Le previsioni sulla Formula 1 di Rosberg e Domenicali
By:
2574

Quando vengono interpellati addetti ai lavori o ex campioni della Formula Uno è sempre bene riflettere sulle loro parole, perché gli spunti di discussione possono essere interessanti e costruttivi. In seguito a due recenti interviste Rosberg e Domenicali, volti molto noti del mondo delle monoposto, hanno espresso opinioni, idee e pronostici sulla prossima F1 che verrà nel 2021.

Rosberg non è “soltanto” figlio d’arte e campione del mondo di F1 nel 2016, bensì è anche un grande appassionato e conoscitore del mondo delle monoposto. Spesso in passato ha rilasciato dichiarazioni e interviste serafiche, come quando nel 2017 dichiarò la Ferrari nettamente inferiore rispetto alla sua Mercedes, cosa poi rivelatasi reale. In una recente intervista per il giornale tedesco Augsburger Allgemeine, ha parlato del grande Hamilton e di chi vede come avversario. Anche Domenicali, ex team principal Ferrari e nuovo presidente della F1 si è espresso su alcuni temi tanto cari a piloti, scuderie e tifosi delle monoposto.


Rosberg è sicuro: solo un rivale all’altezza di Lewis Hamilton

Nella famiglia Rosberg la F1 è di casa. Non potrebbe essere diversamente visto che Rosberg “padre”, Keke, è stato campione del mondo di F1 nel 1982 con la Williams, e il figlio Nico invece ha trionfato nel 2016 con la Mercedes, per poi ritirarsi lo stesso anno. Non ci sono dubbi sul fatto che i Rosberg seguano in maniera attenta gare, preparazione ed evoluzione delle monoposto. In Germania, Nico Rosberg è tuttora un mito e intervistato dal quotidiano tedesco Augsburger Allgemeine, non ha nascosto il suo pensiero riguardo chi potrebbero essere i protagonisti F1. Innanzitutto, si è sbilanciato sul possibile vincitore del campionato del mondo FIA che si concluderà il dodici dicembre con il Gran Premio di Abu Dhabi. Si tratta di 23 gare fra cui spicca la presenza dei due circuiti italiani: Imola, gara il 18 aprile e di Monza, gran premio il 12 settembre. Non ha infatti dubbi che nel corso del mondiale l’unico che possa seriamente insidiare la leadership di Lewis Hamilton durante i 23 gran premi sia soltanto Verstappen. Ma attenzione perché Hamilton è a un passo dalla storia. Se dovesse laurearsi campione del mondo nel 2021 per l’ottava volta diventerebbe il pilota con più mondiali vinti nella storia delle monoposto, superando un mostro sacro come Michael Schumacher. Esperti, appassionati e amanti di questo sport confermano ciò che dicono l’ex campione del mondo e le scommesse del sito di Betway al 17 febbraio.


Stefano Domenicali: come vede il futuro della F1

Un altro volto noto del mondo delle quattro ruote sportive, Stefano Domenicali, ha anch’egli recentemente espresso le proprie opinioni sul futuro immediato della F1. Il neo presidente e amministratore delegato della Formula Uno ha toccato diversi temi legati al mondo delle monoposto, senza tralasciare l’aspetto sociale di questo sport. Ha anch’egli parlato di Lewis Hamilton, ma stavolta da un’angolazione differente. Ha infatti citato il sette volte campione del mondo britannico per fare un paragone fra la F1 e l’NBA. L’imolese ex Ferrari vede un Circus sempre più nel cuore della gente e dei media grazie a piloti-eroi proprio come Hamilton, capace di veicolare messaggi positivi e costruttivi attraverso la propria notorietà. Figure insomma che sappiano rappresentare l’archetipo dello sportivo con valori universali, e che possono rendere i motori ancora più appetibili al pubblico di quanto non lo siano già. Pungolato dalla stampa si è soffermato ancora una volta sulle gare sprint: elemento su cui l’ex team principal Ferrari preme molto per aumentare lo spettacolo in gara. Ha inoltre anche menzionato il caso Racing Point dello scorso anno, chiarendo che il regolamento del campionato 2021 ha quasi completamente annullato ogni tipo di possibilità di copia.

Domenicali è stato anche sollecitato a fornire un’opinione rispetto alla scelta di Mick Schumacher di accasarsi con la scuderia della Haas. In maniera molto lucida il CEO imolese ha dapprima fatto trasparire l’affetto per un ragazzo che conosce dalla nascita; e ha poi chiuso affermando che non è facile portare un cognome così “pesante”, e che avrà forse più bisogno di altri piloti per affermarsi proprio per questo motivo. Hamilton, definito da Domenicali pilota-eroe è atteso dalla storia, e a parte Verstappen, menzionato da Rosberg, non sembrano esserci altri piloti a poter mettere in difficoltà il britannico che sembra come sempre padrone del proprio destino.

Foto Lewis Hamilton Facebook



Commenti
- Formula1.it
Quando vengono interpellati addetti ai lavori o ex campioni della Formula Uno è sempre bene riflettere ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it