Anteprima GP Spagna 2022 - Pirelli - Evento da due soste, qualcuno romperà la 'tradizione'?

La Formula 1 torna in Europa. Dopo una breve tappa negli States, il Circus si sposta nuovamente nel vecchio continente dove permarrà per circa un mesetto prima di andare a fare una capatina in quel di Montréal dove andrà a sostenere il GP del Canada, 17 - 19 giugno (appuntamento che manca dal calendario dal 2019).

Quello di Barcellona è da sempre un appuntamento importante perché luogo in cui le squadre portano i primi grandi pacchetti di aggiornamenti per constatare i progressi fatti nel corso dei primi eventi stagionali. Essendo il Montmelò luogo dei test pre-season costituisce il posto migliore per andare ad effettuare le prime comparazioni. Andiamo ora a conoscere come si è preparato il costruttore di pneumatici per l’occasione.


Indicazioni Pirelli

Come ormai da tradizione, la casa della P Lunga ha deciso anche quest’anno di nominare per il Gran Premio di Spagna, di cui è title sponsor, le mescole più dure della gamma 2022: la C1 White Hard, la C2 Yellow Medium e la C3 Red Soft. Scelta piuttosto semplice dato che le sfide del circuito di Barcellona sono da sempre ben note. Tra queste la lunga curva 3 e la curva 9 a riversare una grande quantità di energia sui pneumatici.

I team hanno avuto modo di girare al Montmelò con questa combinazione di auto e pneumatici già tre mesi fa per i test pre-stagionali. Ciononostante, bisognerà tenere conto di tre grandi differenze: in primo luogo, nei test i team si sono concentrati sulle mescole centrali della gamma piuttosto che sulla Hard; in secondo luogo, le condizioni meteorologiche erano molto più fresche; infine le nuove vetture non avevano ancora la versione definitiva. Da allora le monoposto sono migliorate considerevolmente e sarà interessante vedere quanto notevole saranno stati i progressi compiuti con gli ultimi aggiornamenti.

Pirelli, GP Spagna 2022


Quello di Barcellona, oltre ad essere un circuito molto utilizzato, godrà anche di un fitto programma di gare di supporto e ciò non darà luogo ad un’enorme evoluzione della pista nel corso del fine settimana. Le temperature dovrebbero essere asciutte e calde, il che aggiunge un’ulteriore sfida a quelle già previste per i pneumatici. Il tracciato risulterà invariato rispetto allo scorso anno, quando fu modificata la curva 10 ad incrementare leggermente la lunghezza complessiva del circuito.

Isola: "Evento da due soste, qualcuno riuscirà a farne una?"

“È difficile dire molto di più di quanto non sia già stato detto su Barcellona. Probabilmente si tratta del circuito in calendario più conosciuto dai piloti. Il suo layout lo rende un proving ground perfetto. Presenta un po' di tutto, con il settore finale molto tecnico che diventa particolarmente importante quando si tratta di gestire i pneumatici”, riferisce il direttore motorsport Pirelli alle colonne ufficiali dell’azienda.

I team avranno una buona opportunità per valutare i progressi fatti con le loro vetture dall'inizio della stagione. Le condizioni meteorologiche saranno molto calde e probabilmente, rispetto a quanto visto nei test, si vedrà un maggiore utilizzo della mescola Hard, che potrà giocare un ruolo chiave in gara. In passato, a Barcellona abbiamo sempre avuto due soste, quindi sarà interessante vedere se la nuova generazione di pneumatici quest'anno spingerà qualcuno a puntare sull’unica sosta", ha concluso.


Foto: Twitter, Pirelli, Ferrari

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Spagna 2022


Tag
pirelli | ferrari | isola | spanishgp | formula1 | f1 | stagione 2022 | barcellona | montmelò |


Commenti
-
Formula1.it

La Formula 1 torna in Europa. Dopo una breve tappa negli States, il Circus si sposta nuovamente nel ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it