Masi e Brawn bacchettano Hamilton

Masi e Brawn bacchettano Hamilton

By:
3578

Il direttore di gara della FIA Michael Masi ha difeso l'operato dei commissari in seguito alle dichiarazioni di Lewis Hamilton che li accusava di "cercare di fermarlo" con delle sanzioni. Hamilton ha ricevuto due penalità di cinque secondi nel Gran Premio di Russia per aver fatto due partenze di prova prima della gara nel posto sbagliato, in particolare sulla fast lane, espressamente vietato dai punti 19.1 e 19.2 del regolamento sportivo. A causa delle penalità non ha fatto meglio del terzo posto in Russia, finendo dietro al compagno di squadra Valtteri Bottas e Max Verstappen della Red Bull.

La sanzione originariamente prevedeva anche due punti di penalità, che lo avrebbero portato a 10 punti dei 12 concessi in un anno, vicino quindi al limite che avrebbe comportato lo stop di una gara se avesse ricevuto altri due punti di penalità nelle prossime quattro gare.


Tuttavia, i punti di penalità sono stati successivamente annullati e sostituiti con una multa di 25.000 euro per la Mercedes, il che significa che Hamilton è sceso a otto per il periodo di 12 mesi.

Due gare fa Hamilton ha ricevuto una penalità di 10 secondi di stop and go nel GP d'Italia per essere entrato nella pitlane subito dopo che il controllo gara l'aveva dichiarata chiusa.

Quando gli hanno chiesto se pensava che la penalità di Sochi fosse eccessiva, ha detto: "Certo che lo è. Ma c'era da aspettarselo. Stanno cercando di fermarmi, vero? Ma va tutto bene. Devo solo tenere la testa bassa e rimanere concentrato, e vedremo cosa succederà".

Commentando le dichiarazioni di Hamilton, Masi ha detto che è sempre disponibile se un pilota ha un problema di cui vuole discutere.

"Dal mio punto di vista è molto semplice. Se Lewis vuole sollevare qualcosa, come gli ho detto prima, e ho detto più volte a tutti i piloti, la porta è sempre aperta, e sono più che felice di discutere di qualsiasi cosa. Ma penso che, dal punto di vista della FIA, noi siamo lì per amministrare il regolamento. Abbiamo i Commissari Sportivi come giudici indipendenti per giudicarli, e quindi c'è stata un'infrazione e non importa se è stato Lewis Hamilton o qualsiasi altro dei 19 piloti. Se si è verificata una violazione del regolamento, la considereranno nel merito. E anche oltre a questo, direi, la giudicheranno in modo equo date le circostanze, tenendo conto di tutti gli elementi chiave".

In queste ore anche Ross Brawn ha commentato le dichiarazioni ed ha suggerito al campione del mondo di trascorrere del tempo prima del GP Eifel (Germania) riflettendo su ciò che deve fare per evitare che queste cose accadano in futuro.

"Lewis ha avuto un po' di sfortuna nelle ultime gare, con le penalità a Monza e ora a Sochi", ha detto nella sua rubrica di F1. Personalmente, andrei via, mi leccherei le ferite e penserei a come evitare il ripetersi di simili incidenti in futuro. Questo è quello che so che la squadra farà. Conosco molte persone, dal mio periodo in squadra, e riconosceranno di aver commesso qualche errore. La sfortuna e gli errori accadono, è il modo in cui si risponde che conta. È facile pensare che il mondo sia contro di te, ma c'è quasi sempre qualcosa che avresti potuto fare diversamente e da cui puoi imparare".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Russia 2020


Tag
hamilton | lewis hamilton | ross brawn | dichiarazioni hamilton | michael masi | penalita hamilton |


Commenti
- Formula1.it
Il direttore di gara della FIA Michael Masi e il direttore generale della F1 Ross Brawn non hanno digerito ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it