Gp Giappone

Bottas vince il Gp del Giappone

By:
579

Partenza da incubo per le Ferrari che qui in Giappone avevano conquistato una incredibile prima fila. Ancora prima che si spengano tutti i semafori la Ferrari di Vettel si muove un po' in avanti, una sorta di jump start che già in questa stagione è stato punito con un drive trough (Raikkonen). A causa di questo movimento la sua partenza è lentissima e viene subito infilato da Bottas che invece parte benissimo. Leclerc, che parte accanto a Vettel, ha uno spunto migliore ma non sufficente a sorpassare il compagno e si trova quindi subito in bagarre con Verstappen che quasi chiude il sorpasso all'esterno delle prime due curve ma i due arrivano al contatto con Max che si gira e Charles che danneggia l'ala anteriore ed è costretto a rientrare ai box per cambiarla. 

Passano 10 giri ed arrivano le comunicazioni FIA di investigazione per la falsa partenza di Vettel ed il contatto tra Verstappen e Leclerc.
Nel frattempo Bottas guida agevolmente il gruppo scavando un vantaggio importante nei confronti di Vettel ed anche Hamilton si avvicina al pilota tedesco che dopo 12 giri è già in crisi con le gomme.


Arriva però la prima buona notizia per la Ferrari. Vettel non subirà penalizzazione di jump start perchè il movimento è all'interno dei parametri di tolleranza.

Brutte notizie invece per la Red Bull, con Max Verstappen costretto al ritiro probabilmente a causa del contatto iniziale con Charles Leclerc.

Al giro 17 il muretto Ferrari richiama Vettel ai box, monteranno ancora una gomma rossa nuova annunciando di fatto una strategia a due soste (per regolamento ogni pilota deve utilizzare almeno due mescole differenti in ogni gara). La Mercedes si difende e richiama subito Bottas ai box mettendosi quindi sulal stessa strategia Ferrari, mentre lascia fuori Hamilton per il quale sembra sia stata scelta la strategia ad una sosta.

Arriva anche quella che sembra la seconda buona notizia per la Ferrari. Il contatto tra Leclerc e Verstappen verrà investigato dopo la fine della gara e a meno di penalizzazioni importanti Leclerc ha la possibilità di rimettersi in gioco almeno per la zona punti..

Dopo il pitstop assistiamo ad una situazione particolare. Vettel con gomma morbida non riesce a tenere il ritmo di Bottas con gomma media, prestazioni non coerenti con quelle mostrate in qualifica. Probabilmente la Ferrari in questa fase di gara è in fuel saving oppure le condizioni della pista sono profondamente differenti da quelle registrate appena tre ore prima in termini di temperatura e aderenza oppure, ancora, la Ferrari con serbatoio carico non un ritmo all'altezza di quello Mercedes.

Al giro 32 Vettel va ai box per la sua ultima sosta e rientra in pista con entrambe le Mercedes davanti a lui potenzialmente in grado di non effettuare altre soste, ma Bottas ha guadagnato abbastanza margine per effettuare anche lui una seconda sosta e rimanere davanti a Vettel. Situazione diversa adesso per Hamilton che in questo momento è leader del Gp ma potrebbe avere grandi problemi ad arrivare fino alla fine senza un'ulteriore sosta che però lo porterebbe dietro al pilota Ferrari.
La decisione, discussa vi radio per quasi 20 giri, viene alla fine presa dal muretto che richiama Hamilton ai box e rimettendolo in terza posizione a circa 6 secondi da Vettel dandogli quindi gli ultimi 9 giri di vera lotta in pista. Lotta che si concretizza a 3 giri dalla fine con Hamilton che attacca come una furia e Vettel che prova a difendersi.

Finirà così con Vettel in seconda posizione ed Hamilton in terza, ma tanto basta alla Mercedes per aggiudicarsi il sesto Titolo Costruttori consecutivo. Leclerc termina in sesta posizone con una buona rimonta ma dobbiamo aspettare il giudizio dei commissari per confermare la sua posizone.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Giappone 2019


Tag
gp giappone | giappone vince bottas | giappone vettel |


Commenti
- Formula1.it
Dopo il banzai della mattina arriva l'harakiri in gara per le Ferrari. Una brutta partenza compromette ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it