Hamilton, tante difficoltà, fortunati di aver finito la gara

Hamilton, tante difficoltà, fortunati di aver finito la gara

By:
868

Arrivava in Canada con il favore dei pronostici, Lewis Hamilton, quasi con la vittoria in mano, e la leadership nel Mondiale ancor più solida, per tutta una serie di motivi, come la pista favorevole alle caratteristiche della Mercedes, o come lo straordinario feeling dell'inglese con la pista di Montréal.

E invece, invece di vincere, dominare, Lewis e la Mercedes hanno dovuto limitare i danni, a fare i conti dei dri cronici probelmi con le gomme, come accaduto sempre in questo 2018, e con enormi problemi con la Power Unit, ormai obsolete su entrambe le macchine, che accusavano probelmi di surriscaldamento e con potenza ridotta per salvaguardare l'affidabilità.

Un calvario per Hamilton, dal quale è uscito dopo 70 giri con le ossa rotte, dopo aver preso la paga da Valtteri Bottas, aver perso la posizone in pista a favore di Daniel Ricciardo e soprattutto dopo aver preso la leadership del Mondiale a vantaggio di Sebastian Vettel.

Alla fine della gara, il pilota Inglese, visibilmente contrariato ha analizzato l'esito della sua gara, e tutti i probelmi con la PU ai queli ha dovuto far fronte:

La potenza continuava a salire e scendere, è stata bassa tutta la gara, pensavo ci sarebbe stato un guasto, ma alla fine il motore ha tenuto e fortunatamente sono riuscito a finire la gara”.

Calo di potenza, che Lewis ha denunciato dopo pochi giri, che erano in parte dovuti ad un surriscaldamento della PU, che dal box Mercedes hanno risolto anticipando il pit di Hamilton per aprire delle prese d'aria per migliorare il raffreddamento, e poter magari utilizzare delle mappature meno conservative per i restanti giri della gara.

Un fine settimana già in parte compromesso dal mancato arrivo della PU numero due sulle due W09, che si sapeva avrebbe penalizzato in parte le due freccie d'argento, ma non a questi livelli, specie per quanto riguarda il quattro volte Campione del Mondo Ingelse:

Non sapevo cosa aspettarmi in realtà, ma sicuramente è stato peggio di quanto potessi immaginare. Probabilmente con il problema avuto sarebbe potuto essere ulteriormente peggio”.

Risultato in parte già preventivato, ma non in questo modo, ma che sarebbe potuto essere ancora peggiore, visto il concreto pericolo di non finire la gara delle due W09, che nelle difficoltà hanno comunque gestito alla grande la trasferta oltreoceano.

Per finire, il pilota numero 44, ha poi allargato la sua analisi dalla gara Canadese, al Campionato del Mondo, nel quale ora è secondo ad un solo punto dal nuovo leader Vettel:

Il campioanto è molto equilibrato, la Red Bull ha vinto l’ultima gara prima di questa. Credo che ci saranno cambiamenti nei rapporti di forza in pista da una gara all’altra. Se non facciamo un lavoro migliore sarà dura battere la Ferrari, perché hanno un pacchetto fortissimo e un’ottima affidabilità. Quindi dobbiamo tenere la testa bassa, sperando di fare meglio”.

Campionato molto equilibrato, che dopo le prime sette gare, sembra pendere leggermente a favore della Rossa, in termini di prestazioni, ma non in termini di punti irudati, visto che gli uomini in Rosso, hanno perso per strada svariati punti, mantenendo corta la classifica.

Dopo questa gara, gli uomini di Toto Wolff, saranno costretti a reagire, almeno per l'orgoglio dei campioni, tentando quantomeno di vendere cara la pelle fino alla fine del Mondiale, e questa reazione è attesa già dalla prossima gara, al Paul Ricard, in Francia, dove le due monoposto della stella potranno far bene, sfruttando il ritorno delle gomme ribassate di 0.4 millimetri.



Tag
f1 | mercedes | pu | 2018 | tecnica | hamilton | bottas |


Commenti
- Formula1.it
Un deluso Lewis Hamilton parla dei suoi probelmi durante la gara Canadese, e incita la squadra ad una ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it