Gp Bahrain - Prove libere

Gp Bahrain - Prove libere

By:
2988

Si riaccendono i motori, i semafori riprendono vita, i team (adesso più numerosi di prima) lavorano sodo e i piloti abbassano le visiere. Lo spettacolo è appena iniziato, la stagione 2010 (attesa ed eccitante) ha appena vissuto il suo start. Oggi in Bahrain si sono svolte le due sessioni di prove libere del venerdì. I risultati, però, sembrano indicativi solo parzialmente. Il vero potenziale verrà fuori in qualifica e soprattutto in gara, condizioni ormai molto differenti per via dei carichi di benzina “obbligati”. Domani, infatti, si girerà con meno carburante possibile, mentre domenica assisteremo al percorso prestazionale che più ci incuriosisce: quello con un unico pieno dall’inizio sino alla bandiera a scacchi.

La prima sessione si è chiusa con il miglior crono di Sutil, seguito dalla Ferrari di Alonso. Quarto tempo per il brasiliano Felipe Massa. Alla fine della seconda sessione i valori sono cambiati, complice il fatto che in parecchi hanno preferito concentrare il lavoro sulle condizioni di gara piuttosto che sul giro secco. La differenza di carburante imbarcato, infatti, può generare differenze abissali (anche perché i serbatoi sono capienti quasi due volte e mezzo i precedenti) e quindi far scivolare molto in basso chi invece è potenzialmente rapido. A chiudere nelle prime posizioni della giornata sono stati ben quattro propulsori Mercedes! Il primo crono, infatti, è stato di Rosberg, il quale ha mantenuto a lungo il primo tempo. Secondo crono per Lewis Hamilton, la cui McLaren è stata dichiarata (come leggete a parte) conforme alle norme Fia riguardo una presunta irregolarità dell’alettone posteriore. La Renault ha protestato per questa soluzione tecnica, ma di fatto, finora, non ha presentato ricorsi. Sì, ormai ogni stagione è destinata ad iniziare anche con le solite polemiche tecniche. Terzo tempo per Michael Schumacher: la Mercedes può sorridere anche grazie al primo tempo di Nico. Quarta posizione per il campione in carica Jenson Button.
Ha fatto di sicuro un certo effetto rivedere il casco rosso del sette volte campione del mondo, soprattutto grazie al contesto cromatico della sua Mercedes, adesso vera e incontrastata padrona del titolo di Freccia d’Argento (appartenuto in prestito alla McLaren fino alla passata stagione). Ottima conferma per la Red Bull, che ha conseguito il quinto crono con Vettel (Webber più indietro) e tante speranze per la rinata Sauber, che, curiosamente, nel suo nominativo completo riporta sia il nome della Bmw che quello della Ferrari. Una registrazione non modificata che unisce il passato recente al tradizionale accordo avuto in precedenza e per tanti anni con la Ferrari per la motorizzazione. Nel team del Cavallino si respira un’aria tranquilla, nonostante i tempi non siano allineati con i primi: Massa è settimo e Alonso, al suo esordio in rosso, nono. Rispettivamente poco più di un secondo e più di un secondo e mezzo di distacco dal primo tempo di Rosberg (1’55’’4).
Prevedibilmente indietro le scuderie nuove arrivate: la Lotus ha fatto meglio delle altre, chiudendo con Kovalainen e Trulli in diciottesima e diciannovesima posizione, a diversi secondi di distanza dai primi. Le due posizioni successive sono state occupate dai due alfieri della Virgin (Di Grassi a quasi sette secondi dalla vetta). Molto indietro la HRT, ovvero l’Hispania Racing Team, meglio conosciuta come Campos. Questa scuderia, utilizzando un telaio Dallara, porta con sé un importante bagaglio delle corse tutto italiano. I tempi molto ristretti, però, hanno imposto un lavoro rapido e difficile, i cui miglioramenti potranno essere visti solo con il naturale passare del tempo. I piloti, infatti, sono apparsi in difficoltà: Senna (nipote di Magic!) ha chiuso a oltre dieci secondi dal primo crono, mentre Chandok non ha siglato tempi. Le prime verità domani in qualifica, quando in Italia sarà esattamente mezzogiorno!

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Bahrain 2010



Commenti
- Formula1.it
Quattro motori Mercedes nelle prime posizioni della seconda sessione di libere; parte il Mondiale, non ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it