Wolff: «Red Bull e Ferrari ancora davanti nel 2023. Mercedes ha potenziale, punteremo sugli sviluppi»
Tempo di lettura: 4 minuti

La stagione 2022 resterà nella memoria degli appassionati come una tra le annate più negative per la Mercedes. Una stagione in cui il team di Brackley ha dovuto fare i conti con moltissime difficoltà dopo anni di domino indisturbato, scivolando dal primo al terzo posto in classifica costruttori, alle spalle di Mercedes e Red Bull.

Una crisi dovuta alla W13, una monoposto ardita nell'interpretazione del nuovo regolamento tecnico, portatrice di molti concetti innovativi che però non sempre hanno funzionato come previsto, palesando soprattutto enormi di problemi porpoising per gran parte del campionato.


Problemi che i tecnici del team, grazie ad un grandissimo lavoro sugli sviluppi, sono stati in grado di risolvere quasi completamente durante la stagione, riuscendo a risalire la china con il passare delle gare sino a tornare a vincere un gran premio (in Brasile, con Russell) sul finale di campionato. Un trend che, di fatto, permette al team della Stella di poter guardare con fiducia al 2023, stagione in cui, si spera, la nuova W14 non accuserà più i problemi della sua progenitrice e permetterà alla casa di Stoccarda di tornare a competere ai livelli a cui era abituata.

Della nuova monoposto, che verrà presentato al mondo il prossimo 15 Febbraio, ha parlato il team principal di Mercedes, Toto Wolff. Una monoposto che, per stessa ammissione del numero uno del team, manterrà il concetto aerodinamico 'zero sidepods' e che, auspicabilmente, non dovrebbe presentare gli stessi problemi della W13, compresi e risolti dallo staff tecnico diretto da Mike Elliott.

Penso che abbiamo capito i nostri punti deboli, dove erano e sono le carenze. Stiamo lavorando sodo sulla nuova vettura, che avrà lo stesso concetto della W13. Solo quando inizieranno i test capiremo se avremo sbloccato il potenziale che crediamo sia sempre stato nella macchina".

Una macchina che, seppur migliore della versione 2022, difficilmente permetterà di raggiungere le prestazioni di Ferrari e Red Bull, chiudendo del tutto il gap che c'era sino allo scorso GP di Abu Dhabi."

Questo è ciò che pensa il manager austriaco che, malgrado tutto, non demorde nell'alzare sempre più l'asticella del suo team.

"Indubbiamente, partendo con mezzo secondo di gap dai primi, sarà difficile raggiungere Red Bull o la Ferrari. Noi però, dal canto nostro, siamo super determinati nel fare proprio questo".

Ferrari e Red Bull che, secondo Toto, potrebbero essere avvicinabili all'inizio della prossima stagione, nel caso in cui i verdetti della pista confermino quelli che sono i dati che stanno emergendo dalle simulazioni. Un punto di partenza solido su cui costruire una bella stagione, con la consapevolezza di avere nella velocità ed efficienza degli sviluppi un asso nella manica.

Se le nostre prestazioni saranno quelle che speriamo, allora saremo nella lotta di veritice, un buon punto di partenza. Ovviamente questo non è scontato: potremmo anche avere lo stesso gap che avevamo alla fine della scorsa stagione. Noi riteniamo di avere ancora molto potenziale nella nostra auto. Un potenziale che, forse, ci permetterà di essere più concreti con gli sviluppi nei mesi a venire".


Foto www.mercedesamgf1.com

Leggi anche: Mercedes, Wolff: «Pronto a fare un passo indietro». Vowles? Non si esclude un ritorno


Tag
mercedes | w14 | toto wolff | red bull | ferrari |


Commenti
-
Formula1.it

A poco meno di un mese dalla presentazione della nuova W14, il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it