Masi ammette che nel Q3 a Spa è stato fatto un errore
By:
951

Il direttore di gara della FIA Formula 1 Michael Masi ha ammesso che dare il via alla Q3 nel Gran Premio del Belgio è stata la decisione sbagliata, ed ha causato il brutto incidente di Lando Norris.

L'evento di Spa-Francorchamps dello scorso fine settimana si è trasformato in una farsesca corsa di tre giri dietro la safety car dopo che la pioggia battente e la scarsa visibilità hanno impedito il regolare svolgersi di una gara.

Il tempo aveva già giocato un brutto tiro all'inizio del weekend, quando la W Series è stata scossa da un tamponamento di sei auto al venerdì.

Anche la sessione di qualifiche di F1 di sabato è stata interrotta dal tempo. Mentre le condizioni di gara peggioravano la direzione di gara ha deciso di lasciare che la Q3 andasse avanti, nonostante diversi avvertimenti da parte dei piloti che la pista era troppo bagnata per poter guidare.

All'inizio della Q3 il pilota della McLaren Norris ha avuto un brutto incidente sulla combinazione Eau Rouge/Raidillon dopo un testacoda che lo ha mandato fuori pista.


Per fortuna Norris ne è uscito illeso, ma la decisione di lasciare che la sessione andasse avanti ha suscitato pesanti critiche da parte di Sebastian Vettel dell'Aston Martin, che era arrabbiato perché le sue richieste via radio di esporre bandiera rossa - che il suo ingegnere di gara ha detto essere state trasmesse a Masi - non erano state ascoltate.

Donenica sera il direttore di gara Masi ha ammesso che col senno di poi "probabilmente non avrebbe iniziato" la sessione.

"Ho parlato con un certo numero di piloti sabato notte per avere il loro feedback e mi hanno dato un feedback molto costruttivo. Quindi sì, il senno di poi è una cosa incredibile. E in base a quello che mi hanno detto, avendo sperimentato le condizioni di questo circuito e tutto il resto, probabilmente non saremmo partiti. Ma questo è stato possibile anche perché i piloti hanno guidato su questo circuito in quelle condizioni, perché ogni circuito è un po' diverso per il modo in cui l'acqua viene via, per il modo in cui le gomme reagiscono, eccetera. Bisogna trattare ogni cosa secondo i suoi meriti".

Masi ha aggiunto che gli incidenti del Raidillon delle ultime settimane, non hanno influito sulla sua decisione di domenica.

"No, penso che si impari da ogni giorno. E come ho detto prima, ho parlato con un certo numero di piloti sabato notte e in particolare aver sperimentato la guida in pista in quelle condizioni ha dato loro un buon riferimento. Mi hanno dato un feedback incredibile su ciò che può e non può accadere, che ovviamente ha aiutato le mie decisioni ed è stato estremamente utile.

Nonostante le critiche di Vettel, Masi ha detto che il feedback dal vivo dei piloti ha giocato un ruolo importante domenica.

"Quello che abbiamo sempre fatto, e che abbiamo incoraggiato durante i giri di formazione la prima volta, è che i piloti ci diano un feedback via radio, e lo abbiamo fatto a Hockenheim nel 2019, lo abbiamo fatto in Turchia nel 2020, ovunque. Perché ovviamente è un feedback in diretta da loro in quel momento di ciò che possono e non possono affrontare in base a quel particolare circuito"

Articolo originale su motorsport.com

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Belgio 2021


Tag
incidente norris | dichiarazioni masi |


Commenti
- Formula1.it
Il direttore di gara della FIA Formula 1 Michael Masi ha ammesso che dare il via alla Q3 nel Gran Premio ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it