Brundle: «Il Max 2.0 è ancora irritabile, Perez testa calma e matura. Su Leclerc ed Hamilton...»
Tempo di lettura: 5 minuti

Come di consueto dopo ogni appuntamento del Mondiale di F1, Martin Brundle, ex pilota ed oggi conduttore televisivo, ha analizzato le vicende del Gran Premio di Singapore nella propria rubrica per Sky Sport UK. Ve ne proponiamo un estratto in cui ha parlato di Red Bull, Ferrari e Mercedes. Di seguito le sue considerazioni.

L'analisi di Brundle sul GP di Singapore

gp singapore formula 1

Nel corso della sua analisi sul GP di Singapore, Brundle si è soffermato innanzitutto su Max Verstappen, sottolineando quanto gli sia costato caro l'errore della Red Bull nelle qualifiche e quanto l'olandese ci abbia tenuto a far sapere alla squadra di non aver gradito tale leggerezza. A tal riguardo, il britannico ha affermato:


"Max Verstappen avrebbe dovuto essere in pole position, ma rimanere a lungo in pista nel Q3 l'ha costretto ad abortire l'ultimo giro, altrimenti non avrebbe avuto abbastanza carburante da consegnare per le verifiche tecniche obbligatorie. Ciò ha reso il leader del campionato estremamente infelice, e Max lo ha fatto sapere alla squadra senza mezzi termini. Max 2.0 è ancora piuttosto irritabile nonostante l'attuale dominio suo e della squadra".

Poi Brundle ha voluto elogiare Sergio Perez, vincitore della gara nonostante una penalità e nonostante la pressione che gli ha messo la Ferrari di Leclerc per due ore consecutive: 

"Una volta partito, Sergio Perez ha tenuto ben ferme le gomme posteriori per tutta la fase di accelerazione ed è passato in testa alla prima curva. In un modo davvero impressionante ha trascorso le due ore successive a gestire una pista che ti invitava ripetutamente contro il muro, il tutto con i suoi specchietti riempiti da una Ferrari scarlatta con un Leclerc molto determinato al volante. C'è un'altra sfida sportiva che richiede tanto da te mentalmente e fisicamente per due ore? Intendiamoci, su base storica Sergio è stato molto fortunato a ricevere solo una penalità di cinque secondi per una seconda infrazione in regime di safety car. Presumibilmente è stato in grado di convincere gli steward che, con gomme fredde e condizioni difficili, il suo errore era accettabile. E così gli è stata confermata una vittoria che qualsiasi pilota di F1 vorrebbe avere sul proprio curriculum. Sergio di tanto in tanto entra nella lista degli scomparsi per un paio di gare, ma quando si presentano sfide difficili è ha un piano e una testa calma e matura".

Successivamente, Brundle ha fatto il punto della situazione in casa Ferrari:

"Ancora una volta Leclerc ha dovuto subire la frustrazione di non aver vinto una gara partendo dalla pole position. Quel leggero slittamento della ruota all'inizio e l'errore al pit stop (è andato lungo, ndr) gli hanno negato la possibilità di essere davanti a Perez. Secondo e terzo posto per la Ferrari è un risultato frustrante".

Infine, ha speso qualche parole sul fine settimana deludente della Mercedes:


"Quando ero in pista durante le prove era chiaro che, nonostante girassero velocemente, i due piloti Mercedes Lewis Hamilton e George Russell stavano faticando al volante. Lewis non ha avuto molta fortuna ed è finito al nono posto. Ha frenato troppo tardi in entrata di curva 7 e ha centrato le barriere piuttosto che intraprendere la via di fuga. Poi ha tentato una mossa (senza successo, ndr) su Sebastian Vettel sulla linea del bagnato alla curva 8 ed è stato superato da Verstappen. Lewis ha avuto un po' di difficoltà in combattimento nelle gare recenti, il che è probabilmente indicativo di una macchina difficile".

Leggi anche: Verstappen, Singapore da dimenticare. E Hakkinen bacchetta la Red Bull: «Errore imbarazzante»

Leggi anche: Aston Martin, Krack: «Budget cap? Ecco come stanno le cose. Un bene che la Red Bull sia coinvolta»

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Singapore 2022


Tag
brundle | gp singapore | formula 1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Martin Brundle, ex pilota ed oggi conduttore televisivo, ha analizzato le vicende del Gran Premio di ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it