Red Bull: un circuito che non si adatta alla RB16B
By:
2286

Un weekend diverso da quanto gli uomini Red Bull si aspettassero, battuti sia in qualifica che in gara. Ma Verstappen limita i danni e, come Lewis Hamilton nelle passate stagioni, non potendo vincere massimizza la situazione conquistando un buon secondo posto, bene anche Perez

MAX VERSTAPPEN, Posizione finale: 2°, Posizione di partenza: 3°
"C'è qualcosa in questa pista che davvero non si adatta alla nostra auto e penso che in generale questo sia stato un po' un weekend negativo in termini di aderenza e ritmo generale. Sapevamo l'anno scorso che non eravamo particolarmente forti qui, quindi quest'anno è andata un po' meglio e siamo riusciti a finire davanti a una Mercedes, ma non eravamo abbastanza forti da batterle entrambe. Tuttavia, il secondo posto è ancora un buon risultato e abbiamo sempre saputo che questa stagione sarebbe stata altalenante in termini di piste in cui eravamo forti e quelle in cui lo sono le Mercedes. La gara di oggi è stata abbastanza decente e spinto constantemente, il che è stato bello. Ho cercato di mettere pressione su Valtteri all'inizio perché aveva problemi di aderenza, ma chiaramente Lewis dietro aveva più ritmo e ci ha superato entrambi. Sono stato poi in grado di passare Valtteri dopo i pit stop, ma si poteva vedere chiaramente che con le gomme dure eravamo solo un po' più lenti, alcuni giri potevamo avvicinare Lewis e altri non era possibile. Verso la fine della gara Valtteri stava addirittura recuperando, il che ha dimostrato il loro ritmo oggi. È un peccato che il giro più veloce sia stato tolto, stupidi limiti della pista, dovrebbero semplicemente rimettere la ghiaia! Abbiamo ottenuto buoni punti qui, ma non vedo l'ora di andare a Barcellona, una pista che ha livelli di grip più normali e dove ho buoni ricordi. Penso che vedremo anche un quadro più chiaro di come le squadre hanno progredito. La stagione è lunga, quindi possono succedere molte cose".


SERGIO PEREZ, Posizione finale: 4°, Posizione di partenza: 4°   
"Oggi è stata una gara impegnativa da parte mia! Lando è riuscito a superarmi alla curva 4, ma ho pensato che avesse tutte e quattro le ruote fuori dalla pista, quindi non mi sono difeso pensando che avrebbe dovuto restituire il posto a causa dei limiti della pista, ma non era il caso. È stato un errore di valutazione da parte mia e un errore, ma essere bloccati dietro Lando ha compromesso la nostra gara e ci è costato molto tempo. Quando l'ho superato il mio ritmo era buono, ma penso che il danno fosse già stato fatto. In seguito abbiamo cercato di fare qualcosa di diverso con la strategia andando lunghi nella speranza di una Safety Car ma non ha funzionato e il quarto posto è stato il massimo che potevamo fare. Stiamo sicuramente facendo una buona progressione con la macchina e il ritmo di gara, lo sto capendo sempre di più con i chilometri in più che sto guidando. Naturalmente ci sono ancora aree in cui devo migliorare, ma è solo un processo e continueremo a lavorare sodo per la prossima settimana a Barcellona. Siamo stati di nuovo molto vicini alla Mercedes per tutto il fine settimana e penso che sarà così per tutta la stagione. Alcuni fine settimana loro saranno più veloci e altri lo saremo noi, quindi dobbiamo solo assicurarci di tenere la testa bassa e continuare a lavorare sodo".

CHRISTIAN HORNER, caposquadra
"Guardando oggi possiamo vedere che questo campionato sarà una maratona e non uno sprint. È una lotta ravvicinata e sarà tutta una questione di guadagni marginali. Max ha guidato benissimo anche oggi, strappando il secondo posto alla Mercedes ed è vicinissimo a Lewis. Con Max è stato frustrante perdere il punto per il giro più veloce alla fine della gara a causa di limiti di pista che penso che siamo d'accordo bisogni che siano coerenti per tutto il weekend di gara. Allo stesso modo Sergio, ha fatto un errore con i limiti di pista quando è stato superato dalla McLaren, ma una volta superato, il suo ritmo di gara è stato buono, quindi sta sicuramente arrivando. In aria pulita il suo ritmo era uguale a quello dei leader, quindi sono contento dei progressi che sta facendo. Nel complesso, il secondo e il quarto posto significano molti punti e ce ne sono solo otto che separano Max e Lewis nel campionato. Barcellona la prossima settimana sarà il punto di riferimento e ci metteremo a testa bassa fino ad allora, quando speriamo di avere un quadro più chiaro dei punti di forza e delle debolezze di tutte le auto".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Portogallo 2021


Tag
dichiarazioni red bull | dichiarazioni verstappen | dichiarazioni perez | portuguesegp |


Commenti
- Formula1.it
Un weekend diverso da quanto gli uomini Red Bull si aspettassero, battuti sia in qualifica che in gara. ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it