Ferrari: andar piano per arrivare in fondo

Ferrari: andar piano per arrivare in fondo

By:
1259

Charles Leclerc ancora una volta, come nel primo appuntamento in Austria, ha conquistato un podio insperato e non tanto per la foratura di Bottas ma proprio per la capacità di mantenere ritmo e performance con una vettura dal setup sbilanciato con bassissimo carico alare.
E non mi vengano a parlare di sfortuna in casa Mercedes perchè quando a cedere furono le gomme di Vettel e Raikkonen sempre qui a Silverstone nel 2017, sempre negli ultimi giri, si parlò solo di cattiva gestione Ferrari e mai di fortuna Mercedes, ed in quel caso lo scotto pagato dalla Ferrari fu molto più serio tanto da cambiare l'inerzia di un Mondiale indirizzato verso Maranello.


Queste le dichiarazioni del pilota monegasco dopo il Gran Premio di Gran Bretagna 2020:  

"Sicuramente c'è fortuna per il podio ed il terzo posto però alla fine anche se avessimo raggiunto il quarto posto sarei comunque contento perchè abbiamo massimizzato quello che avevamo. Sicuramente ancora una volta continuo a ripetermi non siamo dove vorremmo essere, vogliamo lottare più in avanti ma in una situazione del genere dobbiamo fare il meglio con quello che abbiamo strategicamente e sono molto contento di come ho gestito le gomme in generale e questo è molto positivo per quando potremo lottare davvero per le vittorie. Sicuramente mi aspettavo difficile la gestione delle gomme perchè abbiamo scelto un carico abbastanza aggressivo per questo weekend per guadagnare velocità nei rettilinei però sicuramente perdiamo nelle curve e scivoliamo di più nelle curve e questo per il degrado delle gomme è molto peggio dunque essere riuscito a fare tutta la gara con questa hard e tenere comunque una buona performance a fine gara era motlo difficile e ce l'abbiamo fatta, dunque sono contento

Matteo Binotto sempre ai microfoni si Sky Sport ha puntato l'accento sul grande talento di Charles nel tirar fuori da una monoposto che ha ancora moltissimi problemi.

"Charles è stato molto bravo ieri in qualifica ed oggi in gara nel gestire le gomme. Sapevamo che con questa configurazione alare avevamo un vantaggio in qualifica e poi l'usura era da gestire. Il nostro ingegnere ha fatto un gran lavoro su quel fronte dandogli indicazioni continue e non prendendosi rischi, CHarles è stato molto paziente fin dal primo giro e non ha mai spinto nelle curve veloci. Andar piano per arrivare in fondo, questa è stata un po' la sua gara ma da parte sua gestita molto bene e credo premiata alla fine. La parte meno bella è ancora nella nostra prestazione generale della vettura, il terzo posto è il meglio che potevamo sperare in questo momento. Chiaro che con la macchina che ha queste difficoltà i piloti possono non trovarsi a loro agio. Questo è stato il caso di Sebastian, che ha perso una sessione e non ha mai trovato il ritmo e forse non ha trovato neanche l'assetto per prendere confidenza e poter spingere. L'importante con lui adesso è che abbiamo qualche giorno prima di tornare sulla stessa pista, guardar bene i dati, capire e magari provare qualcosa di diverso che lo possa mettere in condizione di lottare. La macchina penso che tra anteriore e posteriore era comunque bilanciata se il problema sia nel carico aerodinamico o altro guarderemo i dati. Diciamo che questa è un'ala che abbiamo portato facendo delle simulazioni a priori quindi è stata sia una scommessa sia frutto di analisi, simulazioni e per noi era l'ala ideale per una pista come questa anche considerata la nostra vettura. Sicuramente partiamo da questo, poi Sebastian se avrà valutazioni diverse è ancora troppo presto per capire cosa faremo sulla sua vettura.

Sulle possibilità di testare qualcosa nel filming day previsto qui a Silverstone in settimana:

"Nessun lavoro particolare, sarà proprio un filming day con lo scopo di un filming day, per esigenze nostre comemrciali quindi non son previsti cambiamenti radicali o componenti significativi nuovi. Sono chilometri troppo limitiati e dedicati alle riprese, lo scopo non è quello di una messa a punto. Ci concentreremo invece in questi giorni a guardare i dati a lavorare a casa con il simulatore ed a preparare la sessione di prove del venerdì."

In merito alle voci di un possibile malcontento della sua gestione e della fiducia confermata da John Elkann:

"Da parte mia mi trovo bene in questa azienda da tanti anni, mi trovo bene con i miei responsabili, credo che condividiamo quotidianamente la stessa visione e gli stessi obiettivi e ringrazio per l'appoggio continuo che mi danno, che sia il dottor Camilleri o Elkann. Credo che tutti insieme abbiamo una visione che condividiamo, la squadra è coesa ed ha voglia di far bene, sicuramente la situazione attuale non è facile e siamo in difficoltà lo riconosciamo. E' una situazione nella quale dobbiamo crescere, capire gli errori, migliorare però è una squadra che è unita malgrado le difficoltà e che ha fame di far meglio"

Ma Elkann ha parlato di un riscatto che potrebbe arrivare solo a partire dal 2022

"Non stiamo dicendo che da qui al 2022 non faremo nulla, continueremo a sviluppare la vettura con le condizioni a contorno che sono comunque stringenti. Quest'anno siamo congelati sul motore, porteremo il motore nuovo l'anno prossimo sul quale oggi stiamo lavorando tantissimo anche a banco per svilupparlo il più possibile. Continueremo a sviluppare anche l'aerodinamica. Il 2022 rappresenta una discontinuità forte rispetto al passato per i regolamenti. Se si guardano a tutti i cicli di questo ultimo periodo, il nostro nei primi anni 2000 e poi anche Red Bull e Mercedes sono tutti coincisi con un cambio importante di regolamento. Il 2022 è una discontinuità da cogliere non vuol dire che da qui al 2022 non faremo del nostro meglio e cercheremo comunque soddisfazioni."
 

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2020


Tag
gp gran bretagna | gp inghilterra | dichiarazioni ferrari |


Commenti
- Formula1.it
Charles Leclerc ancora una volta, come nel primo appuntamento in Austria, ha conquistato un podio insperato ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it