F1, la (s)gomma(ta) Mercedes

F1, la (s)gomma(ta) della Mercedes

By:
1170

L'intero paddock della Formula Uno in questi giorni è in subbuglio, con un'enorme polemica della quale non si fa altro che discutere, riguardante la questione delle nuove gomme della Pirelli portate per il GP di Spagna.

Per questa gara, la Pirelli ha infatti fornito alle squadre delle gomme con un battistrada ridotto di 0.4 mm rispetto a quello standard.

Cambiamento messo in atto poiché a causa del nuovo asfalto, nel corso dei test invernali, molti team, Mercedes in primis avevano accusato del forte blistering sulle coperture, causato da uno scarso degrado della gomma ed un conseguente innalzamento delle temperatura interna alla gomma, che generava le bolle in superficie (blistering appunto).

Riducendo il battistrada, si riduce di conseguenza l'innalzamento delle temperature interne e si elimina il fenomeno del blistering.

Tutto in ordine, si potrebbe pensare, ma l'enorme polemica che sta tenendo banco nel paddock Catalano, è scaturita al fatto che questa modifica è stata chiesta non da tutti i team, ma solo da una parte, ossia da quelli che nei test lamentavano blistering, capitanati dalla Mercedes.

La Pirelli, ha così agito di conseguenza per mettere una pezza a questo problema, decidendo di modificare il battistrada della gomma, riducendone la grandezza rispetto a quello utilizzato generalmente, e molti sia nel paddock che fuori, hanno accusato il gommista Italiano di aver favorito apertamente la casa di Stoccarda.

La casa Milanese, ha smentito categoricamente tutte queste voci, dichiarando, tramite Mario Isola, che qeusta modifica, non ha assolutamente cambiato gli equilibri delle prestazioni, ma ha solamente risolto dei problemi emersi nel corso dei test.

Ora, però, per caso oppure no, non sta certo a noi stabilirlo, la Mercedes a Barcellona è tornata dominare come nelle passate stagioni, centrando tutta la prima fila, ma soprattutto è stata l'unica squadra che nel corso della Q3 è stata in grado di far funzionare la gomma Supersoft, che per gli altri team era inutilizzabile poiché troppo instabile in frenata.

Strana e curiosa coincidenza, che al termine delle qualifiche è stata commentata da Lewis Hamilton, il poleman di giornata:

"Semplicemente abbiamo compreso meglio come utilizzare la gomma e fare più giri ci ha aiutati in questo. I ragazzi hanno lavorato molto sodo per fare in modo di sfruttare meglio le gomme in questo weekend. Sono molto contento e speriamo di continuare a progredire anche nelle prossime gare".

Lavoro duro e mirato alla risoluzione di questo problema, svolto dal team diretto da Toto Wolff, che ha portato ad una migliore comprensione del comportamento delle gomme, ma che senza dubbio è stato favorito, in qualche modo, anche se di pochissimo e non volutamente, dalle variazioni sugli pneumatici per questo fine settimana. Da riflettere anche sulla tempestica con cui la Pirelli ha annunciato questa modifica, ovvero DOPO che le scuderie avevano già scelto i loro set di gomme per il GP ed imponendo la modifica, giustificata dalla sicurezza, a tutti i team senza il normale consenso del 100% dei team per modifiche di questo tipo. 

In molti come detto credono ad un charo favoritismo nei confronti del team Anglo-tedesco, dopo le lamentele di Toto Wolff & Co. dopo i test invernali...liberissimi di credere oppure no a questa teoria.

Teoria forse più accreditata, mettendo da parte le teorie pro Mercedes, potrebbe essere quella secondo cui, Pirelli ha agito seguendo le indicazioni dei team, che si lamentavano tutti, chi più chi meno, del blistering, trovando una soluzione non troppo drastica.
Essendo però Mercedes il team più in difficoltà nel corso dei test invernali per quanto riguarda lo sfruttamento degli pneumatici e il blistering, è stato il team che ha tratto il maggior guadagnano da questa modifica a campionato in corso.



Tag
f1 | mercedes | pu | 2018 | tecnica | hamilton | bottas |


Commenti
- Formula1.it
Super prima fila per Lewis Hamilton e Valtteri Bottas...un risultato che va ad alimentare le polemiche ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it