Nuovi carburanti: Honda supporterà lo sviluppo dei motori Red Bull
By:
3012

La notizia è di quelle importanti. Honda ha annunciato che anche nella prossima stagione supporterà con i suoi tecnici il nascente reparto Power Unit Red Bull, alimentando le speranze di mantenere le ottime prestazioni in temini di potenza mostrate in questo inizio di stagione.

Il team di Milton Keynes ha avuto un inizio incoraggiante in questa stagione, con Max Verstappen che ha conquistato la pole position nella gara inaugurale in Bahrain ed ha vinto l'ultimo Gran Premio dell'Emilia Romagna.

Questi successi sono sicuramente anche frutto dei grandi progressi della Honda, che però si ritirerà dalla F1 alla fine di questa stagione.

L'acquisizione da parte della Red Bull del progetto Honda per il 2022, insieme al congelamento dei motori, rende essenziale che lo sviluppo non si fermi quest'inverno, quando i produttori delle scuderie rivali lavoreranno duramente per apportare i loro ultimi miglioramenti all'attuale generazione di motori.


Ma nonostante l'addio di Honda, il boss del team Red Bull Christian Horner è fiducioso che il produttore giapponese farà il possibile per aiutare il reparto motori a preparare lo sviluppo necessario a sfruttare al meglio i nuovi carburanti che stanno arrivando.

Dal 2022, come parte della spinta della F1 per un futuro più sostenibile, i motori dovranno funzionare su ciò che è noto come carburante E10 - una benzina che include una miscela del 10% di etanolo sostenibile avanzato.

Il cambiamento di carburante richiederà l'adattamento dei motori per massimizzare le prestazioni, ed è in quest'area che Honda sta lavorando per aiutare a preparare la Red Bull nel miglior modo possibile.

"La più grande sfida per tutti i costruttori è l'introduzione del nuovo carburante.", ha dichiarato Horner a motorsport.com

"Così farà Honda, cercando di garantire il passaggio al congelamento nel miglior modo possibile. Il lavoro è in già in corso mentre Honda è ancora in funzione a Sakura [la sua struttura di R&S in Giappone], prima che tutto sia consegnato".

La decisione della Red Bull di gestire la propria divisione powertrains è stata spinta dal ritiro della Honda dalla F1, ma l'azienda ha trasformato la situazione in un progetto molto più grande.

L'intento del team è chiaro: costruire la propria power unit interamente per i nuovi regolamenti nel 2025, e ha recentemente annunciato la firma di Ben Hodgkinson, dipendente Mercedes di lunga data, come nuovo direttore tecnico.

I lavori per una nuova fabbrica all'avanguardia a Milton Keynes sono iniziati di recente, e Horner ha esposto le sue speranze che la divisione motori aiuti a portare la squadra al successo.

"Ovviamente il congelamento dei motori per il 2022 è stato importante come salvaguardia per quello che sarà effettivamente un periodo intermedio. Ma per il nuovo motore, quando arriverà, potenzialmente nel 2025, stiamo ovviamente costruendo una struttura. Stiamo per ereditare alcune grandi persone e talenti dalla Honda, ma siamo assolutamente impegnati a ottenere le persone giuste nei ruoli giusti in modo efficiente che si integri pienamente con il lato telaio del business"


Tag
dichiarazioni horner | power unit | Honda red bull |


Commenti
- Formula1.it
La notizia è di quelle importanti. Honda ha annunciato che anche nella prossima stagione supporterà ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it