Gp USA: ancora una volta Verstappen +12 su Hamilton
La Formula 1 continua a regalarci incredibili emozioni, a maggior ragione ora che mancano solamente cinque gara alla conclusione della stagione.

La Formula 1 continua a regalarci incredibili emozioni, a maggior ragione ora che mancano solamente cinque gara alla conclusione della stagione

Il duello tra Verstappen ed Hamilton continua ad essere acceso, ma la sensazione è che il titolo punti destinazione Red Bull. Sì, perché nel Gp degli Stati Uniti abbiamo assistito ad un Max Verstappen praticamente perfetto. Fin dall’inizio è stato lui il favorito alla vittoria finale, così come pronosticato da i migliori siti di scommesse sulla formula 1. Il suo rivale, Lewis Hamilton ha gareggiato con tutte le sue forze, ma un ruolo chiave lo ha svolto il muretto, forse tradendo il suo campione. Il GP degli Usa si è deciso ai box e l’olandese e la Red Bull possono dire di essere stati i migliori. 


Una vittoria pesante che consente a Verstappen di allungare a +12 nel Mondiale a 5 gare dalla fine. Sicuramente non saranno tantissimi punti, ma a questo punto della stagione ogni piccola situazione può risultare determinante e dare morale. L’olandese ha dato più fiducia alla sua scuderia che ora ha davanti due gare dove da sempre va forte, ovvero Messico e Brasile. Sul podio l’altra Red Bull di Perez davanti alla Ferrari di Charles Leclerc, che ha preceduto la McLaren di Daniel Ricciardo. Sesto Valtteri Bottas, settimo Carlos Sainz, ottavo Lando Norris, a punti Yuki Tsunoda e Sebastian Vettel, 11° Antonio Giovinazzi.

Ora un po’ di pausa e si riprende il 7 novembre con il Gp del Messico. I tifosi non vedono l’ora di continuare ad assistere al duello tra Verstappen e Hamilton.


La gara

Alla partenza bellissimo spunto di Hamilton che ha bruciato Verstappen tenendo giù il piede in curva 1. L’olandese ha tentato di chiudere la traiettoria al rivale, ma non ha potuto fare altro che lasciare lo spazio a Lewis che ha chiuso bene la svolta a sinistra e si è preso la testa. Perez ha coperto le spalle a Verstappen e Leclerc si è portato in quarta posizione davanti alla McLaren di Ricciardo, autore di un bellissimo sorpasso ai danni di Sainz. Settimo Norris su Tsunoda e Gasly, mentre in coda Latifi ha speronato Stroll in curva 1. In 5 giri i due leader del campionato se ne sono andati, rifilando 3”5 a Perez e 11” a Leclerc. Bottas, in decima posizione al 6° giro, si è ritrovato a 24 secondi dal duo di testa. Al 7° giro il primo a fermarsi per il cambio gomme è stato Alonso con l’Alpine, seguito da Tsunoda al 10°.

Momento chiave della gara, 10 giro e a sorpresa Verstappen anticipa la sosta montando le gomme bianche e rientrando alla quinta posizione. L’olandese ha subito superato la McLaren di Ricciardo, che è poi rientrato ai box per il cambio gomme insieme a Sainz. Al 13° sosta per Perez, che ha rimontato le medie. E alla fine dello stesso giro ecco rientrare Hamilton. Qui Hamilton perde la gara. Il pit stop della Mercedes è stato troppo tardivo, facendo rientrare il britannico in pista a 6” da Verstappen. Qui c’è l’errore della Mercedes, un ritardo nel pit stop è scostata la prima posizione, con il pilota Red Bull con gomme dure nettamente più veloci di Hamilton.

Ovviamente quello è stato il momento decisivo della gara, perché la situazione strategica si è completamente ribaltata. Ecco quindi che ad avere il pallino della gara è la scuderia austriaca. Con esperienza Hamilton ha cercato di ridurre lo svantaggio portandosia 3”, ma Verstappen ha anticipato il gioco e si è fermato al 29° giro per la seconda sosta, seguito il giro dopo dal compagno di squadra Perez. Hamilton è rimasto ovviamente in pista nella speranza di far durare le sue gomme il più a lungo possibile. Lo ha fatto fino al giro 37, per giocarsi gli ultimi 18 giri a tutta contro le gomme meno fresche del rivale.

Qui parliamo di una gara di nervi e di strategia, con la gestione delle gomme fondamentale. Quella ideata dal muretto Mercedes si è rivelata corretta, anche perché Hamilton ha subito ridotto lo svantaggio di 9 secondi a 4”4 al 44° giro, con ancora 12 giri da percorrere. Al 49° giro Hamilton si è portato a 2”1 e al 52° a 1”7. Un finale di gara entusiasmante, ma la risposta di Verstappen è arrivata: l’olandese aveva ancora gomma da gestire per tenere Hamilton a 1”3, quello che serviva per portarsi a casa 25 punti. Ecco quindi che Max è riuscito a strappare la vittoria al rivale e dare un colpo di reni fondamentale per la vittoria del titolo mondiale.

Ordine d’arrivo GP degli Usa:

  1. Verstappen (Red Bull)
  2. Hamilton (Mercedes) a 1”3
  3. Perez (Red Bull) a 42”2
  4. Leclerc (Ferrari) a 52”2
  5. ...

Risultati completi Gp USA 2021



Queste le classifiche del Mondiale:

  1. Max Verstappen (OLA ) 287,5 punti
  2. Lewis Hamilton (GB) 275,5
  3. Valtteri Bottas (FIN) 185
  4. Sergio Pérez (MES) 150
  5. Lando Norris (GB) 149
  6. ...

Classifica piloti completa

 

Classifica costruttori:

  1. Mercedes 460,5 punti
  2. Red Bull-Honda 437,5
  3. McLaren-Mercedes 254
  4. Ferrari 250,5
  5. Alpine-Renault 104
  6. ...

Classifica costruttori completa

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio Stati Uniti 2021



Commenti
-
Formula1.it

La Formula 1 continua a regalarci incredibili emozioni, a maggior ragione ora che mancano solamente ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it