Ma Vettel e Leclerc corrono con la stessa macchina? Per la stessa scuderia?

Ma Vettel e Leclerc corrono con la stessa macchina? Per la stessa scuderia?

By:
1120

Il Gran Premio del Portogallo ha aperto ancora di più la forbice prestazionale tra Leclerc e Vettel. Sicuramente le motivazioni dei due piloti sono differenti, ma è possibile che anche il team stia volontariamente discrimando le attenzioni verso Seb e Charles.
E' naturale che lo sviluppo sia ormai orientato verso il feedback fornito dal giovanissimo pilota monegasco su cui letteralmente la Ferrari ha scommesso tutto, ma sembra troppo il divario tra i due piloti, divario che aumenta tra l'altro Gp dopo Gp. In qualifica Charles batte Seb 10 a 2, in gara 9 volte su 12 è arrivato davanti, il confronto tra i punti vede il monegasco in vantaggio 75 a 18, e Seb in questa stagione non ha mai fatto meglio del sesto posto contro il quarto posto di Charles (confronto completo nella pagina dedicata alla Scuderia Ferrari 2020)
Le dichiarazioni post gara di oggi sono diametralmente opposte, frutto probabilmente anche delle emozioni, ma sembra quasi che i due non stiano parlando della stessa macchina o ancor peggio della stessa scuderia.


Queste le dichiarazioni di Charles Leclerc dopo il gp del Portogallo:

"All'inizio abbiamo fatto una fatica grandissima, ma siamo rimasti pazienti e alla fine ha pagato perché appena abbiamo messo in temperatura la gomma abbiamo sorpassato ed abbiamo recuperato. Abbiamo perso del tempo all'inizio, avevo il podio in mente però alla fine Max era un po' troppo veloce. E' stata una gara molto positiva credo che sia veramente buono per il team ed anche per me di avere un po' più di confidenza in gara soprattutto. L'ultima gara era stata difficile, abbiamo avuto una buonissima performance in qualifica però dopo abbiamo fatto tantissima fatica in gara ed oggi ci aspettavamo un po' delle risposte e credo che le abbiamo avute ed è tutto positivo, quindi sono molto contento e molto fiero del lavoro del team. E' molto incoraggiante, vuol dire che stiamo lavorando nella maniera giusta. Credo che tutti i tifosi vorrebbero che portiamo una macchina totalmente nuova per essere subito davanti ma questo non succederà e dunque abbiamo avuto un approccio in cui facciamo tutto step by step, ma vediamo i miglioramenti in pista è così che bisogna lavorare e continuare a fare dunque sono contento"

E queste invece le dichiarazioni di Sebastian Vettel, che ammette una differenza che per quanto ci provi non riesce a colmare.

"Non so se il passo fosse così buono è stato molto difficile per me, in alcuni giri sono andato bene però ci sono stati alti e bassi e ho faticato parecchio. E' stata difficile finora quest'anno, la macchina è stata molto complicata per me, mentre per il mio compagno le cose sembrano andare per il verso giusto da parte mia c'è molta più difficoltà a mettere le cose insieme. Il primo giro è stato piuttosto complicato, per tutti ma in particolare per noi perché non riuscivamo a mandare in temperatura le gomme e ad avere fiducia nella macchina, poi abbiamo recuperato ma non possiamo essere contenti del decimo posto. Gli aggiornamenti che abbiamo portato non sono grossi progressi, sono piccole cose e quindi è più o meno la stessa macchina rispetto all'inizio dell'anno, forse questa pista per qualche motivo era più adatta a noi. Eravamo qui con il massimo carico aerodinamico che di solito si adatta particolarmente bene a questa macchina e quindi probabilmente per questo siamo andati meglio. Penso che Charles stia facendo molto bene ma non sembra che stia guidando oltre i limiti della macchina, ha grande velocità e lo sta facendo sembrando molto a suo agio mentre se io spingo un pochino di più gran parte delle volte la macchina va fuori pista. E' una situazione complicata, io le sto provando tutte e continuerò a provare insieme ai miei ingegneri sto provando in ogni modo ad ottenere migliori sensazioni ma pur lavorando tanto per il momento non stiamo trovando una soluzione, non ho molte altre opzioni devo continuare ad essere perseverante e a mantenere il mio impegno cercando di dare il massimo"

Oggettivamente considerando la differenza di risultati viene spontaneo pensare che Seb si sia trovato accanto un compagno più veloce e determinato di lui. Non è credibile pensare che la Ferrari lo stia boicottando, nonostante il brusco addio e nonostante alcuni dissapori. C'è da dire che in precedenza lo stesso Seb aveva dimostrato di poter emergere nei confronti di compagni come Kimi Raikkonen e Daniel Ricciardo, non esattamente avversari facili. Che in questa occasione sia una sfida troppo ardua dal quale il campione tedesco stia in qualche modo scappando?

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Portogallo 2020


Tag
dichiarazioni vettel | dichiarazioni leclerc | gp portogallo | portoguesegp |


Commenti
- Formula1.it
Il Gran Premio del Portogallo ha aperto ancora di più la forbice prestazionale tra Leclerc e Vettel. ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it