Mercedes 2018, come sarà

Mercedes 2018, come sarà

By:
1641

Inzia ancor prima del Mondiale 2018, la sfida tra Ferrari e Mercedes, che si sfideranno già il 22 Febbraio prossimo, giorno nel quale sveleranno le rispettive monoposto.

Una sfida psicologica, con entrambe le parti che vorranno, il giorno della presentazione rubare la scena alla concorrente, per mettere già pressione l'una sull'altra.

Ora, concentriamoci sul formulare delle ipotesi su come potrebbe essere la nuova W09.

Partiamo sull'argomento più in voga nel 2017, quello del passo, in quanto i tecnici di Brackley, dovrebbero accorciare il passo della vettura (il passo è la distanza fra l'asse anteriore e quello posteriore dell'auto), mantenendo comunque un passo più lungo rispettto alla concorrenza.

Passo più corto rispetto alla W08, per recuperare performance nei circuiti lenti e tortuosi, ma più lungo rispettto alla concorrenza per mantenere il vantaggio nelle piste veloci e con curvoni veloci.


Novità importanti potrebbero esserci nella zona del retrotreno dell'auto, dove gli uomini della Mercedes sono chiamati a risolvere i problemi di affidabilità al cambio, e soprattutto a portare a termine il processo di riduzione del peso del retrotreno della monoposto, che causava alla vecchia W08 un cattivo sfruttamento delle coperture con un grande degrado gomma nel posteriore.

Riduzione del peso fondamentale anche a fronte dell'introduzione dell'Halo, che porterà quasi tutte le vetture ai limiti massimi di peso minimo, non consentendo di fatto l'utilizzo della zavorra per il bilanciamento dell'auto.

Grandi novità sono attese anche dalla Power Unit, viste anche le recenti dichiarazioni del capo dell'area motori di Brixworth, Andy Cowell, che aveva dichiarato il superamento del muro dei mille 1000 cavalli della PU tedesca, e un rifacimento quasi totale del motopropulsore. Altro upgrade è lecito aspettarselo riguardo al bottone magico, usato specie in qualifica, che dovrebbe godere di un maggior numero di giri di utilizzo e una maggiore potenza.

Maggiore potenza che dovrà corrispondere ad un incremento dello smaltimento termico della PU, anche a fronte dell'eliminazione della pinna posteriore, che dalla Mercedes era utilizzata anche come sfogo dei gas caldi del motore.

Passando all'aereodimanica, potremmo vedere l'introduzione sulla W09 di alcune soluzioni aereodinamiche in stile Ferrari, come i convogliatori di flusso nella zona della pance, oppure come i bargeboard sempre vicino alle pance.

Probabile sarà invece l'estremizzazione di concetti come le zanne sotto al muso, o la rastremazione delle pance nella zona posteriore, coadiuvato ad un upgrade nella zona del diffusore.

Possibile novità rispetto al 2017, potrebbe essere quello l'esasperazione dell'assetto rake, con un retrotreno ben più alto della parte anteriore come avviene con la concorrenza.

Concludiamo anche parlando della sospensione anteriore, che i tecnici della Casa di Stoccarda, dovranno rivedere in seguito alla normativa tecnica emanata in Dicembre da Charlie Waiting, riguardo all'influenza delle sospensioni sull'altezza da terra della vettura.

Di ipotesi e idee, ce ne sono molte, anche accompagnate da molte voci di corridoio, e che verranno sciolti solamente il 22 Febbraio quando, anche se a distanza di molti chilometri, inizierà la sfida ruota a ruota tra Ferrari e Mercedes, che sarà il tema principale per tutto ul 2018, e di cui nel 2017 abbiamo avuto se vogliamo un piccolo antipasto.


Tag
f1 | mercedes | pu | 2018 | tecnica | hamilton | bottas |


Commenti
- Formula1.it
A poco più di un mese dalla presentazione della Mercedes, annunciata per il 22 Febbraio, scopriamo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it