Il buio oltre il muretto

Il buio oltre il muretto

Dopo la scelta di differenziare le strategie in Australia, ancora una volta la gara di Kimi Raikkonen è stata condizionata dalle decisioni del box Ferrari. Il finlandese, quest’anno più in palla dei precedenti ...

By:
762

Dopo la scelta di “differenziare” le strategie in Australia, ancora una volta la gara di Kimi Raikkonen è stata condizionata dalle decisioni del box Ferrari. Il finlandese, quest’anno più in palla dei precedenti, specie in qualifica, è stato platealmente “usato” dal muretto per favorire il compagno di squadra; una volta subito l’undercut di Hamilton, rientrato ai box al 19esimo giro, e non fatto fermare subito per mantenere la marcatura sul campione del mondo (e perdendo cosi la posizione), Kimi è rimasto fuori per altri 10 giri, con gomme soft in chiaro e progressivo degrado, all’unico scopo di farsi raggiungere dalla coppia Bottas-Vettel, e creare una situazione di bagarre che poteva favorire il tedesco e restituirgli la testa della corsa. Tattica questa, che la Ferrari ha sempre considerato antisportiva (quando la praticava la Mercedes), per quanto consentita dal regolamento, e che non dava tra l’altro alcuna garanzia di riuscita, come poi è puntualmente avvenuto. E non parliamo della manovra “alla Schumacher” di Seb alla partenza, uguale a quella di Singapore 2017, che costò una fetta di mondiale alla Ferrari; cioè portarsi sulla corda e chiudere la porta in faccia al compagno di squadra, che stavolta, a differenza di allora, ha alzato il piede, perdendo cosi la seconda posizione a vantaggio di Bottas.


Discutibile, poi, anche la scelta di non farlo rientrare ai box, nel momento dell’entrata in pista della Safety Car (scelta invece obbligata per Vettel, che era già transitato sul traguardo) per montargli le gomme soft; alla Ferrari avranno pensato che le gomme medie, montate a Kimi solo 3 giri prima, e più giovani di 10 giri rispetto a quelle degli altri avversari diretti, potevano garantirgli una performance ottimale fino a fine gara, comunque non inferiore alle soft, tra l’altro più soggette al degrado con quasi 40 gradi sull’asfalto; ma l’entrata simultanea delle due Red Bull poteva far nascere qualche dubbio. In quel momento Raikkonen era a 10 secondi da Ricciardo (sul quale stava recuperando), a sua volta dietro a Verstappen, il primo dei due a rientrare, e il tempo per richiamarlo c’era, ma si è deciso di lasciarlo fuori, anche perché, cosi facendo, si sarebbe ritrovato davanti alle due macchine austriache. Probabilmente Ice-man avrebbe potuto, con le soft,  quantomeno combattere con le Red Bull e superare Bottas. Tutto questo è frutto del senno di poi, ma la sostanza è che, per scelte volute o semplicemente errate, chi ci rimette è sempre il finlandese.

Sia chiaro; i risultati parlano a favore di Vettel, che in assoluto merita ampiamente il ruolo di prima guida. E anche in Cina Raikkonen non è sembrato all’altezza nella condotta di gara, sempre passivo ed in difesa, e poco aggressivo nel finale su un Bottas in difficoltà con le gomme. Ma a noi sembra che, anche sorvolando sulle strategie in Australia, fare questi giochi di squadra alla terza gara sia un po’ presto, giochi di squadra che invece contribuiscono soltanto a togliere motivazioni (quando non a irritarlo) ad un pilota che al 99% a fineanno se ne andrà, e che il cui contributo alla Ferrari serve, e parecchio. Inoltre, Raikkonen è un campione del mondo, l’ultimo campione del mondo con la Ferrari; non è Massa o Barrichello, cosi come Vettel, non può (ancora) essere paragonato a Schumacher, che chiedeva ed otteneva di avere come compagno di squadra una comparsa. Kimi meriterebbe, almeno, di poter lottare sempre ad armi pari.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio della Cina 2018


Tag
gp Cina | Ferrari | Raikkonen |


Commenti
- Formula1.it
Dopo la scelta di differenziare le strategie in Australia, ancora una volta la gara di Kimi Raikkonen ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it