettura svizzera si hanno non piccole differenze prestazionali:

Ci sono tante differenze tra tutte le macchine. Se prendiamo tutti i team, non ci sono molte macchine che sono sullo stesso livello. È sempre stato così, vedremo cosa accadrà in futuro. Sono tornato alla Sauber perché ho voluto farlo. Non rendete la cosa così complicata, non so nulla più di voi riguardo alle pure prestazioni, non so cosa accadrà, nessuno lo può sapere. Ovviamente ho i miei motivi per questa scelta e sono sufficienti per me, non ho bisogno e non mi interessa sentire cosa ne pensano gli altri. Sono contento delle mie motivazioni che sono sufficienti per me“.

Kimi che va per la sua strada, senza fornire molte informazioni ai media, ma evidentemente ci sono molti elementi che lo hanno convinto ad accettare questo team.
Il primo può essere di carattere romantico, ovvero la possibilità di chiudere la carriera dove l'aveva iniziata oppure, un altra ragione può essere di carattere economico, visto che il suo ingaggio, non reso noto, verrà pagato da Ferrari, o comunque dal gruppo FCA, e sarà ancora a livello di quello attuale.
Infine, l'ultimo elemento che potrebbe essere stato decisivo per il Finnico, potrebbe essere stata la notevole crescita del team guidato da Frederic Vasseur, che potrebbe regalare buone soddisfazioni a Kimi nelle prossime due stagioni.

Il pilota di Espoo ha poi replicato alle domande sulla presenza o meno di una sua motivazione nel proseguire la sua carriera in F1 dopo 17 stagioni, e qui ha messo in gioco la carta dell'ironia:

No, non è vero, non ne ho più. Lo faccio per fare un giochino mentale per poi farvi fare le domande. Farò due anni in cui non sarò felice, solo per farvi fare delle domande… .
Mi piace farmi fare le domande da voi, questo è il miglior momento del weekend, in assoluto”.

Un giro di parole per sciogliere ogni dubbio sulla permanenza di stimoli nella sua mente, anche perché "Iceman", in mancanza di stimoli non avrebbe avuto grosse difficoltà a saltare la compagnia e ritirarsi a vita privata.
Un giro di parole, anche per mettere a tacere tutti i media che non di rado lo stuzzicano su questa materia, e presumibilmente lo faranno ancor di più nei prossimi due anni.

Riguardo alle tempistiche con cui Kimi ha conosciuto il suo futuro, e ha inziato i conatti con Sauber, ha rivelato:


"A Monza, l'ho saputo li.
Conosco
delle persone che lavorano alla Sauber dalle mie precedenti esperienze e in sostanza abbiamo cominciato a parlare da quel momento. In realtà non ho sempre pensato alla possibilità di chiudere la carriera da loro, non si può mai sapere cosa accade. Alla fine è andata così, c’è stata questa opportunità Non direi che fosse un piano a lungo termine, andrà così perché si è presentata l’occasione“.

Monza, gara nelle quale il finnico ha dimostrato una insolita verve nelle guida che, da tempo non si vedeva, anche in fase di partenza dove ha, più che lecitamente, difeso la posizone su Vettel, quasi a voler dimostrare al team Ferrari di cosa è ancora capace.

In questi giorni si è anche parlato di un futuro ruolo dirigenziale di KR7 nel team Alfa-Saueber dopo la scadenza del suo contratto da pilota, ma su questo argomento ha preferito non sbilanciarsi, non escludendo però nessuna possibilità:

Ci sono tante discussioni, io però ho firmato il mio contratto come pilota e sono interessato a svolgere il lavoro da pilota.
Chissà cosa potrà accadere tra due anni o quando avrò finito la mia carriera. Non lo so, non ne ho idea. Al momento non c’è nulla di concreto, non ho alcun contratto che stabilisca questo“.

Per finire, Iceman ha risposto alle domande su un suo possibile aiuto verso Seb Vettel nella sua lotta contro Lewis Hamilton per il Campionato del mondo, rivelandosi abbastanza enigmatico, ne confermando ne escludendo nessuna possibilità:

Io posso guidare solo una macchina… Si parla tanto di varie cose, se posso aiutare o meno, però è sempre facile parlare da fuori e dire quello che può succedere in teoria, però in pratica è molto più difficile fare le cose giuste. Vedremo cosa accadrà in gara, se saremo vicini e via dicendo. Ovviamente conosciamo le nostre regole interne e sono piuttosto semplici“.
 


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Commenti
- Formula1.it
Kimi Raikkonen arriva a Singapore carico come non mai, e ne ha per tutti a partire dalla Ferrari, e ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it