Vettel, poca aderenza e macchina difficile ma in qualifica saremo veloci

Vettel, poca aderenza e macchina difficile ma in qualifica saremo veloci

By:
545

Scordarsi il campionato, a questo è chiamato Sebastian Vettel nelle tre gare rimanenti, pensando non più ai punti, ma solo a fare il meglio possibile nelle singole tappe, tentando di portare a casa, se possbile, quante più pole position e vittorie, se la sua Ferrari potrà  metterlo nelle condizioni adatte.

Nelle due sessioni del venerdì del Gran Premio del Messico però, Seb, come anche i piloti Mercedes, non è apparso in grado di ben figurare nella terzultima gara stagionale, dato che le Red Bull sono sembrate davvero imprendibili.

Gap dalla vetture di Milton Keynes, che però non è sembrato reale tanto è stato grande, e forse proprio per questo, Sebastian Vettel non si è perso d'animo nella sua analisi della giornata di prove, e davanti ai microfoni dei giornalisti è partito nel commentare le difficoltà della gestione delle gomme e i programmi svolti:

Oggi è stato difficile far funzionare la macchina nel modo giusto per noi.
Al mattino è stato interessante confrontare i vari pacchetti, mentre al pomeriggio ci siamo concentrati di più su simulazione qualifica
e gara. La simulazione gara non è andata male, ma nel giro secco abbiamo avuto qualche difficoltà in più nel trovare il giusto bilanciamento e spremere del tutto le gomme“.

Gionata impegnativa per Seb e la Ferrari, che in mattinata, anche a causa della pista sporca, si sono dedicati a prove comparative del fondo, decidendo di mantenere la vecchia versione, mentre al pomeriggio hanno portato a termine il consueto lavoro di simulazione di qualifica e gara, accusando un bel gap dalle Red Bull sul giro secco, ma dimostrandosi all'altezza sui long run, che è stato basato in prevalenza sulle gomme Supersoft, che ieri erano le uniche a non avere un degrado eccessivo, graining nello specifico, a differenza delle altre mescole.

Proprio sulla questione gomme, il quattro volte Campione del Mondo è entrato maggiormente nel dettaglio per trovare le cause di questo degrado anomalo, e del conseguente gap, troppo grande per essere vero, accusato da Max Verstappen:

La difficoltà è che non c’è aderenza e si scivola parecchio. La mancanza di carico aerodinamico non permette alle gomme di funzionare bene e quando le gomme non funzionano tutto è complicato. Questo è il motivo per cui ci sono distacchi così grandi e per cui i tempi sono così incostanti. Quello è il lavoro principale che ci sarà da fare entro domani perché in qualifica si fa il giro secco e anche se con le hypersoft potrebbe essere un po’ più facile è difficile mantenere un bilanciamento pulito fino alla fine del giro“.

Poca aderenza, all'autodromo dedicato ai fratelli Rodriguez, dovuto in parte alla pista ancora molto "green", sporca, che andrà molto a migliorare con lo girare delle vetture, e anche dovuto all'aria rarefatta di Città del Messico che non consente alle monoposto, malgrado la configurazione ad alto carico aereodinamico, di generare il carico desiderato (si pensi che le vetture usano della ali specifica Montecarlo, e generano una downforce tipo Spa-Monza).

Basso carico che premia la velocità nel dritto, dunque nel primo settore, ma fa scivolare la vettura nella sezione di curve veloci, prendendo tempo e degradando le gomme, e nella sezione del T3, quella dello stadio, molto guidata.

Come sempre dopo le prove libere, il pilota di Heppenheim non ha potuto non rivolgere lo sguardo alla qualifica, nella quale dovrà inventarsi qualcosa per difendere il suo primato di poleman più giovane della storia della F1, che sarà insediato la Max Verstappen apparso in formissima con la sua Red Bull:

Tutti hanno ancora qualcosa in tasca, noi abbiamo cercato di fare il meglio possibile, ma la chiave saranno le gomme. Se hai qualche cavallo in più nel rettilineo non è così importante. Diventa chiave invece portare le gomme nella giusta finestra perché qui si possono guadagnare diversi decimi in un giro su questo aspetto”.



Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Commenti
- Formula1.it
Sebastian Vettel analizza tutte le difficoltà della sua giornata di prove libere, legate alle gomme ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it