GP Abu Dhabi, qualifiche: Verstappen annichilisce lo strapotere Mercedes
By:
2801

L’ultima qualifica del mondiale 2020 parla olandese. Un superbo Max Verstappen si prende una pole position di pura grinta e voglia andando oltre i propri limiti. La sua Red Bull scatterà davanti alle due frecce nere della Mercedes che si devono accontentare del secondo e terzo posto, rispettivamente di Bottas ed Hamilton. Si chiude ancora male il sabato delle Ferrari con Vettel eliminato nel Q2 e Leclerc lontano dalle prime posizioni. Il monegasco, tra l’altro, subirà una penalità di tre posizioni in griglia. Da sottolineare anche la partenza dal fondo della griglia di Perez e Magnussen per la sostituzione di alcune parti della Power Unit.


Prima sessione – Q1

La prima notizia è relativa alle gomme: tutti i piloti scendono in pista con gomma rossa. I primi a dettare il passo sono i piloti Red Bull: Verstappen in 1:36:807 ed Albon in 1:36:106. Si attendevano le Mercedes che fanno subito la voce grossa: Bottas conferma la sua competitività prendendosi il primo posto in 1:35:699. Situazione diametralmente opposta per Hamilton a cui viene annullato il giro cronometrato per track limits. Qualche timore per il campione britannico anche per un sospetto danneggiamento del fondo della sua monoposto. Il suo secondo tentativo lo mette al settimo posto dietro il ferrarista Leclerc. A cinque minuti dalla fine, Max Verstappen fa un gran giro e si mette alle spalle del battistrada Bottas. Fin dalla prima sessione, la classifica viene fortemente condizionata dai tempi cancellati: dopo Hamilton, il track limits colpisce anche Giovinazzi e Magnussen. Ultimi secondi di attività in pista decisivi per strappare il pass al Q2. Al fotofinish, Giovinazzi riesce a qualificarsi mentre due super giri per Hamilton e Leclerc. I due piloti si prendono la prima fila. Vengono eliminati al Q1: Raikkonen, Magnussen, Russell, Fittipaldi e Latifi.

Seconda sessione – Q2

Hamilton vuole chiudere il mondiale in bellezza e scende subito in pista per evitare il traffico. Il campione britannico, con gomma gialla, fa segnare un tempo di 1:35:466 mettendosi al comando davanti a Bottas. Primo tentativo più lento per Verstappen che è addirittura quinto, mentre Leclerc è settimo. Sfortunate le Renault: vengono cancellati i tempi, sempre per track limits, di Ocon e Ricciardo. Ultimo minuto decisivo con Vettel a rischio eliminazione. Il tedesco ci prova con gomma rossa ma non riesce a piazzarsi in top ten. Diametralmente opposta la prova di Leclerc che si prende il quarto posto. Tra gli eliminati figurano anche Ocon, Ricciardo, Giovinazzi e naturalmente Perez.

Terza sessione – Q3

Ultima pole position dell’anno in palio. Nessuno vuole cedere con il primo tempo di Sainz che viene spazzato via da Hamilton prima e Bottas dopo. Il primo tentativo di Leclerc è lento e gli vale solo il settimo posto, ma Verstappen non vuole mollare e si mette tra le due Mercedes. Ancora una volta l’olandese dimostra tutte le sue qualità per colmare il gap di potenza con le frecce nere. Ultimi due minuti di grande tensione con Hamilton che si lancia per primo alla ricerca di pole position: il tempo del britannico è 1:35:332 ma non può festeggiare perché un super Max Verstappen si mette davanti a tutti. L’olandese piazza un tempo record da 1:35:246 e si prende una meritatissima pole position. Domani, alle 14:10, Verstappen avrà la possibilità di scattare davanti alle due Mercedes. Deludente Leclerc che subirà anche una penalità di tre posizioni in griglia.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2020


Tag
gp abu dhabi | max verstappen pole | abu dhabi qualifiche |


Commenti
- Formula1.it
L’ultima qualifica del mondiale 2020 parla olandese. Un superbo Max Verstappen si prende una pole ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it