Perché è tornato Hamilton?
By:
4352

Lewis Hamilton torna sulla sua Mercedes dopo solo una gara di assenza a causa della positività al coronavirus, e lo fa con davvero poco da giocarsi.

Il campionato del mondo piloti è stato assicurato settimane fa e il titolo costruttori alla Mercedes ancora prima, ed aver mancato il Gran Premio di Sakhir gli ha tolto la possibilità di eguagliare il record di maggior numero di vittorie in una stagione, detenuto da Michael Schumacher e Sebastian Vettel.

Così, alla fine di un anno in cui ha comunque eguagliato o battuto i record più importanti di Schumacher, alcuni si chiederanno senza dubbio perché Hamilton si preoccupa di tornare, perché non abbia dato un'altra possibilità a Russell, perché stia sollecitando il fisico probabilmente debilitato dalla seppur breve malattia.


Probabilmente la risposta è che Hamilton non ragiona così. Pochi piloti sono come lui. La spinta a volere sempre di più lo ha portato dove si trova, la Mercedes è la sua macchina e non riesce a vederla vincere senza di lui. È l'esempio della sua mentalità per certi versa estrema, ma coerente con la sua storia.

La verità è che la Formula 1 è totalmente diversa senza di lui e questo, nel bene o nel male, ne rappresenta già la grandezza.

Lo stesso Valtteri Bottas, con le stesse possibilità di vittoria e senza uno specifico obiettivo, giovedì, alla domanda se la sua forma fosse crollata una volta decisi i titoli, ha ammesso che anche quando un pilota vuole dare il massimo il lato mentale delle cose non è così facile.

"Sono questi i momenti in cui si ha la sensazione di non essere al 100% per molte gare diverse, per motivi diversi. Non è un segreto che sia difficile combattere con Lewis per anni e anni, so quanto mi costa cercare di tirare fuori il 100% ogni singolo weekend continuando a spingere. A volte mi avvicino, a volte riesco a batterlo, ma essendo al quarto anno di fila, una sconfitta è difficile da accettare. Quindi ha un effetto e quando sai che il titolo è perso, non è proprio la stessa cosa - anche se dovresti sempre dare il 100%, che è quello che cerco di fare. Ma tutti sanno quanto sia sensibile mentalmente questo sport".

Il punto è che le performance di Lewis sono guidate dalla sua mentalità. Ed essere sostenuti dalla fiducia e dall'incessante desiderio di continuare a vincere, anche quando tutti ne sono stufi, è un po' quello che fa Hamilton.

Probabilmente è per questo che qualche giorno fa, ben prima che il ritorno fosse garantito, Hamilton ha dichiarato di essere concentrato sul ritorno, se possibile. Per questo motivo Hamilton si è sottoposto a molteplici test COVID, ha preso un aereo privato per Abu Dhabi in ritardo ed ha aggiunto un altro gran premio al suo programma, quando per tutti non era necessario farlo.

Ma può farlo? Hamilton non è stato asintomatico durante il suo isolamento, quindi il virus probabilmente ha avuto un effetto. Solo lui saprà quanto il virus ha colpito il suo corpo e se lo sta combattendo in modo adeguato.

Gli altri due piloti che hanno avuto una positività al COVID-19 sono stati colpiti in modi diversi dopo aver affrontato circostanze diverse.
Sergio Perez ha dovuto perdere due gran premi e poi è tornato in gran forma nel Gran Premio di Spagna. Aveva avuto 2 settimane e mezzo tra il test positivo e il ritorno in gara.

Il suo compagno di squadra Lance Stroll ha saltato il GP Eifel, ma è tornato a correre in Portogallo due settimane dopo. Ha disputato un paio di gare poco entusiasmanti, ma ha minimizzato la responsabilità  della sua malattia, anche quando la squadra ha suggerito che potesse essere un fattore.

Le condizioni fisiche di Hamilton sono piuttosto impressionanti e se si sente all'altezza di correre, allora probabilmente è all'altezza. E a giudicare da come gli altri due piloti si sono comportati al loro ritorno, ci si può aspettare che Hamilton ripristini rapidamente lo status quo.

Per quanto possa sembrare poco carino nei suoi confronti dobbiamo però ammettere che la sua scelta renderà tutto più noioso. La prospettiva di Russell contro Bottas Round 2 era molto allettante. Invece ad Abu Dhabi, probabilmente, assisteremo alla meno eccitante vittoria di Hamilton partendo dalla pole.

Ma è bello riavere Hamilton e sapere che sta bene perché questo virus, dobbiamo ricordarlo, è mortale e attacca le persone in modi diversi. Se quindi il prezzo della sua incolumità è assistere all'implacabile sua ennesima vittoria, siamo ben disposti a pagarlo.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2020


Tag
Lewis Hamilton Abu Dhabi | ritorno Lewis Hamilton |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton torna sulla sua Mercedes dopo solo una gara di assenza a causa della positività al coronavirus, ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it