Hamilton, siamo i più forti del Mondo, grande strategia non come Ferrari

Hamilton, siamo i più forti del Mondo, grande strategia non come Ferrari

By:
1991

80 pole position in carriera, 70 vittorie, quattro titoli mondiali, (quasi 5 dire il vero), sono alcuni dei tanti numeri da record di Lewis Hamilton, che ormai non ha più bisogno di presentazioni, ma che gara dopo gara continua a stupire e dimostrare anche cio che non dovrebbe.

Un pilota forte, talentuoso, da semrpe, che in questo 2018 sta raggiungendo il suo apice, dato che l'inglese sta dominando ormai un campionato nel quale per più della metà, si è trovato a dover fare i conti con un mezzo meccanico non proprio al top.

Dominio che è gran parte merito suo, ma anche del team Mercedes che dopo una prima fase di mondiale sottotono gli ha fornito nuovamente una vettura micidiale e non di rado lo mette, grazie alla strategia, nelle migliori condizioni possibili.

Prororo del suo team, Lewis ha parlato subito dopo la pole conquistata a Suzuka, non usando mezzi termini nel lodare il lavoro dei suoi uomini:

Ogni team ha le sue persone intelligenti ma, ultimamente, quando c’è da prendere delle scelte giuste sotto pressione, abbiamo dimostrato il perché i nostri ragazzi siano i migliori al mondo”.

Decisioni giuste, anzi perfette, come quella di oggi di non copiare la tattica Ferrari di andare in pista in Q3 con le gomme intermedie quando la pista era ancora asciutta, che di fatto ha compromesso la sessione di oggi e la gara di domani per il team di Maranello.

Proprio sulla decisione del muretto Ferrari, il quattro volte Campione del Mondo ha commentato:

Sono usciti con le intermedie, ma onestamente ho subito pensato che non fosse la strada corretta. Ovviamente, noi abbiamo preso quella giusta come squadra. Sarebbe stato bello se aveste potuto vedere il mio arrivo in curva-1… Non sapevo se fosse bagnato o asciutto. Non avevo gocce d’acqua sulla mia visiera, poi ne ho vista una, due, dieci. Ho guidato in punta di piedi e fortunatamente ce l’ho fatta mentre altri sono andati fuori pista”.

Errore fondamentale per la Rossa che, nel giro in con le gomme intermedie ha perso l'attimo ideale per fare il giro buono, e si è trovata con gomme da asciutto nel giro out, proprio mentre stava iniziando a piovere.

Errore che non è stato commesso dagli strateghi di Toto Wolff, che hanno azzeccato la strategia slla perfezione, che è stata poi gestita e massimizzata dal pilota numero 44 nel suo giro cronometrato.

Infine, il "Re Nero" ha parlato delle sue prime 80 pole position in carriera e del magnifico percorso che lo ha portato, e lo sta portando, a riscrivere la storia della F1:

Fino a ora è stato un anno incredibile, questa è la numero 80 e non posso ancora crederci. Gli ultimi sei anni sono stati semplicemente incredibili, sono fiero di questa squadra e grato per il duro lavoro di ognuno dei ragazzi. Questa non è la fine, l’ottantesima pole non sarà l’ultima. Però è un bel traguardo e sono davvero orgoglioso di averlo raggiunto”.



Tag
f1 | mercedes | pu | 2018 | tecnica | hamilton | bottas |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton centra la pole numero 80 della sua carriera e massimizza la strategia perfetta del team, ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it